Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Ragno in bilico, ma serve decisione ponderata

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Non sappiamo con certezza se Ragno sarà esonerato o se avrà ancora una chance dal presidente Giove.

La sconfitta, vergognosa nelle dimensioni, di ieri, toglie definitivamente il velo a tutte le contraddizioni di un progetto nato per stracciare il campionato ma che si ritrova dopo otto gare con una media da salvezza.

Il risultato è figlio di una squadra che si è dissolta come neve al sole dopo aver subito il gol dell’1-0. Evidente l’incapacità di reazione di fronte ad episodi sfavorevoli come i gol mancati da Genchi e Matute, prontamente puniti sul capovolgimento di fronte da Biason.

È un Taranto che, da inizio stagione, continua a fallire gol in avanti e a combinare disastri dietro, oltre che ad avere difficoltà sul piano atletico e tattico.

Ora c’è da correre ai ripari. Può farlo ancora Ragno? Difficile pensarlo.
Potrebbe insistere con le sue idee o stravolgere definitivamente squadra e assetto in campo. In attesa del mercato di dicembre, sempre che il distacco dalla vetta sia ancora colmabile.

Che sia un problema di giocatori, sopravvalutati e ormai sul viale del tramonto (soprattutto i più anziani)?
Il problema è che fino a dicembre bisogna fare con questi che abbiamo, con una sola speranza, non perdere ulteriore terreno dalla vetta e possibilmente recuperare qualche punto.

Serve però un cambio di rotta, che non può prescindere da un assetto in campo totalmente diverso e il recupero alla causa di giocatori attualmente accantonati, almeno parzialmente.

Il rischio di buttare all’aria un’altra stagione si sta materializzando, serve decisione rapida ma ponderata. Cambiare solo per cambiare non ha senso, anche se adesso è il momento di mettere i giocatori davanti alle proprie responsabilità.


Write A Comment