Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Taranto-Sorrento 1-2, un film già visto

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Un film già visto.
Un Taranto spuntato perde malamente in casa contro un Sorrento bravo e cinico. Una vittoria che vale la testa della classifica per i campani. Una sconfitta che ripropone i dubbi sull’attacco rossoblu. E domenica si va a Casarano.


Mister Laterza presenta una formazione impostata con 4-2-3-1, con il rientro di Ferrara esterno sinistro e Stracqualursi unica punta assistito dai trequartisti Lagzir, Acquadro e Santarpia.
Di fronte il Sorrento, con un atteggiamento guardingo per tutta la gara, ma che con l’ingresso di Liccardi, match-winner di giornata, ha evidentemente cercato anche di vincerla.

La gara si è sviluppata fin dalle prime battute sul possesso palla del Taranto, lesto al recupero dei palloni, grazie ad un pressing sistematico sul portatore di palla avversario ma la cui manovra, troppo lenta e macchinosa negli ultimi 16 metri, non sortisce conclusioni nello specchio della porta, fatta eccezione per un tiro di Stracqualursi al 42′, ben servito da Lagzir, che tutto solo spara addosso al portiere Scarano.

Nella ripresa la manovra rossoblu diventa se possibile ancora più inconcludente mentre il Sorrento, sornione e mai sbilanciato, con un baricentro che non si alza mai oltre la propria trequarti, sfrutta le qualità dei suoi uomini più esperti, per portare a casa l’intera posta in palio. È Cunzi infatti a procurarsi una punizione all’altezza della bandierina sotto la Sud, dalla cui traiettoria arriva il gol del primo vantaggio campano, siglato di testa dal centrale Cacace.

La reazione del Taranto viene premiata subito dal pari di Matute, che raccoglie una sponda in area su calcio d’angolo di Marsili. Nel vortice dei cambi, staffetta Stracqualursi-Alfageme che non produce nulla in termini di occasioni, anche se i rossoblu hanno continuato a tenere le redini del gioco.
Il Sorrento trova però il guizzo giusto al 78′ sempre con Cunzi: lungo lancio per Liccardi che stoppa e rientra sul destro fulminando Sposito con un piazzato all’incrocio.

Poco altro nel finale, con il Taranto che spreca alcuni calci piazzati e alza bandiera bianca per la prima volta in stagione, in casa, certificando con questo stop la mancanza di soluzioni sottoporta.

TARANTO-SORRENTO 1-2

TARANTO 4231: Sposito; Boccia, Guastamacchia, Caldore, Ferrara; Matute, Marsili; Lagzir (59′ Falcone), Acquadro (80′ Serafino), Santarpia (59′ Mastromonaco, 90″ Diaby); Stracqualursi (57′ Alfageme) Panchina: Stasi, Rizzo, Shehu, Marino. All. Laterza.

SORRENTO 3412: Scarano, Ale. Gargiulo, Cacace, Mezavilla; Basile, La Monica, Camara, Masullo; Mancino (58′ Masi); Alf. Gargiulo (58′ Liccardi), Cunzi (87′ Procida). Panchina: Orazzo, Cesarano, Terminiello, Somma, Stefanski, Cassata. All. Fusco

MARCATORI: 69′ Cacace (S), 71′ Matute (T), 78′ Liccardi (S)
ARBITRO: Dario Di Francesco di Ostia Lido. 
AMMONITI: Santarpia, Falcone, Ferrara (T); Masullo, Masi, Camara (S)
NOTE: Angoli 8-1. Recuperi 1’/5′.

Write A Comment