Breaking
Ad
Ad
Ad
SERIE C

Monza, Vicenza e Reggina, il ritorno della provincia “storica”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Sebbene il campionato di serie C non sia arrivato a conclusione della stagione regolare, il Consiglio Federale dell’8 giugno ha sancito la promozione in B di Monza, LR Vicenza e Reggina, accogliendo di fatto una sola delle proposte della Lega Pro, cioè la promozione delle prime in classifica dei tre gironi, e bocciando tutte le altre.

Seppur non confortate dalla certezza matematica, le tre società di cui sopra hanno oggettivamente ottenuto un traguardo meritato, visti i rispettivi distacchi verso le seconde in classifica, ma anche per i campionati condotti fino allo stop per la pandemia, praticamente sempre in testa o giù di lì dalla prima giornata.

Inoltre trattasi di tre società storiche del calcio di provincia italiano, il che non guasta mai. La provincia che regala storie epiche come la vittoria della Coppa Italia del Vicenza di Guidolin nel 1997, o la Reggina del presidente Lillo Foti e Walter Mazzarri in panchina che ottiene una salvezza incredibile nel 2007 in A nonostante il -11 post Calciopoli. La provincia del Monza, record di campionati in B senza mai salire in A (38) che torna nel campionato di competenza dopo 19 anni di patimenti e fallimenti non solo sportivi.

Artefici principali di questi tre successi, le proprietà, gestite da colossi imprenditoriali capaci (e già al lavoro in tal senso) di raggiungere la A sin dall’anno prossimo.
L’approdo di Silvio Berlusconi a Monza, convinto a tornare nel calcio da Adriano Galliani, ha aperto scenari mai sperati dai brianzoli, dopo l’onta della D nel 2015 a causa del secondo fallimento in 11 anni. Ora la lettera A non è più un tabù e molto probabilmente i biancorossi lombardi avranno nel 2020-21 i favori del pronostico per un doppio salto che farebbe la storia di un club abituato per decenni a fare da comprimario in B.

Non sarà da meno il LR Vicenza Virtus di patron Renzo Rosso, imprenditore a capo della Diesel, importante marchio del settore dell’abbigliamento. Un Vicenza rinato dopo il fallimento del 2018 grazie al trasferimento del titolo del Bassano Virtus di cui la famiglia Rosso era proprietaria da 22 anni. Obiettivo la serie A, campionato in cui il Vicenza ha militato per 30 stagioni, con il memorabile secondo posto dietro la solita Juventus nel 1978, con un certo Paolo Rossi centravanti.

Infine la Reggina del presidente Luca Gallo, imprenditore romano nel campo dei servizi di gestione e fornitura del personale con la sua holding M&G, che pensa in grande sin dal suo insediamento nel dicembre del 2018. Ne è dimostrazione l’ingaggio del “Tanke” German Denis, 73 gol in A con Napoli, Udinese e Atalanta, una parentesi in Argentina, prima del ritorno in Italia, un vero lusso per la C, nonostante i 38 anni.
Una Reggina rinata dopo il fallimento nel 2015, un anno in D col presidente Mimmo Praticò, il ripescaggio in C a cui fanno seguito 3 anni sofferti in terza serie. Ora con Gallo si punta alla A.

Tre squadre di provincia “storiche” con un punto in comune: la grande disponibilità economica delle proprietà che autorizza le rispettive tifoserie a sognare traguardi sempre più importanti.

Fonte foto pagina Facebook “il Monza siamo noi”

Write A Comment