Breaking
Ad
Ad
Ad
Uncategorized

VIRTUS FRANCAVILLA…

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Finalmente si torna a parlare di calcio giocato in casa Taranto dopo il caos post Messina che ha portato all’aggressione durante l’allenamento ad alcuni calciatori, e di conseguenza ha fatto slittare l’impegno casalingo con la Paganese. A farne le spese son stati Stendardo, Altobello ed il portiere Maurantonio che sono ancora in riposo domiciliare, ma difficilmente ci sarà un loro ritorno in campo, almeno non nell’immediato. Domenica prossima il Taranto andrà a far visita alla Virtus Francavilla, vera rivelazione di questo campionato ed in piena zona playoff. La squadra allenata da Calabro sta disputando un ottimo campionato, nonostante sia una neopromossa. Ha mantenuto l’intelaiatura base della squadra vincitrice lo scorso campionato (qualcuno addirittura dall’eccellenza) con l’aggiunta di pedine esperte. Tutto questo grazie al direttore sportivo Trinchera ex Lecce che ha saputo anche scovare giovani molto interessanti. Analizziamo adesso la rosa dei bianco-azzurri.In porta il classe 97 Albertazzi, confermato dalla serie D, protagonista della promozione lo scorso anno nonostante la giovane età. Si sta confermando a buoni livelli anche tra i professionisti. In difesa spicca il nome di Abruzzese (81) ex Lecce, Grosseto e Crotone in serie B. Al suo fianco giocano Vetrugno (85), piccola esperienza col Taranto nel 2006/07, De Toma (80) ex Grottaglie, il sardo Idda ex Casertana ed il giovane Pino (96) ex Matera. A centrocampo ci saranno due assenze importantissime per squalifica e cioè quelle di Marian Galdean (89) e Prezioso (96). Proprio il primo è una pedina fondamentale nello scacchiere di Calabro, vero e proprio “motorino” del centrocampo, il rumeno è titolare dai tempi dell’eccellenza, proprio come i suoi compagni di reparto Gallù (87) e l’argentino Biason (85). Da segnalare anche Albertini (94) esterno destro di centrocampo e Pasquale Turi (93) sulla fascia opposta.

In attacco il grande colpo del DS Trinchera è stato sicuramente il francese classe 96 M’Bala Nzola autore di 8 gol fino a questo momento. Su di lui sono puntante le attenzioni di molti club di serie A, anche se i “rumors” danno per certo il suo trasferimento alla Fiorentina a fine campionato. Staremo a vedere. Ottimo anche l’acquisto nel reparto offensivo dell’ex Taranto Danilo Alessandro (88), giocatore abile nel puntare l’uomo e creare la superiorità. Altro attaccante è Giovanni Abate (81), anche lui ex Taranto nel 2004, ha segnato 7 gol fino ad oggi.

Le ultime giornate son state caratterizzate da un piccolo calo nelle prestazioni per la squadra brindisina, con sconfitte inaspettate, come col Melfi in casa. Il derby di Domenica comunque è sempre una partita che fa storia a parte. Ritornando al Taranto, Ciullo adesso deve essere bravo a ricompattare l’ambiente e ad isolare la squadra dalle tante voci destabilizzanti che si sentono. Oltre questo, i problemi grossi ci saranno per mettere insieme una difesa decente, causa le defezioni dei tre precedentemente elencati più le assenze causa infortuni di Pambianchi e forse De Giorgi.

Ora una piccola nota a margine:

Domenica poteva essere una bella giornata di sport per entrambe le tifoserie, ma inspiegabilmente è stata negata la possibilità ai tifosi rossoblù di assistere all’incontro. Ci domandiamo quindi l’utilità della tessera del tifoso, se nemmeno la trasferta più “tranquilla” della stagione viene autorizzata. Misteri tutti italiani.

 

EMANUELE DI PALMA

Write A Comment