Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Pagelle, si salvano in pochi

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Sposito 6,5
Salva la porta in diverse occasioni. Incolpevole sui gol.

De Caro 4
Suo il fallo da rigore su Patierno che chiude virtualmente la partita.
Ma non è l’unico errore di una gara da incubo.

Russo 5
Buttato dentro a forza a causa delle defezioni in difesa. La sua partita è sicuramente condizionata da una preparazione non all’altezza e da compagni che non lo aiutano certamente

Benvenga 4
L’ombra del giocatore visto nelle uscite precedenti. Errore grave il suo da cui scaturisce l’azione dell’1-0 di Biason.

Guaita 4
Non capiamo se è un problema di modulo o di condizione. Prestazione, ennesima, sottotono per il colpo a sensazione del mercato rossoblu.

Matute 6
Alla fine molla pure lui. Ma è l’ultimo a capire che non era cosa, quando si è accorto che rincorreva palloni mentre gli altri passeggiavano in attesa del fischio finale.

Manzo S. 6
Non stava demeritando. Lui ci mette sempre tanta sostanza. Comunque esce per Galdean.

Cuccurullo 5
Impalpabile il suo apporto alla manovra, ma il ragazzo è l’ultimo a cui daremmo colpe per quanto visto oggi e in generale da inizio stagione.

Ferrara 6,5
Uno dei pochi a salvarsi. Il suo rendimento resta costante anche quando tutti attorno perdono la bussola.

Genchi 4
Da lui ci aspettiamo i gol. Oggi un paio di grosse occasioni sciupate. Nella ripresa sparisce. Ridateci il vero Genchi.

Croce 4
Si procura una bella occasione dribblando Lomasto ma calciando sul portiere ad occhi chiusi. Poi più nulla.

Galdean 4
Entra per Manzo e i rossoblu si addormentano definitivamente.

De Letteris 5,5
Non avrebbe fatto peggio dei compagni oggi. Entra per Cuccurullo con Ragno che sposta tutti gli over davanti.

D’Agostino 5
Cerca di darsi da fare dopo l’ingresso al posto di Russo. Ma il Bitonto è già avanti 2-0 e gli spazi non ci sono.

Favetta 4
Entra per Croce. Fa solo falli e appoggi sbagliati. Un giocatore completamente involuto. Ci basterebbe tornasse il Favetta che conosciamo.

Oggiano Sv
20′ per Guaita. Quando la barca era già completamente affondata.

Ragno 4
Nulla da dire sull’uomo. Non ci permettiamo di giudicare il tecnico, vincente ovunque.
Ma questo Taranto sembra una selezione di giocatori che a fine partita deve rientrare chissà dove. Delle quattro sconfitte questa è la peggiore. Se nelle altre c’erano state delle scusanti più o meno valide, oggi il Taranto è naufragato definitivamente sommerso dai suoi equivoci, di moduli e di giocatori.
Questa squadra non ha una fisionomia definita, non ha punti fermi in campo e quelli che dovrebbero esserlo o non rendono (Genchi, Guaita) o non giocano (D’Agostino, Galdean) o sono sempre infortunati (Allegrini, ma anche gli altri già citati).
Ci sarà ancora futuro per questo progetto? Non lo sappiamo, ma comunque vada dopo 8 partite (e 4 sconfitte) sembra già tutto compromesso e difficilmente raddrizzabile.

La squadra avversaria: il Bitonto 7,5
Vince facile dopo aver anche saputo difendersi, con umiltà, nelle circostanze favorevoli al Taranto. Una squadra completa che potrebbe presto sganciarsi in vetta alla classifica.

L’arbitro, signor Crezzini di Siena 7
Arbitra benissimo lasciando giocare ed intervenendo solo quando necessario. Il rigore era probabilmente fuori area. Ma qua non c’è la Var.

Write A Comment