Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Montervino: “a Taranto giocatori disposti al sacrificio”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Un Francesco Montervino in formissima torna a Taranto e spiega i motivi della sua scelta:

“Dopo essere andato via mi sono dedicato alla scoperta di giovani calciatori, in Italia ed all’estero. Questo mi ha accresciuto a livello di competenza. L’anno scorso ho accettato Nola, dove ho fatto il direttore generale, gestendo praticamente tutto. Quando mi ha chiamato il Taranto ho riflettuto, non rispondendo a nessuno al cellulare per non avere condizionamenti. Ci siamo incontrati lunedì, ho chiesto di dedicarmi esclusivamente alla parte tecnica, cosa che mi è stata concessa. Non ne ho fatto un problema di soldi, anche se ho un accordo pluriennale. Torno perché sono convinto che sia il momento di dare il mio contributo.”

La scelta del tecnico, la sua impressione su Laterza:

“Con Laterza, anche se non ricordavo, ci ho giocato nel Fasano agli inizi della mia carriera. Ci ho parlato 10 minuti ed ho capito che fosse una scelta giusta, non ho avuto problemi ad avallarla. Ha fatto bene a Fasano, è un insegnante di calcio, sottolineo il termine che ho usato.”

Le difficoltà della piazza e la crisi economica post-covid, una situazione che potrebbe condizionare il mercato:

“Taranto è una piazza difficile, c’è bisogno di un certo tipo di calciatori. La crisi economica chiede sacrifici da parte di tutti, quindi anche dai calciatori. Chi non accetta vuol dire che non potrà far parte del progetto tecnico. I giocatori più forti aspetteranno fino all’ultimo, per strappare ingaggi più alti. Noi ci concentreremo sul livello immediatamente sotto, con quei calciatori disposti a ragionare partendo da richieste congrue con la situazione economica attuale.”


Write A Comment