Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Taranto sconfitto ancora, servono rinforzi

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

La prima di Capuano va meglio del previsto sul piano della prestazione, ma la Turris vince approfittando dei limiti tecnici della squadra rossoblu. Bellissimo gol di Guida, errore di Russo sul pareggio. I cambi alla fine decidono la gara per la Turris.

Terza sconfitta consecutiva per il Taranto nella gara d’esordio in panchina di Capuano.

La Turris vince 2-1 in rimonta al termine di una partita equilibrata nella quale i rossoblu hanno pagato due disattenzioni difensive evitabili.

Capuano schiera i suoi con il 3-5-2, posizionando Vona nel terzetto difensivo, Evangelisti esterno destro di centrocampo, Romano, Brandi e Labriola a centrocampo e Guida in appoggio a La Monica.

Il cambio in panchina sprona evidentemente la squadra che assume un atteggiamento più propositivo e spigliato rispetto alla gara interna contro il Catanzaro di tre giorni fa.
Dopo un inizio di studio sono i rossoblu a passare per primi in vantaggio, con un preciso tiro da fuori area di Guida che s’insacca quasi all’incrocio della porta avversaria.

La reazione della Turris tarda ad arrivare, anzi è il Taranto che ha l’occasione del raddoppio con un colpo di testa di Manetta sugli sviluppi di un calcio di punizione smanacciato da Perina.

Il pareggio della Turris arriva sulla chiusura di frazione. È Frascatore a insaccare approfittando di un’uscita a vuoto di Russo.

Nella ripresa la partita resta in equilibrio fin quando il Taranto ha benzina in corpo. La girandola di cambi fa ancora la differenza con la Turris che mette in campo Longo e Maniero che confezionano l’azione del definitivo 2-1, con una difesa rossoblu lenta nel chiudere su Maniero e che si dimentica di Longo, posizionato a centro area e pronto al tap-in vincente sull’assist del compagno.

Resta il tempo per una girata di D’Egidio che sfiora il palo e per un gol annullato a Tommasini per fallo di mano.

In definitiva una buona prestazione per il Taranto sconfitto forse oltre i propri demeriti. Una partita che ha però dimostrato ancora la necessità di rinforzare la squadra. Capuano ha messo in campo una formazione più logica rispetto all’ultima di Di Costanzo, ma il ritardo di condizione di alcuni elementi, l’indisponibilità di altri, l’inesperienza in ruoli nevralgici e la panchina senza alternative capaci di far svoltare la partita, rendono attualmente una scommessa il raggiungimento della salvezza.


TURRIS-TARANTO 2-1

TURRIS (3-4-3): 33 Perina,3 Frascatore,4 Acquadro (15’st Gallo),7 Ercolano,9 Santaniello (26’Maniero),10 Giannone (15’st Taugourdeau),11 Leonetti (26’st Longo),15 Haoudi,16 Manzi,21 Di Nunzio (30’st Boccia),31 Contessa. A disposizione: 1 Donini,77 Pasolino,2 Vitiello,5 Taugourdeau,6 Boccia,14 Di Franco,17 Nocerino,18 Stampete,19 Maniero,20 Invernizzi,30 Finardi,88 Gallo,91 Longo. Allenatore Pasquale Padalino
TARANTO (3-5-2): 12 Russo, 4 Antonini, 6 Manetta, 10 Labriola, 11 Guida,18 De Maria (36’st Infantino), 24 Evangelisti (1’st Mastromonaco), 33 Vona, 54 Brandi (29’st D’Egidio),96 Romano,99 La Monica (1’st Tommasini). A Disposizione: 1 Loliva,22 Martorel,7 D’Egidio,9 Infantino,17 Granata,19 Panattoni,20 Maiorino,21 Mazza,25 Sakoa,72 Mastromonaco,81 Tommasini. Allenatore Ezio Capuano
Arbitro: Claudio Petrella di Viterbo
Assistenti: Nana Tchato di Aprilia, Iacovacci di Latina
Quarto Ufficiale: Mucera di Palermo
Marcatori: 11’ Guida, 37’ Frascatore, 80′ Longo
Ammoniti: 32’pt Labriola, 50’ Romano, 56’ Manetta, 64’ Antonini , 77’ Maniero
Angoli: 4-2.
Recupero: 0’pt e 5’st.
Note: trasferta vietata per i tifosi del Taranto

Write A Comment