Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Taranto sconfitto, parte la contestazione

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Il Taranto perde ancora e vede vacillare ancora di più le pochissime certezze rimaste in piedi.

Un’incredibile serie di assenze, a partire da Laterza che non sedeva in panchina ufficialmente per influenza, con Di Gennaro, Versienti e Zullo in tribuna per indisponibilità dell’ultimo minuto, ai quali si aggiunge Saraniti, out dopo il riscaldamento (come nella gara d’andata), ha condannato in partenza il Taranto ad una gara di sofferenza.

Il gol decisivo, siglato da Bove ad inizio ripresa, ha permesso all’Avellino di archiviare la pratica Iacovone con il minimo sforzo, al cospetto di una squadra che è ormai l’ombra di sé stessa.

Nel corso del secondo tempo, anche Marsili e Civilleri hanno dovuto abbandonare il campo per infortunio, accentuando se fosse ancora possibile il divario tra le due compagini.

A fine gara la contestazione verso il presidente Giove e la squadra, con una tifoseria che rivede i fantasmi di 4 anni fa, quando il Taranto si lasciò morire lentamente scivolando in classifica nell’ultima parte di campionato.

Taranto Avellino 0-1
56′ Bove

TARANTO 4231: Chiorra – Tomassini, Riccardi, Benassai, Ferrara – Civilleri (80’ Granata), Marsili (69’ Cannavaro) – Mastromonaco (64’ Pacilli), Giovinco, Manneh – Santarpia. Panchina: Loliva, Antonino, Turi, Maiorino, Saraniti. All. Laterza (in panchina Lentini).

AVELLINO 352: Forte – Silvestri, Scognamiglio, Bove – Rizzo, Carriero (62’ Mastalli), Kragl (90’ Mocanu), De Francesco, Mignanelli – Kanoute (83’ Mikovschi), Plescia (62’ Maniero). Panchina: Pane, Pizzella, Dossena, Tarcinale, Stanzione. All. Gautieri.

ARBITRO: Mario Saia di Palermo. Assistenti: Antonio Severino di Campobasso e Luca Feraboli di Brescia. IV: Giorgio Di Cicco di Lanciano.
AMMONITI: Manneh, Giovinco (T); De Francesco, Mignanelli, Kragl (A).
Spettatori 1532. Recuperi 1’/6’. Angoli 2-3

Write A Comment