Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Taranto-Vibonese, pagelle: bravi Ferrara e Mastromonaco

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

In una scialba partita di autunno regna la noia tra Taranto e Vibonese soprattutto nella prima frazione di gioco. Nella squadra ionica è mancata l’inventiva dei suoi giocatori migliori incapaci quest’oggi di creare situazioni pericolose per la squadra avversaria. Guardando il bicchiere mezzo pieno il Taranto guadagna un altro punto verso la salvezza consolidando la sua forza in fase difensiva essendo ad oggi la squadra che ha subito meno gol di tutto il torneo

CHIORRA 6 : si fa trovare pronto nell’unico tiro in porta subito

ZULLO 6 : merita la sufficienza per aver difeso la retroguardia ionica senza grossi affanni nonostante un paio di errori in fase di disimpegno

BENASSAI 6 : gara tranquilla del centrale nativo di Livorno

FERRARA 6.5 : dopo la partita leggermente incolore di Francavilla il buon Antonio torna a mostrare di che pasta è fatto giocando una gara di qualità

RICCARDI 6 : sempre partecipe nel primo tempo di tutte le offensive ioniche che partono dalla sua fascia di competenza, cala nella ripresa

MARSILI 5.5 : gara da dimenticare per il centrocampista romano, non parte nessuna verticalizzazione dai suoi piedi rendendo prevedibile la manovra rossoblù

BELLOCQ 5 : in ombra per tutti i minuti giocati

CIVILLERI 6 : qualche imprecisione in fase di impostazione, partita di sacrificio per l’ex Licata

MASTROMOMACO 6.5 : quasi tutte le azioni offensive del primo tempo partono dai suoi piedi, gara abbastanza positiva

GIOVINCO 5 : si rende prevedibile sulla trequarti avversaria non riuscendo a saltare quasi mai l’uomo

SARANITI 5.5 : pericoloso solo nel secondo tempo con l’unico tiro in porta della sua partita, soffre la marcatura dell’esperto centrale della Vibonese Vergara

PACILLI 5.5 : entra nella ripresa non riuscendo ad essere incisivo

LABRIOLA 5.5 : timido ed impreciso il suo apporto a partita in corso

SANTARPIA 6 / GHISLENI SV

MISTER LATERZA 5.5 : cerca negli ultimi minuti di alzare il baricentro della squadra per tentare la via della rete, forse un po’ in ritardo?

Anthony Carrano

Write A Comment