Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Pagelle, Sposito una parata che vale un gol

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Sposito 7
Una parata miracolo nel primo tempo, nell’unico vero tiro nello specchio della porta dell’Altamura. Poi attento nelle altre occasioni in cui è stato chiamato in causa.

De Caro 6
Avverte la responsabilità di giocare in una difesa rimaneggiata. Buona prestazione, anche se deve sempre migliorare in fase d’impostazione.

Benvenga 6,5
Agisce al centro di una difesa tutta baby, è uno dei pochi che non subisce l’ansia da prestazione allo Iacovone. Cosa che lo porta a volte ad esagerare nel dribbling in zone pericolose del campo.

De Letteris 6
Buon esordio del classe 2001, fisico e senso dell’anticipo. Un paio di errori d’inesperienza nel primo tempo, per fortuna senza conseguenze.

Guaita 5,5
L’argentino continua a giocare a ritmo contenuto, importante l’apporto in fase difensiva, poco incisivo in attacco. Non è al top, come non lo è tutta la squadra.

Manzo S. 6,5
Mezzo punto in più per il gol decisivo. Il centrocampo soffre per lunghi tratti di gara la migliore condizione fisica degli altamurani. Finché regge lotta come sempre su ogni pallone.

Matute 6
Alla fine è quello che ha corso più di tutti. Ci si aspetta di più da lui, pecca ancora in lucidità in alcune giocate, anche se sono ottime alcune aperture a tagliare il campo nel primo tempo.

Ferrara 6,5
Uno dei migliori come sempre. Non perde mai l’uomo nell’uno contro uno, appoggia la manovra offensiva fin quando regge. Esce per crampi sul finire della partita.

D’Agostino 6
Osservato speciale al rientro da titolare. Parte bene smistando palloni per le punte, sfiora il gol su punizione. Resta in campo per tutta la gara, guadagnando alcune punizioni nel finale che fanno rifiatare la squadra. Finisce con le batterie al minimo.

Genchi 5,5
Pronti via sbaglia un colpo di testa da due passi. Poi su assist di D’Agostino tira addosso al portiere, dopo una progressione delle sue. Nella ripresa cala fisicamente, esce poco dopo aver sciupato un buon contropiede.

Croce 5,5
Parte benissimo, sfiorando il gol in rovesciata. È sua la sponda per Manzo sul gol decisivo. Poi si spegne progressivamente.

Galdean 5,5
Entra per Genchi, con un Taranto in affanno a centrocampo. La manovra non ne giova particolarmente, anche lui soffre l’aggressività e l’apparente maggiore freschezza atletica degli ospiti.

Cuccurullo 5,5
Dentro per De Letteris, si limita a fare mucchio a centrocampo, evitando di spingersi troppo in avanti, preoccupandosi di non lasciare spazi agli avversari.

Russo 6
Buon impatto alla gara del neo acquisto. Sopperisce all’ancora inadeguata forma fisica con l’esperienza.

Favetta 6
Entra per Croce, non ha molto tempo disposizione per incidere. Offre comunque una palla d’oro a D’Agostino che si fa recuperare dai difensori altamurani.

Riccio Sv
Dentro per Ferrara colpito da crampi

Ragno 6
Vince una partita fondamentale per il futuro della sua panchina e dell’intero progetto tecnico. Schiera il Taranto col 3412, con D’Agostino dietro due punte e Croce a far coppia con Genchi. Stavolta il Taranto la sblocca subito, ma la squadra è vittima della paura di non vincere e dell’incapacità di chiudere la gara nelle occasioni avute in ripartenza.
Il Taranto non mostra una manovra fluida e convincente, col passare dei minuti l’Altamura prende in mano la partita e la difesa rabberciata di oggi concede diverse occasioni ai murgiani. Era importante vincere, ma ora a Bitonto bisogna fare il salto di qualità per rilanciare definitivamente le ambizioni di questo Taranto.

L’avversario: il Team Altamura 6
Aveva già mostrato ottime qualità nella gara di Coppa. Buon collettivo, ottimo il fraseggio e la tenuta fisica. Male negli ultimi 16 metri.

L’arbitro Ubaldi di Roma: 6,5
Dirige bene senza protagonismi.

Write A Comment