Breaking
Ad
Ad
Ad
CALCIO

Italia in finale, i rigori sorridono agli Azzurri

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

L’Italia vince ai rigori contro un’ottima Spagna e si regala la finale di Euro 2020.

In una partita difficile giocata contro un avversario che si è fatto preferire sul piano del palleggio, l’Italia è riuscita a spuntarla ai calci di rigore, dopo che i tempi regolamentari ed i supplementari si erano conclusi sul risultato di 1-1.

Mancini ha schierato l’undici previsto, con Emerson in luogo dell’infortunato Spinazzola. Avanti il tridente Chiesa-Immobile-Insigne.

Sin da subito la Spagna impone il suo gioco, mentre l’Italia, per la prima volta in tutto il torneo, mostra qualche difficoltà nel mantenere il possesso palla. I tre davanti non vengono innescati a dovere da un centrocampo che non rende al meglio, soprattutto in Barella, forse l’uomo più sottotono della mediana.

L’unica vera occasione capita sui piedi di Oyarzabal, dopo un rimpallo favorevole in area con Bonucci, con Donnarumma attento e reattivo nel distendersi e deviare la conclusione rasoterra.

Nella ripresa il cliché non cambia, con gli azzurri che sanno però soffrire senza perdere la concentrazione. Così arriva il gol di Chiesa, al termine di un’azione tipica di contropiede partita direttamente dalle mani di Donnarumma e conclusa dal trequartista della Juventus con un tiro a giro sul palo lontano.

La Spagna rischia il ko definitivo poco dopo su una conclusione di Berardi che impegna a terra il portiere Unai Simon, pochi minuti prima del pareggio Spagnolo, realizzato da Morata su assist di Dani Olmo.

Si va dunque ai supplementari, con entrambe le formazioni che provano a superarsi senza scoprirsi, di fatto annullandosi reciprocamente.

La lotteria dei rigori premia l’Italia, nonostante l’errore iniziale di Locatelli. Per la Spagna, infatti, sono decisivi i rigori falliti dai due protagonisti dell’azione del pareggio, Dani Olmo e Morata, il primo che calcia alle stelle, il secondo che si fa ipnotizzare da Donnarumma.

È di Jorginho il penalty che porta gli Azzurri in finale, tra il tripudio dei 15mila italiani presenti a Wembley.

Italia che va dunque avanti, Spagna a cui va l’onore delle armi per una prestazione eccellente a livello corale. Tra gli azzurri ottimi Chiesa, Donnarumma e Jorginho, tra gli iberici, su tutti Dani Olmo.

ITALIA-SPAGNA 1-1 (5-3 d.c.r.)

RETI: 60′ Chiesa, 80′ Morata

ITALIA: Donnarumma 7, Di Lorenzo 6, Bonucci 6,5, Chiellini 6,5, Emerson 6
(74′ Toloi 6), Barella 5,5 (85′ Locatelli 5,5), Jorginho 7, Verratti 6 (73′ Pessina 6),
Chiesa 7,5 (107′ Bernardeschi 6), Immobile 5 (61′ Berardi 6), Insigne 6 (85′
Belotti 6). C.T. Roberto Mancini 6,5

SPAGNA: Unai Simon 6, Azpilicueta 6 (85′ Marcos Llorente 6), Eric
Garcia 6 (109′ Pau Torres Sv), Laporte 6,5, Jordi Alba 6,5, Koke 6 (70′ Rodri 6),
Busquets 6,5 (106′ Thiago Alcantara 6), Pedri 6,5, Oyarzabal 5,5 (70′ Moreno 6),
Dani Olmo 7,5, Ferran Torres 6,5 (61′ Morata 7). C.T. Luis Enrique 6,5

ARBITRO: Brych (Germania) 6

SEQUENZA RIGORI: Locatelli (I, parato), Dani Olmo (S, alto), Belotti
(I, gol), Moreno (S, gol), Bonucci (I, gol), Thiago Alcantara (S, gol), Bernardeschi (I, gol), Morata (S, parato), Jorginho (I, gol).

NOTE: ammoniti Busquets, Toloi, Bonucci.

Write A Comment