Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Taranto da Bollino Viola…che vuol dire vittoria.

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Un Taranto bello a fasi alterne in questa domenica incerta dal punto di vista metereologico, nel primo tempo lascia terreno giocare agli uomini di Favarin, che cercano di andar in vantaggio con un colpo di testa ravvicinato di Mancino sul quale pero il sempre presente Mauroantonio non si fa sorprendere. Dopo una lieve supremazia territoriale della Fidelis, il Taranto trova il vantaggio con una bella azione orchestrata da Bobb, che lancia De Giorgi sulla destra che con un guizzo arriva sul fondo, crossa una palla telecomandata sulla testa di Bollino, il quale non si fa trovare impreparato  e mette la palla in rete con un preciso colpo di testa. I minuti dopo il vantaggio trascorrono con fasi di gioco a centrocampo fino ad arrivare al trentanovesimo quando un’ altra azione partita da De Giorgi potrebbe mandare Garcia in rete  però la conclusione dello spagnolo di testa è di poco alta sulla traversa.

Nella ripresa c’è solo Taranto in campo che tenta più volte di mettere al sicuro il vantaggio, prima con Bollino, che si trova a tu per tu con il portiere Pop e scaglia un diagonale che finisce fuori alla destra dell’estremo difensore andriese. Successivamente è Magnaghi che con un tiro decisamente fuori misura fa avanzare la linea d’attacco rossoblu. Nel secondo quarto d’ora della ripresa cominciano i cambi di mister Pagani il quale fa entrare prima Nigro per l’ottimo Bobb e poi Viola per un affaticato Balistreri.

L’Andria tenta qualche sortita in attacco senza nessun esito. La terza sostituzione dei rossoblu vede l’ingresso di Balzano per Magnaghi anche lui visibilmente affaticato. Concitatissimi i minuti finali della partita durante i quali prima nella metà campo tarantina si rende pericolosa l’Andria con un calcio di punizione dal limite, che però impatta sulla barriera, sulla ribattuta della stessa, parte un contropiede sul quale un ottimo Viola guadagna a sua volta una punizione dal limite dell’area avversaria.  Si arriva così nei minuti di recupero durante i quali dopo un disimpegno in area rossoblu nasce un passaggio per Bollino che mette una col compasso una palla sui piedi di Viola che  brucia sul tempo il difensore avversario che insegue il fantasista rossoblu fino alla propria area di rigore atterrandolo. L’arbitro non ha dubbi e fischia il rigore per il Taranto. E’ lo stesso Viola a realizzare il raddoppio per il Taranto a tempo praticamente scaduto.

Un bel Taranto a fasi alterne ma che finalmene riesce a creare gioco e a momenti divertire il pubblico presente allo Iacovone. Anche questi tre punti sono un’ ottima dote in ottica salvezza.

Tabellino

Campionato di Lega Pro, Girone C – 5^ Giornata di Andata (Domenica 18/09/2016)
Taranto – Stadio “Erasmo Iacovone”
TARANTO-FIDELIS ANDRIA 2-0
Reti: pt 26′ Bollino (TA), st 50′ Viola (rig.) (TA)
TARANTO (3-4-1-2): Maurantonio; Altobello, Stendardo, Pambianchi; De Giorgi, Lo Sicco, Bobb (11′ st Nigro), Garcia; Bollino; Balistreri (18′ st Viola), Magnaghi (34′ st Balzano). A disp.: Pizzaleo, Paolucci, Potenza, De Salve, Cardea, Langellotti, Cedric, De Toni. All.: Aldo Papagni.
FIDELIS ANDRIA (4-2-3-1): Pop; Tartaglia, Allegrini, Aya, Tito; Piccinni, Matera (26′ st Starita); Onescu, Cruz (15′ st Volpicelli), Mancino (36′ st Berardino); Fall. A disp.: Cilli, Valotti, Rada, Colella, Masiero, Minicucci, Ovalle, Curcio. All.: Giancarlo Favarin.
Arbitro: Giosuè Mauro D’Apice di Arezzo (Thomas Ruggieri di Pescara – Andrea Micaroni di Pescara)
Ammoniti: Lo Sicco (TA), Bollino (TA), Matera (FA); De Giorgi (TA), Allegrini (FA), Piccinni (FA), Berardino (FA), Viola (TA), Onescu (FA)
Espulsi: /
Corner: 2-5
Recupero: pt 1′, st 5′
Note: Gara giocata alle ore 20:30; Spettatori circa 4000;

Write A Comment