Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Taranto, vittoria di cuore e tenacia

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Il Taranto continua a stupire e ad inanellare risultati positivi. Un’altra importante vittoria per gli uomini di Laterza ed una classifica che rende merito alla tenacia ed alle qualità del gruppo rossoblu. Il Potenza gioca una buona gara, ma il Taranto la spunta con i gol di due dei suoi migliori giocatori in campo: Giovinco e Ferrara, per l’occasione capitano, vista l’assenza di Marsili. Ancora una grandissima prestazione di Civilleri.

Laterza concede un turno di riposo a Marsili, schierando il Taranto con il 4231, con la difesa di Foggia confermata in blocco, Riccardi-Zullo-Granata-Ferrara, Civilleri e Bellocq a centrocampo, Pacilli-Giovinco-Santarpia alle spalle di Saraniti.

Il Potenza di Trocini impatta meglio la partita, tenendo il pallino del gioco e rendendosi pericoloso con i colpi del suo centravanti Salvemini, che tuttavia non riesce ad inquadrare mai lo specchio della porta difesa da Chiorra.

Il Taranto fatica a prendere le misure all’avversario, ma un episodio favorevole cambia il decorso della gara: al 27′ un’ottima combinazione Pacilli-Civilleri con cross di quest’ultimo innesca l’indecisione della retroguardia Lucana che mette Giovinco solo davanti a Marcone. Il trequartista rossoblu ionico non si fa pregare e deposita in rete con freddezza.

Il vantaggio scioglie le tensioni e regala nuove energie ai calciatori rossoblu di casa, che cominciano a tenere meglio il campo anche se l’apporto degli esterni alti, Pacilli e Santarpia, non si rivela all’altezza della situazione.

Se ne accorge anche Laterza che provvede ad un doppio cambio dopo pochi minuti dall’inizio della ripresa: dentro Mastromonaco e De Maria, mossa che si rivela decisiva con il Taranto che appare da subito più equilibrato ed anche più pericoloso, soprattutto nelle ripartenze.

Così, dopo un gol divorato dal neo entrato De Maria su cross proprio di Mastromonaco, il Taranto trova il raddoppio con Ferrara dopo una pregevole azione in ripartenza, con un fraseggio tra il capitano di giornata e Giovinco che parte dalla metà campo tarantina. È apoteosi per il terzino rossoblu, che raccoglie l’abbraccio sincero dei 4000 presenti sugli spalti, proprio nel giorno del suo esordio da capitano.

Il Potenza non demorde, Chiorra è decisivo all’80’ su un pallone calciato in mischia, ma il Taranto sfiora il tris con una pregevole azione partita manco a dirlo dai piedi dell’onnipresente Civilleri, rifinita da Mastromonaco per Saraniti che coglie la traversa, sul rimbalzo si avventa Labriola che impegna in semirovesciata Marcone.

C’è tempo nei minuti di recupero per un calcio di rigore assegnato per un fallo di Civilleri sul solito Salvemini che dal dischetto spiazza Chiorra per un gol che vale solo per gli almanacchi.

Finisce così 2-1 per il Taranto, atteso ora da una doppia difficile trasferta. Ma ci sarà tempo per prepararsi al meglio.

TARANTO 4231: Chiorra; Riccardi, Zullo, Granata, Ferrara (86’ Falcone); Bellocq, Civilleri; Pacilli (56’ Mastromonaco), Giovinco (81’ Labriola), Santarpia (56’ De Maria); Saraniti (86’ Italeng). Panchina: Loliva, Antonino, Tomassini, Benassai, Ghisleni, Cannavaro. All. Laterza.

POTENZA 352: Marcone; Cargnelutti, Piana, Gigli; Coccia (89’ Vecchi), Ricci, Zenuni (74’ Banegas), Zagaria (46’ Sandri), Sepe (89’ Baclet); Volpe, Salvemini. Panchina: Greco, Petriccione, Orazzo, Bruzzo, Maestrelli, Matino, Sessa. All. Trocini.

27’ Giovinco, 61’ Ferrara, 90’+7’ rigore Salvemini

ARBITRO: Paolo Bitonti di Bologna. Assistenti: Amir Salama di Ostia Lido e Veronica Vettorel di Latina

AMMONITI: Sepe, Piana (P); Saraniti (T)

Spettatori 4500 circa, recupero 2’+ 7′ Angoli 1-3

Write A Comment