Breaking
Ad
Ad
Ad
CALCIO

Stadi, iscrizioni e ripescaggi, sarà estate calda

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Come riportato dal sito “gazzettarossoblu.it” a San Benedetto del Tronto si stanno attrezzando per interventi allo stadio necessari per l’iscrizione al prossimo campionato di serie C:

“Una manciata di giorni al prossimo consiglio comunale, in calendario il 12 aprile. Si parlerà anche di Riviera delle Palme, sul quale dovranno essere compiuti interventi definiti urgenti.

Dopo le nuove disposizioni dalla Lega Pro lo stadio sambenedettese dovrà disporre di singole sedute, in soldoni i seggiolini, anche nel settore “distinti”. La spesa oscilla tra i 250 e i 300 mila euro per 8mila postazioni.

Non sarebbe tutto. La cifra è destinata a crescere intorno ai 320mila euro. Sarà infatti necessario ristrutturare uffici e sala stampa, locati invece sotto la tribuna Bergamasco. I lavori inizieranno contestualmente col la fine della stagione e saranno uno dei requisiti fondamentali per l’iscrivere al campionato 2019/2020, salvo sanatorie in corso d’opera concesse dalla Lega.”

Ultimamente si era appreso che anche a Torre del Greco, in ottica ripescaggio, si stessero muovendo per l’installazione di sediolini con un’ipotesi poi scartata di utilizzare i sediolini dismessi del San Paolo (fonte tuttoturris):

“Se da un lato la Lega Pro ha dato parere abbastanza positivo sugli interventi da realizzare per l’adeguamento del sintetico dell’Amerigo Liguori, dall’altra invece non ha dato il proprio placet in merito all’installazione dei 4mila sediolini del San Paolo, ipotesi paventata nei giorni scorsi dal fronte istituzionale, visto che l’impianto di Fuorigrotta dovrà sostituirli per le imminenti Universiadi. A rivelarlo è il quotidiano Il Mattino, il quale spiega che “Le sedute dell’impianto di Fuorigrotta non rientrano nei parametri della serie C: toccherà dunque al Comune farsi carico anche di questa ulteriore spesa per la messa a punto del Liguori in ottica ripescaggio”. 

Intanto non si capisce quale sarà effettivamente la direzione che assumerà la federazione per i ripescaggi in C. Ecco cosa ha dichiarato il presidente della Nocerina Maiorino (sempre sempre a tuttoturris):

“Anche la Nocerina interessata al ripescaggio. A confermarlo il presidente Maiorino al quotidiano La Città: “Il mio primo obiettivo è di raggiungere al più presto la categoria superiore. Sul ripescaggio potrò dire qualcosa in più quando usciranno le nuove regole. Non nascondo che ho già chiamato la Lega per sapere un’anticipazione, però è  ancora presto. Forse se ne parlerà un po’ prima della fine del campionato”. 

Mentre a Cerignola continuano a costruire lo stadio da 8mila posti, a Bisceglie e Monopoli si lanciano allarmi sull’impianto cittadino, a Francavilla Fontana si continua con i lavori.

Insomma, l’adeguamento degli stadi spauracchio per molti. Avellino, Modena e altre giá in clima ripescaggio. Anche se la normativa è ancora lontana dall’essere svelata.

Write A Comment