Breaking
Ad
Ad
Ad
Gli avversari dei rossoblu

Taranto mai vincente a Catanzaro

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Le sfide degli anni ’70 nel periodo d’oro di entrambe le formazioni, con gli eterni simboli Iacovone e Palanca sugli scudi. Stadio ostico per i rossoblu, mai vittoriosi a Catanzaro.

Per il Taranto in gol tra gli altri Bruno Beretti, Graziano Gori, Carlo Jacomuzzi, Loriano Cipriani e la doppietta di Angelo Paina del ’73. Nell’ultimo precedente, in gol Giovinco, ora in rossoblu.

19 precedenti in terra calabrese tra Catanzaro e Taranto, di cui 11 disputati in B, 5 in C e 3 in C2, con un bilancio che vede i padroni di casa mai sconfitti dai rossoblu che hanno racimolato solo 8 pareggi e subìto 11 sconfitte. 32 a 10 il conto dei gol.

La sconfitta più pesante nel primo precedente datato 1947, quando i giallorossi s’imposero per 4-0 con una tripletta di Venditto. Risultato più frequente l’1-1, finale in 5 occasioni. Solo 2 invece gli 0-0. Unica volta in cui il Taranto ha segnato più di un gol nel pareggio per 2-2 del febbraio ’73.

Il 16 febbraio del 1947 Catanzaro e Taranto si affrontano per la prima volta nella storia, in serie B. La vittoria arride ai calabresi che rifilano 4 reti ad un Taranto meglio piazzato in classifica. Il tecnico del Catanzaro era “il maestroPietro Piselli che un anno dopo siederà sulla panchina rossoblu dell’Arsenaltaranto ottenendo il terzo posto finale, tutt’ora il miglior piazzamento di sempre per i rossoblu in serie B, seppur non a girone unico.

Taranto che ha avuto vita difficile a Catanzaro anche negli anni delle promozioni, come nel campionato di serie C ’53-’54 quando finì 4-1 per i giallorossi.

Per il primo punto dei rossoblu bisognerà attendere il 1969-70, in B, con il primo dei due 0-0 ottenuto peraltro in campo neutro a Brindisi per squalifica dello stadio calabrese.

Il 23 dicembre del ’73, a seguito della sconfitta a Catanzaro per 1-0, il presidente del Taranto Di Maggio decise di esautorare il tecnico Invernizzi affiancandogli in panchina il semisconosciuto Di Bella per via del pessimo avvio di stagione inferiore alle aspettative. In seguito dovette ritornare sulla decisione, a causa della pesante contestazione dei tifosi, favorevoli al mister ex Inter. Di Maggio però maturò l’idea di lasciare la presidenza ad altri.

Nel ’70 il gol di Bruno Beretti evitava la sconfitta dopo che il Catanzaro si era portato in vantaggio con Maurizio Gori.

Nel ’73, unica volta in cui i rossoblu segnarono più di un gol nel 2-2 firmato Paina, che pareggiò la doppietta del catanzarese Spelta.3 dei 4 gol furono realizzati su rigore.

Nel ’75 importante pareggio per 1-1 con gol di Jacomuzzi dopo l’iniziale vantaggio firmato da Massimo Palanca. A fine stagione rossoblu salvi per un punto, Catanzaro che perderà lo spareggio per la A col Verona.

Promozione in A comunque rimandata all’anno seguente per il Catanzaro. Contro il Taranto nel ’76 finisce 2-1 con gol di Improta a 3′ dal 90′. Per il Taranto in rete Graziano Gori.

Nel ’77, la rete di Erasmo Iacovone che vinse il confronto personale col bomber calabrese Palanca, consegnando il pareggio ai rossoblu dopo il vantaggio giallorosso siglato dal terzino Banelli.

Nell’87-88 e 88-89 due sconfitte consecutive per 2-0 con l’eterno Massimo Palanca in gol in entrambe le partite.

Loriano Cipriani in rete nel maggio del ’96 per il punto che regala la salvezza matematica al Taranto.

Cipriani protagonista in negativo invece nel settembre ’96: gol di Polidori al 2′ e partita indirizzata per il Catanzaro. Al 55′ però il Taranto ha l’occasione per pareggiare grazie ad un rigore concesso dall’arbitro Evangelista di Avellino. Cipriani però fallisce il tiro dal dischetto.

Non sbaglia invece Danilo Vitali dagli undici metri nel 2001, il suo gol vale l’1-1 finale. Poco dopo il terzino sinistro rossoblu viene espulso col calabrese Caggianelli per reciproche scorrettezze.

Secondo 0-0 nel 2003, con il Taranto schiacciato dal pronostico sfavorevole ma che ottiene un punto insperato contro il Catanzaro di Braglia, Toledo, Pastore e Corona.

Ultimo precedente nel 2016, sconfitta per 3-1 ed esonero per Aldo Papagni che resta così ad una sola partita da quota cento panchine col Taranto. In gol per i calabresi l’ex Vito Di Bari e l’attuale trequartista rossoblu Giuseppe Giovinco.
Gol del Taranto di Pietro Balistreri.

16 febbraio 1947 serie B
Catanzaro Taranto 4-0
10′ Robotti, 47′, 57′ e 64′ Venditto

1 aprile 1951 serie C
Catanzaro Arsenaltaranto 3-0
25′ Geraci, 38′ Ziletti, 61′ Alò

21 ottobre 1951 serie C
Catanzaro Arsenaltaranto 1-0
63′ Marini.

14 marzo 1954 serie C
Catanzaro Arsenaltaranto 4-1
2′ e 20′ Corti, 62′ e 70′ Altobello, 78′ Castignani (Ta)

4 ottobre 1959 serie B
Catanzaro Taranto 2-0
31′ Florio, 38′ Fanello

12 ottobre 1969 serie B
Catanzaro Taranto 0-0

18 ottobre 1970 serie B
Catanzaro Taranto 1-1
22′ (r) Gori, 72′ Beretti (Ta)

4 febbraio 1973 serie B
Catanzaro Taranto 2-2
20′ Paina (Ta), 53′ (r) e 69′ (r) Spelta, 72′ (r) Paina (Ta)

23 dicembre 1973 serie B
Catanzaro Taranto 1-0
37′ Petrini

11 maggio 1975 serie B
Catanzaro Taranto 1-1
48′ Palanca, 56′ Jacomuzzi (TA).

29 febbraio 1976 serie B
Catanzaro Taranto 2-1
24′ Caputi (a), 70′ Gori, 87′ Improta (Cz)

2 ottobre 1977 serie B
Catanzaro Taranto 1-1
60′ Banelli (Cz), 68′ Iacovone

27 marzo 1988 serie B
Catanzaro Taranto 2-0
23′ Cascione, 61′ Palanca

8 gennaio 1989 serie B
Catanzaro Taranto 2-0
35′ Palanca, 85′ Rispoli

19 maggio 1996 serie C2
Catanzaro Taranto 1-1
40′ Cipriani, 45′ Celano

15 settembre 1996 serie C2
Catanzaro Taranto 1-0
2′ Polidori

7 gennaio 2001 serie C1
Catanzaro Taranto 1-1
35′ Di Corcia (Cz), 79′ Vitali (r)

23 novembre 2003 serie C1
Catanzaro Taranto 0-0

9 ottobre 2016 serie C1
Catanzaro Taranto 3-1
10′ Cascione (r), 13′ Di Bari, 53′ Giovinco, 73′ Balistreri (Ta)

Fonte statistiche passionerossoblu.it, foto in home il Taranto 1977-78

Write A Comment