Breaking
Ad
Ad
Ad
CALCIO

Ritornare “Tifosi bambini”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

C siamo quasi ed è bellissimo.

Il 4 agosto così vicino, ma ogni attimo rossoblu cosi lontano arriverà e poi…
Già! E poi?

E poi dopo la festa eventuale (scaramanzia non manchi) servirà tornare bambini! Tornare allo stadio! Tornare a tifare come fanno i bambini: vedendo solo eroi vestiti di rossoblu. Abbiamo sofferto, polemizzato, sospettato e contestato ma oggi la verità è semplice: questa società ha mantenuto i patti ed ha fatto tutto per bene, smentendo uno dopo l’altro ogni “gufo” o “santone” (uno di quelli che ha il famoso amico in società o in FIGC e ne sa troppe). Un grande sforzo economico che,partito da un “nuovo” salvataggio, passando per un anno controverso, ci ha portato al 4 agosto. Dopo servirà tifare senza pretendere subito la luna, anche fidandosi di una società cui chiediamo programmazione e nella quale la Fondazione dovrà fare la sua parte collegando tifosi e dirigenti. Dovremo tornare a Tifare (la maiuscola non è casuale) come fanno i bambini che vedono solo maglie, pallone e reti che si gonfiano. Tornare a riempire lo Iacovone (un giorno anche in gradinata bassa) e far sentire di nuovo l’urlo che tanti avversari temevano, arricchito della rabbia accumulata in questi anni. Avremo grandi derby dal sapore antico (Lecce, Foggia) e affronteremo nemici giurati più o meno recenti (Catania, Matera, Andria) : una volta tanto godiamoCela!

curva_colorataIn quelle maglie ognuno di noi riveda l’eroe che lo fece innamorare (ammalare) del Taranto: da Petrovic a Spagnulo, da Selvaggi a Maiellaro, da Chimenti a DeVitis ma si guardi SOLO IL COLORE di maglie indossate da nuovi eroi cui chiediamo di meritarsele sudando e di onorare i sogni di noi eterni bambini ostinatamente innamorati del nostro Taranto.

di PASQUALE LECCE

Write A Comment