Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Taranto, i records da evitare

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Numeri impietosi per il Taranto stagione 2019-20.
A 8 partite dal termine del campionato, i rossoblu hanno quantomeno il dovere di evitare di trasformare un’annata già fallimentare in una da records… negativi.

Nelle precedenti 11 stagioni in D, il Taranto ha vinto un solo campionato, è arrivato 4 volte secondo, una volta terzo e tre volte quarto.
La sesta posizione odierna è il terzo peggior piazzamento di sempre dopo le due stagioni di D più complicate, quelle del 1997-98 e del 2012-13.

Di seguito tutti i records negativi che i rossoblu dovranno cercare di evitare ed un paio che (purtroppo) hanno già superato:

– minor numero di punti conquistati: 50 nel 2012-13 ed anche nel ’97-’98, ma a 19 squadre, ora il Taranto è a 40;
– maggior numero di sconfitte: 12 nel 2012-13, ora siamo a 10 ;
– peggior piazzamento di sempre in D: in assoluto il 10º posto nel ’97-’98 a 19 squadre; 7º posto nel 2012-13 a 18);
– minor numero di gol fatti:
40 nel ’97-’98 in 36 gare, media 1,11; adesso il Taranto è fermo a 32 realizzazioni da 4 gare a questa parte, media 1,26).

Già battuti invece due record, forse i più inaspettati, almeno per le premesse di inizio stagione:

– record negativo di sconfitte in casa, 6 in totale (compreso lo stop a tavolino col Cerignola). Il precedente record era di 5 sconfitte nel ’98-’99.

– record di partite senza andare in gol, 13 (sempre compresa la gara con il Cerignola), mentre nel 2012-13 le partite “in bianco” furono 11.
Anche se restassero 13, la media (38,2%) sarebbe comunque superiore a quella del 1994-95, prima stagione in D della storia: anche allora 13 gare in totale senza gol, ma in un girone a 20 squadre (34,2%).



Write A Comment