Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Ragno e Genchi… un anno dopo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Nicola Ragno e Giuseppe Genchi.
Il Taranto che vuole vincere riparte dalle prime due ufficializzazioni in entrata.

Uno, il tecnico ex Potenza e Bisceglie con cui ha già vinto il girone H della D.
L’altro, l’attaccante, anch’egli nell’ultima stagione a Potenza, di ritorno dopo tre stagioni e 50 gol già siglati in rossoblu in due campionati.

Si potrebbe dire che il loro arrivo al Taranto avviene con un anno di ritardo.
La corte serrata di Giove non ebbe l’esito sperato la scorsa estate. Si parlò di un presidente pronto a fare follie pur di riportare “Peppiniello” in riva allo Ionio.
Per Ragno addirittura sembrò, in una mezza giornata di un anno fa, che l’accordo fosse stato raggiunto. Anche una TV locale pugliese riportò la notizia, rivelatasi però non veritiera da lì a poche ore.

Il pressing di Caiata, presidente del Potenza, convinse Ragno ad accettare il rinnovo e tentare l’avventura in C. Lui che, per opportunità legate alla sua professione in banca, preferisce allenare in D. Tranne che l’offerta sia irrinunciabile.

Genchi invece optò per il trasferimento a Potenza dopo le due stagioni a Monopoli. Il suo addio al Taranto fu condito da polemiche con la vecchia proprietà, e qualche ex compagno di squadra di quell’annata, conclusasi con il playoff perso col Fondi. Un addio “digerito” dalla tifoseria grazie al ripescaggio ottenuto nel corso di quella stessa estate. Probabile comunque che lo scorso anno abbia prevalso la volontá di misurarsi ancora con la C.

Alla luce di com’è andata la stagione per il Taranto, ancora una volta costretto a veder vincere gli altri, per Ragno, esonerato dopo poche gare a Potenza e per Genchi, che ha fatto un buon campionato con i lucani ma con solo cinque reti all’attivo, giocando da esterno, possiamo dire che sia stato un anno perso per tutti.

Write A Comment