Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Pagelle, Di Gennaro e Zullo i migliori

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Vince la noia allo Iacovone con il Taranto ancora una volta incapace di creare gioco e azioni pericolose. Era difficile fare peggio di Palermo e infatti seppur in maniera sterile, qualche piccolo passo in avanti si è visto. Preoccupante la mancanza di cattiveria sotto porta, non si riesce a capire cosa abbia spinto la squadra rossoblù ad avere un involuzione di gioco cosi netta rispetto al girone di andata, sta di fatto che per tagliare il traguardo della salvezza serviranno partite differenti a quelle viste negli ultimi tempi.

CHIORRA 6: spettatore non pagante per tutta la partita, inoperoso.

ZULLO 6.5: difende in maniera diligente per tutta la partita. Incute terrore a Della Pietra facendoli sentire più volte i tacchetti

GRANATA 6: non soffre le timide offensive campane

RICCARDI 5.5: poco propositivo, zero sovrapposizioni sulla fascia destra per tutta la partita

FERRARA 5.5: gara attenta in fase difensiva, timide le sue discese

DI GENNARO 6.5: riscatta la prestazione incolore di Palermo giocando una partita di buona qualità. Faro del centrocampo

LABRIOLA 5.5: sbaglia qualcosa in fase di possesso palla facendo sempre un tocco più del dovuto. Innegabile il suo impegno, ma non basta

DE MARIA 6: sufficienza meritata dell’esterno rossoblù, unico in questa partita in grado di creare movimento sulla fascia  

VERSIENTI 5.5: tanta corsa ma poca qualità soprattutto nei pochi cross effettuati

GIOVINCO 5.5: nei primi 45 minuti di gioco cerca di creare qualcosa di interessante. Come capita ormai in tutte le partite, tende ad uscire fuori dalle manovre offensive col passare dei minuti

SARANITI 5: continua il suo digiuno di gol. Si intravede stanchezza e mancanza di cattiveria in area di rigore

SANTARPIA 6: a prescindere da un suo tiro finito in fallo laterale, da un pizzico di vivacità in più in attacco

PACILLI 4.5: per capire che è in campo bisogna attendere il fallo che li costa l’ammonizione. Ha esaurito ogni attenuante collezionando brutte figure da quando è a Taranto

MANNEH SV

LATERZA 5.5: dopo i cinque gol subiti di Palermo, schiera inizialmente una squadra ancora più abbottonata del solito. Nel secondo tempo, tenta di alzare il baricentro della squadra con le sostituzioni che però risulteranno velleitarie

Anthony Carrano  

Write A Comment