Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Taranto, il nuovo tecnico sarà un esperto e vincente

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Il titolo di questo articolo è estrapolato direttamente dalle parole di Massimo Giove. Il presidente rossoblu, pur ringraziando Panarelli per il lavoro svolto, ha annunciato nel dopo partita di Cerignola, il cambio della guida tecnica per la prossima stagione.

Forse in un impeto emotivo, la dichiarazione inaspettata a margine della disfatta in terra dauna, seppur poco elegante, ha ottenuto comunque un risultato di non poco conto: la tifoseria, pur mortificata e arrabbiata per l’esito della finale, ha avuto subito un altro argomento su cui concentrare l’attenzione.

Il prossimo tecnico quindi sarà un allenatore di esperienza che ha già vinto titoli. L’ipotesi più gettonata è quella che porta a Nicola Ragno, autore di due promozioni dalla D alla C con Bisceglie e Potenza. Già vicino al Taranto la scorsa estate, preferì restare a Potenza e giocarsi le sue carte in C.

Le cose non sono andate per il verso giusto né per Ragno, esonerato dopo poche giornate, né per il Taranto, come tutti sappiamo.

L’identikit di Giove però potrebbe suggerire altri due nomi vincenti nel girone H: uno accostato al Taranto anche l’anno scorso, cioè l’ex Andria Favarin, attualmente impegnato alla Lucchese nel playout di C. Dal carattere sanguigno e spigoloso, è un tecnico che imprime certamente un tasso agonistico molto spiccato nelle sue squadre.

Qualche sito ha indicato anche Domenico Giacomarro, fresco vincitore del girone col Picerno, anche se siamo propensi ad escludere tale ipotesi in quanto lo stesso Giove, pur elogiando il tecnico, ha avanzato dei dubbi sul tipo di gioco proposto, forse troppo attendista per un pubblico come quello dello Iacovone.

In ultimo, anche Dino Bitetto che in due anni, con due finali playoff vinte sempre contro il Taranto, ha praticamente portato in C la Cavese e il Cerignola.

Tecnici esperti e vincenti. Scopriremo a breve chi sceglierà il Taranto per ritentare ancora una volta il ritorno tra i professionisti se non dovesse materializzarsi l’ipotesi ripescaggio.

Write A Comment