Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Pagni: “con Taranto avevo un capitolo aperto”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Un Danilo Pagni ermetico, ma che ha spiegato i motivi che l’hanno convinto ad accettare Taranto. Ecco i contenuti salienti della breve chiacchierata telefonica col nuovo Ds rossoblu.

-Direttore buonasera. Innanzitutto bentornato. Come mai Taranto nonostante l’interesse nei tuoi confronti di clubs di categoria superiore?

“Ho accettato Taranto innanzitutto perché avevo un capitolo aperto con i rossoblu, dato che dopo quella bellissima salvezza ottenuta a Sorrento nel 2009 sono stato scippato della possibilità di continuare con quella squadra a causa della cessione della società da parte di Blasi, che reputo un grandissimo presidente. È vero che ho avuto contatti con alcune società di B e C, Trapani e Feralpisalò, ma sono stato convinto dal progetto presentato dal presidente Giove e dal mio carissimo amico Galigani.”

-Si vociferava che il tuo ingaggio fosse vincolato ad un eventuale ripescaggio in C.

“Questo è nato dal fatto che all’inizio si era parlato in quest’ottica, ma poi Giove e Galigani sono stati “bravi” a convincermi anche per la D.”

-Che idea ti sei fatto della contestazione che c’è nei confronti della proprietà?

“Anche con Blasi c’era contestazione e che contestazione, i tifosi hanno ragione ad essere delusi, ma come sempre dico che bisogna stringersi attorno e fare quadrato, le vittorie non si ottengono mai da soli.”

-Come hai trovato Giove, l’hai visto colpito dalla contestazione?

“No tutt’altro, Giove è motivatissimo, l’ho trovato combattivo e convinto.”

-Attorno alla tua figura Giove vuole costruire un progetto triennale, hai intenzione di illustrarlo attraverso una conferenza stampa?

“È una domanda che va posta alla società ed all’addetto stampa. Un progetto triennale che porti ovviamente risultati positivi, che poi è nell’interesse di tutti.”

-Non potresti anticiparci qualcosa? Il Taranto in D partirà per vincere?

“Non voglio fare proclami e promesse. Dico solo che il Taranto non può limitarsi a partecipare.”

-Hai seguito le vicende del Taranto in questa ultima stagione, perché è naufragato tutto nonostante Ragno ed una squadra sulla carta molto forte?

“Non lo so, non voglio ficcare il naso o fare commenti sul lavoro di altri, era una buona squadra, ma non ho idea dei motivi per cui non si è fatto bene.”

-L’impressione dal di fuori era che mancasse un uomo forte a tenere in pugno la situazione…

“Ripeto, non posso parlare di cose che non conosco…”

Write A Comment