Breaking
Ad
Ad
Ad
SERIE D

Stagioni a confronto, non sempre chi parte bene…

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Il Taranto incassa la terza sconfitta in campionato, seconda consecutiva e scivola a centro classifica, a -4 dalla vetta.

C’è poco da stare allegri visto le aspettative, per ora disattese, di inizio stagione. Ma non è il peggior inizio di campionato da quando siamo tornati in D, cioè dal 2012-13.

Tralasciando il nefasto campionato di C del 2016-17, il Taranto in D ha avuto spesso partenze difficili, tranne in due occasioni. Il risultato però è stato spesso capovolto a fine stagione, anche se come tutti sappiamo, mai si è riusciti ad agguantare la prima posizione all’ultima di campionato.

Iniziamo col dire che questa di Ragno è la terza peggior partenza in termini di punti conquistati (9), su sei campionati, quindi è la quarta miglior prestazione capovolgendo il punto di vista, dopo quelle di Cazzarò del 2015-16, 1º con 16 punti alla 6ª giornata, di Panarelli la scorsa annata, 1º con 14 punti e di Favo 5º con 10 punti nel 2014-15.

In termini di distacco dalla vetta però il -4 è il terzo miglior risultato dopo i primi posti di Cazzarò e Panarelli.
Favo alla 6ª era già a -8, Maiuri a -7, Pettinicchio appena subentrato a Napoli a -11 e Cazzarò subentrato a Cozza addirittura a -12.

La storia parla comunque di grandi rimonte incompiute nel 2013-14, con Papagni subentrato a Maiuri che da -7 dal Marcianise arriverà a -2 dal Matera di Colummella, pareggiando l’ultima proprio a Marcianise contro l’ex capolista e stabilendo il minimo distacco in D dalla vetta dal 1999-00, quando il Taranto perse la C2 per 1 punto dal Campobasso (76 a 75).

Situazione simile nel 2014-15, con Cazzarò che porta il Taranto ancora al secondo posto dal -8 iniziale dal Gallipoli al -5 dall’Andria.

Destino opposto nelle due stagioni in cui il Taranto era primo alla 6ª giornata, nel 2015-16, con la Virtus Francavilla che vincerà per tre punti sul Taranto del rientrante Cazzarò e nello scorso anno, con Panarelli che scivola dal primo al terzo posto a -7 dal Picerno, nonostante il miglior score di punti totali (71) al termine della stagione di tutte e sei le stagioni in D recenti, seconda migliore prestazione dopo il campionato di D 1999-00 (75).

Le rimonte riuscite da parte di Matera (da -4 dalla vetta a +2 ), Andria (da -5 a +5) Virtus Francavilla su Taranto (da -5 a +3) e Picerno (da -2 a più 3). Quindi in due occasioni anche il -5 dalla vetta alla sesta giornata è stato recuperato, ed anche un -4 in una circostanza.

In quanto a sconfitte iniziali, Favo, Cazzarò e Panarelli hanno iniziato le rispettive stagioni con 0 sconfitte in sei gare, due per Maiuri, 4 per Napoli/Pettinicchio e Cozza/Cazzarò.

Ecco la situazione alla 6ª giornata negli ultimi sei campionati di serie D:

2012-13 Ischia 15 Taranto 4 (15º)
Allenatore Napoli (4 sconfitte) dalla 6ª Pettinicchio
A fine stagione:
Ischia 86pt, Taranto 7º a 50pt

2013-14 Marcianise 15 Matera 11 (4º ) Taranto 8 (8º)
Allenatore Maiuri (2 sconfitte) dalla 8ª Papagni
A fine stagione:
Matera 64pt, Taranto 2º a 62pt

2014-15 Gallipoli 18 Andria 13 (2º) Taranto 10 (5º)
Allenatore Favo (0 sconfitte) dalla 20ª Battistini, dalla 27ª Cazzarò
A fine stagione:
Andria 74pt, Taranto 2º a 69pt

2015-16 Taranto 1º a pt. 16 Virtus Francavilla 11 (6º)
Allenatore Cazzarò (0 sconfitte) dalla 12ª Campilongo dalla 22ª Cazzarò
A fine stagione:
Virtus Francavilla 66pt, Taranto 2º a 63

2017-18 Potenza 18 Taranto 6 (10º)
Allenatore Cozza dalla 4ª Cazzarò (4 sconfitte)
A fine stagione:
Potenza 81pt, Taranto 4º a 68pt

2018-19 Taranto 1º a 14pt Picerno 12 (3º)
Allenatore Panarelli (0 sconfitte)
A fine stagione:
Picerno 78pt, Taranto 3º a 71pt

Write A Comment