Breaking
Ad
Ad
Ad
Attualità

Mihajlovic e i primi gol italiani al Taranto

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Ormai la notizia, per quanto triste era nell’aria da un paio di giorni, e nel primo pomeriggio di oggi è arrivata l’ufficialità della scomparsa dell’ex tecnico del Bologna Sinisa Mihajlovic a soli 53 anni per l’aggravarsi di una leucemia.

Da calciatore si ricorda sicuramente la sua abilità nel calciare e realizzare gol su tiri da punizioni dirette. Il compianto ex calciatore serbo detiene infatti il record in tale categoria nel nostro campionato. Sono ben 28 le reti realizzate su punizione diretta, di cui 3 in una sola partita (con la maglia della Lazio contro la Sampdoria il 13 dicembre 1998, ndr), anche quest’ultimo un record in serie A condiviso con Giuseppe Signori.

Ma c’è un filo rossoblu , , i colori non sono evidenziati a caso, che lega l’ex tecnico del Bologna alla squadra del Taranto. Era il 26 Agosto del 1992 in una partita di sedicesimi di finale di coppa Italia, quando un giovane difensore della Ex Jugolslavia, appena arrivato alla Roma di Boskov dalla Stella Rossa, tale Sinisa Mihalovic, dopo solo 3 minuti di gioco segnò su punizione il gol del vantaggio contro il Taranto che poi spianò la strada al 4-1 finale. Quello per anni è stato il gol più veloce di uno straniero esordiente nella competizione. Non contento Mihajlovic, che di gol in quella edizione ne fece 5, al ritorno, il 2 settembre 1992, in uno Iacovone gremito, concesse il bis, ancora su punizione dai 25 metri, trafiggendo ancora una volta, come all’andata, il portiere ionico Ferraresso.

Un ricordo di un calcio che da queste parti non c’è più da anni, fatto da grandi eventi sportivi, grandi squadre, grandi calciatori e uomini a calcare l’erba dello stadio nostrano. Da tempo in questo calcio moderno si stenta a riconoscersi e gli uomini veri, i guerrieri come Sinisa sono sempre meno.

Ciao mister, ciao campione qui a Taranto avrai sempre il tuo spazio nel libro dei “grandi”.

26 agosto 1992, ore 20.30, Stadio “Olimpico” Sedicesimi di Coppa Italia, gara di andata

ROMA – TARANTO 4-1

Reti: 3′ Mihajlovic (R), 15′ Giannini (R), 21′ Lorenzo (T), 61′ Benedetti (R), 88′ Carnevale (R).

ROMA: Cervone, Piacentini, Garzja, Comi, Benedetti, Mihajlovic, Caniggia, (86′ Bonacina), Hassler (53′ Salsano), Carnevale, Giannini, Rizzitelli. All. Boskov.

TARANTO: Ferraresso, Pullo (63′ Castagna), Prete, Zaffaroni (63′ Merlo), Monti, Enzo, Fresta, Piccinno, Lorenzo, Muro, Soncin. All. Vitali.

ARBITRO: Trentalange di Torino.

ANGOLI: 8-2 per la Roma.

AMMONITO: Lorenzo (T)

2 settembre 1992, ore 20.30 Stadio “ Erasmo Iacovone ” Sedicesimi di Coppa Italia, gara di ritorno

TARANTO – ROMA 1-3

Reti: 36′ Caniggia (R), 45′ Soncin (T), 53′ Mihajlovic (R), 90′ Salsano (R).

TARANTO: Ferraresso, Prete, Castagna, Zaffaroni, Pullo, Enzo, Nitti (58′ Fresta), Piccinno, Lorenzo, Muro, Soncin (78′ Merlo). All. Vitali.

ROMA: Cervone, Garzja, Carboni, Bonacina, Benedetti (71′ Comi), Aldair, Caniggia, Mihajlovic, Carnevale (66′ Salsano), Giannini, Rizzitelli. All. Boskov.

ARBITRO: Arena di Ercolano.

AMMONITI: Rizzitelli (R), Enzo (T).

Espulso: mister Vitali (T).

Write A Comment