Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Pagelle, disastro Allegrini, ma non è il solo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Sposito 6
Intuisce il rigore, incolpevole sul 2-0. Un suo errore costa la punizione a due in area, ma si riscatta parando sul tiro seguente di Guadalupi.

Allegrini 3
Un disastro totale. Provoca il rigore, si fa espellere per fallo da ultimo uomo. Nel mezzo, in difficoltà nella sua zona con Salatino, Fontana e Siclari.

Luigi Manzo 5
Il Taranto dietro balla, lui soffre l’assenza di Benvenga. Comunque non si salva dal grigiore generale.

Ferrara 6
Il meno peggio. È il più propositivo, guadagna spesso metri senza perdere mai il pallone.

Pelliccia 5,5
Gioca la sua partita, cercando di attaccare la fascia destra. Discontinuo ma generoso.

Manzo Stefano 5,5
Almeno sul piano agonistico ci mette qualcosa in più degli altri. Ma non ha le stimmate del leader.

Cuccurullo 5
L’ultima gara positiva a Nardò. Poi un continuo calo nelle prestazioni. Si vede poco.

Guaita 4
Un ectoplasma. L’emblema del fallimento in campionato del Taranto.

Oggiano 4,5
Un buon tiro su punizione. Poi solo confusione e palle perse.

Genchi 4,5
Quasi sempre anticipato, fallisce un paio di gol, non s’intende con i compagni. Come in tutto il campionato, tranne in alcune sporadiche eccezioni.

Olcese 4
Sbaglia un gol da un metro su cross di Genchi nel primo tempo. Poi inutilmente in campo per 60′. Sostituzione tardiva.

Avantaggiato 5,5
Dentro per Cuccurullo, prova a dare fastidio sulla fascia sinistra, ma la difesa di casa è piazzatissima.

Matute 5
Sostituisce Guaita, perde subito un pallone che per poco non costa lo 0-3, poi carbura, senza portare comunque evidenti benefici alla manovra.

Goretta 5,5
Meglio di Olcese, almeno corre.

Marino sv
Pochi minuti per Pelliccia

Van Ransbeeck sv
Nel finale per Luigi Manzo

Panarelli 4,5
La squadra è ormai completamente scarica a livello mentale. L’obiettivo principale è fallito, ma la voglia di giocare a pallone sembra non essere di casa tra gli uomini in rossoblu. Come al solito il Taranto non è capace di raddrizzare la partita una volta in svantaggio. Evidenti le amnesie difensive (Allegrini disastroso) e la mancanza di cattiveria agonistica. Oggi ha cambiato ancora, ma la prestazione è stata quasi peggiore di domenica scorsa. E alla prossima arriva il Bitonto. Urge una scossa, anche perché di questo passo si rischia seriamente di essere risucchiati nelle zone basse della classifica.

La squadra avversaria: l’Altamura 7
La squadra di Monticciolo ha gioco facile dei rossoblu semplicemente usando una maggiore intensità e, una volta in vantaggio, chiudendo tutti gli spazi dietro. Il resto lo fa un Taranto senza voglia.

L’arbitro signor Rispoli di Locri 6,5
Ineccepibili le decisioni sul rigore e l’espulsione di Allegrini.

Write A Comment