Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Taranto e Bari non si fanno male

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Fonte DARIO GALLITELLI per CosmoPolisMedia

Gara gagliarda dei ragazzi di Laterza che davanti ad una cornice di pubblico di categoria superiore non demeritano

Finisce zero a zero il derby dello Iacovone. Gara vera tra due squadre che non si sono risparmiate e che hanno provato a portare a casa tre punti che avrebbero avuto un valore particolare per entrambe le tifoserie.
La prima sorpresa della gara la offre Peppe Laterza che schiera dal primo minuto Vittorio Antonino in luogo di Chiorra. A centrocampo si rivede Max Marsili mentre davanti spazio al tandem composto da Saraniti e Giovinco. Negli ospiti nessuna sorpresa con Mignani che si affida ad Antenucci per scardinare la retroguardia jonica.

PRIMO TEMPO L’inerzia della gara fin da subito risiede stabilmente nei piedi dei calciatori del Bari che al nono sfiorano il vantaggio con una percussione di Mallamo deviata in angolo da Granata. Al tredicesimo ancora a Bari sugli scudi con Ricci che buca la difesa di casa e riesce a calciare in equilibrio precario chiamando agli straordinari Antonino, abile ad allungare la manona sul palo lungo concedendo ancora calcio d’angolo. Nella parte centrale della prima frazione il Taranto prova a forzare la mano affidandosi alle ripartenze orchestrate prima da Falcone e poi da Giovinco, senza tuttavia riuscire ad impensierire l’ inoperoso Polverino. Alla mezz’ora brivido per il Bari quando Mastromonaco s’ invola sull’out di destra ed innesca Giovinco, che in tuffo di testa manca la sfera di qualche centimetro graziando la formazione di Mignani.

SECONDO TEMPO Le formazioni che riguardano il terreno di gioco nella ripresa non presentano variazioni, confermando gli stessi undici scesi in campo nella prima frazione. Al settimo minuto squillo del Bari con Antenucci che si libera sullo spigolo sinistro dell’area di rigore e ci prova col piede buono mettendo alto sulla trasversale. Al 14′ Mignani getta nella mischia Botta e Mazzotta in luogo di Galano e Ricci, alzando così il tasso tecnico della sua squadra. Al ventiseiesimo Laterza spariglia le carte mettendo dentro Manneh, Pacilli e Santarpia in luogo di Falcone, Giovinco e Mastromonaco. Nonostante le forze fresche il pallino del gioco continua ad essere sempre nei piedi della compagine barese che al trentaduesimo sfiora il vantaggio con una parabola perfetta di Botta che sibila sul palo lungo della porta di Antonino prima di terminare sui tabelloni. L’ultima emozione del derby la regala Pacilli che in pieno recupero stende Botta a palla lontana rimediando il rosso che chiude di fatto un derby che ha visto l’undici di casa giocarsela alla pari con i quotati i cugini.


Write A Comment