Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Montervino: “rispetto per il Taranto”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

“Troppe decisioni arbitrali contro, oggi mi brucia perdere così. Il Taranto non deve essere trattato da matricola. La classifica? Vogliamo di più”

È un Montervino arrabbiato quello che si presenta in sala stampa a fine gara con l’Avellino. Il Ds rossoblu perte subito all’attacco, puntando il dito sulla direzione arbitrale:

“La nostra squadra non ha nulla da invidiare a questo Avellino visto oggi, una squadra costruita per vincere, non so cosa faranno e non m’interessa, ma il Taranto se l’è giocata alla pari e non meritava di perdere. C’è qualcosa di cui però voglio parlare perché sono un po’ stanco: questo grado di giudizio da parte degli arbitri. Ogni domenica subiamo sempre qualche evento che non mi piace, oggi non è stato paritario, mettiamola così. Noi abbiamo preso gol nel primo tempo su punizione e quando l’arbitro segna con lo spray a terra sembra ci sia il Telepass, mentre nel secondo tempo sulla punizione di Giovinco, Kanoute è arrivato a tre metri da Giovinco, io non so perché non l’arbitro non ha fermato tutto, ammonito Kanoute e fatto ribattere la punizione. Così il primo fallo di Riccardi con ammonizione, subito dopo due falli identici dell’Avellino senza ammonizione. Sono decisioni che in qualche modo condizionano le partite. Nonostante ciò siamo stati lì sul pezzo, i ragazzi non hanno mollato un centimetro.”

Il ds rossoblu, rincara la dose e chiede rispetto per il Taranto

“Inizio ad essere davvero stanco, il Taranto non deve essere trattato da matricola, ma deve essere trattato con rispetto, non è la prima volta che succede anche se non abbiamo mai fatto parola, ma oggi mi brucia particolarmente, perché il Taranto non meritava la sconfitta di fronte ad una squadra fortissima, vogliamo essere trattati da squadra importante, perché adesso siamo lassù in classifica. Sono un po’ di partite che nel dubbio ci viene fischiato contro, oggi è stato a dir poco clamoroso, mi dispiace perché l’arbitro era importante, bravo ed esperto, ma oggi su tanti falli dubbi non ci e mai stato fischiato a favore.
Mi sembra ci sia un po’ di accanimento verso il Taranto, la storia delle multe per i cori, le decisioni arbitrali. I ragazzi sono avvelenati, a Catanzaro si è perso male e siamo stati zitti, oggi no. Li capisco, è una cosa che succede da sempre nel calcio, l’ho vissuta dal campo la sensazione di una certa sudditanza psicologica degli arbitri. Ma il Taranto ha gli stessi punti dell’Avellino”

Il Taranto comunque dimostra di meritare la classifica.

“Noi sappiamo di meritare questa classifica, questa squadra si può divertire, anzi sta facendo divertire, però vogliamo sempre di più, non mi interessa il fatto degli under, dei ragazzini, sono ragazzini forti, oggi ne hanno giocato 7-8, abbiamo iniziato con 5, potevamo non farlo, ma sono bravi e giocano. La classifica? Ci mancano dei punti.”

Chiusura su Saraniti e sulla mancanza di un sostituto in rosa

“Saraniti ci sta dando tanto dal punto di vista del sacrificio, tecnico, caratteriale e morale, ha sentito un risentimento nel riscaldamento, non era giusto rischiare. In settimana vedremo. Purtroppo il sostituto c’è, è Italeng, ma anche lui si sta trascinando un problema alla caviglia. “

Write A Comment