Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Recchia li farebbe giocare così…

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Interessante suggerimento tecnico durante 100SportMagazine del 3 settembre. Alla trasmissione di Gianni Sebastio erano ospiti l’esterno rossoblu Leo Guaita, il Ds Franco Sgrona e il tecnico Mimmo Recchia.

Proprio quest’ultimo, su precisa domanda di Sebastio, ha detto la sua sulle possibilità di questo Taranto in quanto a moduli di gioco, “suggerendo” un’opzione che dia allo stesso tempo equilibrio e permetta di schierare in campo quanti più giocatori “top” presenti in rosa, fermo restando le limitazioni degli under obbligatori.

L’ex mister a più riprese delle giovanili rossoblu ed ex attaccante sia del Taranto che del Casarano, prossimo avversario in campionato, indica in un modulo ad albero di natale (4-3-2-1) la soluzione a suo parere migliore per questo Taranto.

Abbiamo provato a schierare il Taranto seguendo il suo suggerimento, inserendo in formazione Galdean, unico regista attualmente in rosa, in luogo di una punta. Con uno schieramento che prevede due trequartisti da scegliere, sempre secondo Recchia, tra i tanti presenti in rosa.

Questo è una formazione che potrebbe scaturire dal modulo dettato dal mister:

Giappone tra i pali
Pelliccia Allegrini Manzo Ferrara, in difesa
Marino Galdean Matute, in mediana
Guaita D’Agostino, trequartisti
Genchi punta centrale

Un modulo che a prima vista offre garanzie di copertura di ogni zona del campo, infoltisce la mediana con un uomo d’ordine come Galdean e lascia ai due trequartisti una maggiore libertà di espressione dietro l’unica punta Genchi, a cui non resterebbe che tramutare in rete quanti più palloni possibili.

Resta il fatto che per vincere, al di là di nomi e moduli, bisogna comunque correre più degli avversari…

Write A Comment