Breaking
Ad
Ad
Ad
Inchieste e curiosità

Situazione riaperture stadi in Europa, pienoni in Premier e Ligue 1

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Uno studio riporta la situazione delle aperture degli stadi al pubblico nei vari campionati europei: accesso libero in Israele, Svizzera, Austria, Inghilterra, Lituania, Lettonia, Danimarca, Repubblica Ceca e Francia. Tribune al 50% in Italia e Germania, mentre in Spagna decidono le autorità locali

Iniziano i campionati in Europa e saltano subito all’occhio i pienoni (fantastici) di Psg-Strasburgo e Tottenham-City.
Come riportato da gazzetta.it che fa riferimento allo “Leagues Competitions Overview Season 2021/22”, studio realizzato dalle Leghe europee alla vigilia della nuova stagione, in nove campionati europei gli stadi potranno essere riempiti al 100 per cento nel 2021-22. Tra i campionati maggiori, Inghilterra e appunto Francia.

In Italia e Germania non si va oltre il 50 per cento della capienza degli impianti, con diverse limitazioni, a partire dal green pass in Italia.
Quest’ultimo, in vigore in Francia ed Italia, ha sortito due diverse posizioni: la riapertura totale in Francia e al 50% in Italia.

Il dato più interessante, –riporta gazzetta.it– riguarda naturalmente le limitazioni da pandemia. Israele è il torneo che concede più libertà: nessuna restrizione per i tifosi. Stadi pieni anche in Svizzera, Austria e Inghilterra. Idem in Lituania, ma con distanziamento sociale. Lettonia, Danimarca e Repubblica Ceca chiedono il green pass. Accesso libero anche in Francia, ma i prefetti potrebbero imporre limitazioni locali. Poi si comincia con i distinguo: la Grecia ammette l’80 per cento della capienza ma fino a un massimo di 25mila spettatori; la Romania parte dal 75 per cento che può arrivare al 100 nel caso gli spettatori siano vaccinati; Italia, Germania e Turchia il 50 per cento; in Spagna sono invece le autorità locali a decidere.

Un quadro che evidenzia la differenza di approccio tra i vari campionati ad uno stesso problema. Non possiamo dimenticare quanto visto nell’ultimo Europeo di calcio, con stadi semivuoti (in massimo 25mila per gli Azzurri all’Olimpico) ed altri stracolmi, come per le gare dell’Ungheria a Budapest o della Russia a San Pietroburgo. Per finire con i 60mila inglesi nella finale di Wembley.

Dando uno sguardo al resto del mondo, negli USA già da aprile scorso, gli stadi sono aperti a capienza totale per gli incontri di baseball e football, mentre l’intera Copa America è stata giocata senza pubblico (tranne 6500 invitati dalla Conmebol per la finale Argentina-Brasile). Stadi desolatamente vuoti anche per le Olimpiadi di Tokyo.

Insomma, Paese che vai… usanze (e regolamenti) che trovi.

Foto in home, il pubblico del New White Hart Lane, per Tottenham-Manchester City di ieri 15 agosto 2021, immagini Sky

Write A Comment