Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Taranto innocuo, Bitonto vince con un tiro

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Il Bitonto s’impone per 1-0 sul Taranto al termine di una partita che è il riassunto di ciò che raccontiamo da inizio stagione.

Un Taranto che recrimina sull’inconcludenza della propria fase offensiva, anche se stavolta le occasioni non sono mancate. A nulla valgono 96′ di netta superiorità sul piano del gioco e della qualità generale mostrata in campo, al cospetto di un avversario che riesce a fare ciò che ai nostri sembra quasi impossibile: un gol.

Laterza, squalificato e sostituito dal suo secondo Lentini in panchina, manda in campo l’11 titolare, con i rientri di Matute e Diaz al posto di Marsili e Abayian.
Il Bitonto schiera Biason da centrale difensivo, il che è tutto dire sulla incapacità di pungere del reparto offensivo rossoblu anche al cospetto di un giocatore schierato in un ruolo non propriamente suo.

Seppur rendendosi più pericoloso del Bitonto, il Taranto pecca come al solito nella conclusione o nell’ultimo passaggio. In definitiva, anche l’ottimo Figliola, certamente il migliore in campo con parate decisive sopratutto su Falcone ad inizio partita e su Diaz nella ripresa, ha beneficiato della poca convinzione e cattiveria agonistica nelle conclusioni a rete dei nostri.

Bitonto che ha meritato, anche per via del vantaggio raggiunto in inferiorità numerica per l’espulsione di Colella ad inizio ripresa e che ha terminato la gara addirittura in 9 negli ultimi 8′, recupero compreso. Il gol della vittoria siglato dall’unico tarantino in campo, Leonardo Taurino, già frutto di quel vivaio rossoblu dissoltosi all’indomani del nefasto 2012, che anticipa tutti sul primo palo spizzando di testa su corner. Per la cronaca, il bravo Leonardo ha evitato l’esultanza esagerata.

Ora la vetta si allontana e, con un attacco così asfittico dai numeri impietosi, è davvero arduo ipotizzare improvvise marce trionfali dei rossoblu.

BITONTO-TARANTO 1-0

Marcatore: 62’ Taurino

BITONTO 352:
Figliola; Petta, Biason, Colella; Di Modugno, Mariani, Capece (59’ Nocerino), Montinaro (77’ Piarulli), Nannola (87’ Esposito); Taurino (68’ Triarico), Lattanzio (74’ Palazzo). 
In panchina: Zinfollino, Silvio Colella, Zaccaria, Caruso. All. Loseto.

TARANTO 433:
Ciezkowski; Boccia (90’ Marrazzo), Guastamacchia, Rizzo, Ferrara (86’ Santarpia); Matute (59’ Abayian), Tissone, Diaby (86’ Acquadro); Guaita (74’ Mastromonaco), Diaz, Falcone. 
In panchina: Caccetta, Shehu, Gonzalez, Serafino. All. Lentini (Laterza squalificato).

ARBITRO: Cristian Robilotta di Sala Consilina
AMMONITI: Capece, Biason, Petta (B); Ferrara (T).
ESPULSI: Colella (B) al 56’ per doppia ammonizione. Palazzo (B) all’88 rosso diretto per fallo a gioco fermo.
Recuperi 2’/6’.
Angoli 3-5.

Write A Comment