Breaking
Ad
Ad
Ad
CALCIO

L’Italia continua a vincere, anche col turnover

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr


Galles battuto 1-0 e Mancini raggiunge Pozzo.

Fonte ilfattoquotidiano.it, foto sky.it

Tre su tre. Sette gol fatti e soprattutto zero subiti. Primo posto nel girone e 30 risultati utili consecutivi: eguagliato il record del ct Vittorio Pozzo che resisteva da 82 anni. L’Italia batte il Galles nell’ultima gara del gruppo A e alza ancora il livello di entusiasmo in vista della fase finale degli Europei. Lo fa questa volta con un solo gol di scarto: decide il gol di Matteo Pessina al 39esimo del primo tempo. Ancora una volta però il risultato dà ragione al ct Roberto Mancini, che ottiene un’altra vittoria e allo stesso tempo si concede il lusso di tenere a riposo praticamente tutti a titolarissimo, dando spazio a tutte le secondo linee. Con gli ingressi di Raspadori, Castrovilli e Sirigu, tutti gli azzurri tranne il terzo portiere Alex Meret sono scesi in campo. L’Italia non ha grandi stelle e allora meglio puntare sulla forza del gruppo, dopo oggi ancora più consolidato.

Il Galles ha reso tutto più semplice, gradendo i ritmi lenti imposti dall’Italia e dando la sensazione di accettare di buon grado un pareggio o una sconfitta di misura. Per il ct Page in fin dei conti tutto è andato secondo i piani: la vittoria della Svizzera per 3 a 1 contro la Turchia garantisce ai gallesi il passaggio agli ottavi come secondi, proprio in virtù della differenza reti (sono appaiate a quota 4 punti). C’è da dire che la nuova Italia disegnata da Mancini – con 8 cambi rispetto alla formazione titolare – ci ha messo un po’ a trovare i giusti meccanismi. Poi le occasioni sono arrivate, anche se il vantaggio è frutto di una splendida punizione di Marco Verratti per Pessina, bravo a sfiorare la sfera quel tanto che serviva per indirizzarla verso l’angolino basso del secondo palo. Nella ripresa l’espulsione di Ampadu ha reso tutto più semplice: l’Italia ha cercato il raddoppio, ma ha pensato soprattutto a non scoprirsi e a non sprecare energie. Oltre a pressare e attaccare, ora sappiamo che gli azzurri sanno anche gestire. Un’altra virtù che potrà tornare utile agli ottavi e che ci consente (perché no) di sognare in grande.


RETI: 39’ Pessina.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma (89’ Sirigu); Toloi, Bastoni, Bonucci (46’ Acerbi), Emerson Palmieri; Verratti, Jorginho, Pessina (87’ Castrovilli); Chiesa, Belotti, Bernardeschi. Allenatore: Mancini.

GALLES (4-2-3-1): Ward; Roberts, Gunter, Rodon, N. Williams (86’ Davies); Morrell (60’ Moore), Allen (86’ Levitt); Bale (86’ Brooks), Ramsey, James (75’ Wilson); Ampadu. Allenatore: Page.

ARBITRO: Ovidiu Haţegan (ROU)

Write A Comment