Breaking
Ad
Ad
Ad
INTERNAZIONALE

Smith, il portiere che non sopportava la pressione

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Si ritira a 24 anni perché soffriva i commenti negativi sui social network: “ho avuto paura di giocare”. Eppure lo voleva Mourinho.

SOUTHEND-ON-SEA (Inghilterra)- Ha solo 24 anni e pochi mesi fa è stato a un passo dal trasferirsi alla corte di José Mourinho, al Tottenham. Eppure Ted Smith è già un ex calciatore. L’ex portiere del Southend, attualmente in League One, ha deciso di appendere i guanti al chiodo. E non ci sono stati infortuni che gli hanno impedito di proseguire la sua carriera, semplicemente il ragazzo ha perso la passione, come spiegato in un’intervista rilasciata al Telegraph: “Non è colpa mia, non sarei voluto arrivare a questo. Adoro le partite e gli allenamenti, ma la pressione è stata troppa per me. Ci ho impiegato molto tempo per valutare e prendere la decisione. Nella tua testa sai che stai per dire alla gente che stai lasciando un lavoro che è il sogno di tutti”.

Da Mourinho al ritiro

E pensare che Ted Smith era entrato nel calcio professionistico ed era vicino a fare il grande salto. Il Tottenham di José Mourinho aveva valutato il suo acquisto nell’ultimo giorno del mercato invernale, anche se alla fine non se ne fece nulla. Una sliding door che, forse, se fosse andata diversamente, avrebbe impedito il ritiro del ragazzo. Uno dei motivi principali che lo hanno portato a prendere questa decisione sono stati i commenti sui gol subiti e la paura di scendere in campo: “Dovresti goderti le partite e ci ho provato. Ci ho provato molte volte, ma non ci sono riuscito. Ho avuto paura di giocare. Dopo le partite guardavo i social network e quello che la gente diceva. Ogni volta ho sempre trovato due o tre commenti negativi dopo una brutta partita e mi sono rimasti impressi”.

L’esperienza di Smith

Smith ne ha voluto parlare anche per far sì che la sua esperienza possa servire agli altri: “Sicuramente ci sono più persone in questa situazione. Non so quante. Spero che ciò che dico possa aiutarle a vedere che c’è di più nella vita che vivere lo stress di una partita di calcio”. Nella sua breve carriera, Ted Smith ha giocato 32 partite professionistiche, tutte indossando la maglia del Southend. Le sue buone prestazioni lo hanno portato ad essere convocato con tutte le categorie inferiori della nazionale inglese, giocando nell’Under 18, Under 19 e Under 20.

Fonte corrieredellosport.it

Write A Comment