Breaking
Ad
Ad
Ad
UNA CHIACCHIERATA CON...

Luca Brunetti: “verrò a festeggiare con voi”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Luca Brunetti, ospite telefonico a “Dentro la rete” di lunedì 11 novembre, un giocatore che ha segnato una generazione di tifosi che ricordano ancora il suo soprannome “Luca-Bazooka”

-buonasera Luca, innanzitutto buon compleanno. 4 stagioni, 130 presenze e 9 gol per te in rossoblu, dall’88 al ’92. Un gol che è rimasto nella storia segnato a Pescara. Segui ancora il Taranto e che ricordi hai di quel periodo?

“Come si fa a non seguire il Taranto, una squadra che mi è rimasta nel cuore e una maglia che ho stampata sulla pelle. Seguo ogni domenica attraverso il Televideo e le immagini che mi arrivano”

-Luca, a parte il gol al Pescara hai fatto un altro gol storico, quello che permise al Taranto di battere la Juventus

“Fu un gol importante per noi tarantini, dico noi perché mi sento anch’io in parte tarantino. Vincemmo con la Juventus, un risultato importante anche se non riuscimmo a superare il turno. Ma a parte questi due gol vorrei ricordare i campionati fatti con quegli allenatori che purtroppo non ci sono più. Ricordo la promozione in B, un campionato con Carelli vinto in carrozza. L’anno dopo potevamo anche inserirci nella lotta promozione in A ma qualche pareggio di troppo ci ha negato questa possibilità.”

-Hai giocato a Taranto davanti a un pubblico di 20mila spettatori, cosa pensi del calcio attuale e della situazione del Taranto in particolare

“Il calcio è cambiato, c’è meno partecipazione della gente che preferisce guardare le partite in TV. Per quanto riguarda il Taranto credo che certe piazze non dovrebbero stare in queste categorie. Dovrebbe essere la Federazione a prodigarsi affinché non si vedano città e squadre così importanti tra i dilettanti.”

-Grazie Luca, speriamo di vederti in qualche occasione di nuovo qui a Taranto

“Grazie a voi vi saluto con la promessa che ho fatto ad un amico che, se il Taranto dovesse trovarsi a festeggiare la promozione a fine anno, sarò sicuramente allo Iacovone insieme a voi.”

Write A Comment