Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Taranto, prestazione d’orgoglio e pari col Crotone

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Il Taranto si rialza e con una prestazione di grande intensità strappa un pareggio al Crotone, squadra che si presentava allo Iacovone da vicecapolista e con il pronostico quasi interamente a favore.

Ha invece avuto ragione Franco Lerda, ex rossoblu da calciatore e ora tecnico dei calabresi, che temeva l’incontro di Taranto, forse più per scaramanzia che per vera convinzione.

La strigliata di Capuano, squalificato e sostituito dal vice Volini, ha avuto effetto sulla debole autostima dei suoi, stavolta più presenti in campo e decisi a riscattare la pessima prestazione di Avellino.
Il tecnico rossoblu cambia diversi elementi nella formazione iniziale, con Evangelisti relegato in panchina e Formiconi terzo di sinistra difensivo, mentre in avanti rientra dal 1′ Tommasini, che sarà autore di una rete e diversi spunti che hanno messo in soggezione la difesa crotonese.

Dal canto suo Lerda consegna le chiavi del centrocampo a Petriccione, mentre Chiricò è l’uomo in più di una squadra costruita per vincere.

La partita è scoppiettante sin dall’inizio. Al 5′ alla prima occasione i rossoblu di casa passano con un colpo di testa del solito Antonini sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
La reazione del Crotone non tarda a venire con Chiricò che con un tiro a giro dal limite colpisce il palo al 13′. Poco dopo Diaby deve abbandonare il campo dopo uno scontro di gioco, sostituito da Vona che si posiziona in difesa mentre Formiconi sale a centrocampo da esterno destro.

Al 22′ arriva il pareggio di Chiricò, che praticamente dalla stessa posizione di qualche minuto prima, colpisce di piattone infilando Vannucchi.
Il Crotone gestisce il possesso palla, attuando una pressione continua nella metà campo tarantina. I rossoblu di casa agiscono prettamente in ripartenza. Proprio su una di queste, al 43′ arriva il raddoppio di Tommasini, che di testa raccoglie un cross perfetto di Mastromonaco e trova la prima rete in campionato.

Nella ripresa il Crotone la pareggia quasi subito: al 54′ è Mogos di testa a battere a rete da posizione centrale, forse lasciato colpevolmente troppo solo in area.
La gara continua con i calabresi costantemente nella metà campo tarantina, ma è il Taranto ad avere le due occasioni migliori per portare a casa i 3 punti. La prima al 73′ con un bravissimo Tommasini abile a penetrare in area eludendo i centrali del Crotone ma non riuscendo a concludere a rete per la chiusura del numero uno ospite Dini. La seconda ancora più clamorosa, al 93′, un contropiede che porta alla conclusione in sequenza di Ferrara, Mastromonaco e Guida, con un salvataggio sulla linea sul tiro del trequartista.

Finisce così sul 2-2 dopo oltre 7′ di recupero, un risultato tutto sommato giusto per quanto visto in campo.

RETI: 5’ Antonini (T), 22’ Chiricò (C), 45’+3 Tommasini (T), 54’ Mogos (C)

🟥TARANTO 352: Vannucchi; Formiconi, Antonini, Manetta; Mastromonaco, Mazza (52’ Chapi Romano), Labriola, Diaby (18’ Vona), Ferrara; Guida, Tommasini (82’ La Monica). Panchina: Loliva, Caputo, Granata, Maiorino, Evangelisti, Sakoa, Marini. All. Volini (Capuano squalificato).
CROTONE 433: Dini; Calapai (75’ Crialese), Golemic, Cuomo, Mogos; Petriccione, Carraro (89’ Rojas), Awua (51’ Tribuzzi); Chiricò, Tumminiello (51’ Bernardotto), Kargbo (51’ Pannitteri). Panchina: Branduani, Gattuso, Giron, Bove, Vitale, Papini, Panico. All. Lerda.

ARBITRO: Stefano Nicolini di Brescia. Assistenti: Costin Del Santo Spataru di Siena e Andrea Cravotta di Città di Castello. IV: Giorgio Vergaro di Bari.

AMMONITI: Ferrara, Marini, Vona, Manetta, Vannucchi (T); Petriccione, Tribuzzi (C).
Spettatori 406, di cui 150 provenienti da Crotone.
Recuperi 5’/8’.
Angoli 4-4.

Write A Comment