Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Il miglior Dago e un Taranto “camaleontico”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Il Taranto conclude domani il ritiro di Polla e torna in città per la prima uscita allo Iacovone.
Domenica sera in programma la Raffo Cup, avversario il Fasano: un test attendibile contro un avversario di pari categoria che vorrà ben figurare.

Nelle prime amichevoli stagionali, nel complesso, si è visto un Taranto votato decisamente all’attacco, con moduli che hanno sempre previsto le due punte e gli esterni di centrocampo “over” con caratteristiche offensive.

Ragno ha optato maggiormente per il 442 (424 in fase d’attacco) rispetto ai moduli con la difesa a 3, impiegando i 4 under nel pacchetto arretrato nel quale i giovani Betti, Mambella, De Caro, De Letteriis ed il riconfermato Ferrara hanno offerto buone prestazioni, anche grazie alla sapiente direzione di Allegrini o Luigi Manzo, alternatisi nel ruolo di chioccia.
Il centrocampo con Stefano Manzo e Matute sembra poter garantire la giusta protezione nonostante gli esterni votati all’attacco. Buona l’impressione anche degli under Cuccurullo (soprattutto), Marino e Gambino.

Resta il dubbio sulla posizione di D’Agostino, utilizzato da esterno sinistro nella prima uscita col Francavilla. Giocatore che vede la porta come forse il solo Genchi in questo Taranto, sarà importante, una volta rientrato, capire quanto potrà rendere in quella posizione in termini realizzativi, visto che per caratteristiche tende sempre a cercare la conclusione e ad accentrarsi (o arretrare) in cerca di spazi e palloni giocabili. Oggiano è sembrato già in buona forma, anche grazie al fisico brevilineo. Atleta vero di cui conosciamo ormai tutto, è facile intuire che giocherà praticamente sempre, da titolare o subentrato.

A destra Guaita è padrone indiscusso di una maglia, con qualsiasi modulo, condiderate anche le sue attitudini da tornante. L’argentino ha fatto subito sfoggio della sua abilità nel dribbling e nell’assist. Sicuramente meno prolifico sotto rete di D’Agostino, compito che però spetterebbe alle punte.

Le punte hanno mostrato elementi di valutazione in chiaro-scuro. Sebbene Genchi, Croce, Ouattara e Favetta sono stati i marcatori delle sei reti realizzate nelle amichevoli, ha destato una certa preoccupazione nei tifosi la quantità elevata di palle gol sciupate. I movimenti sono da affinare e l’intesa da perfezionare, oltre ad una forma fisica ancora non al top. L’importante però, in un campionato in cui vincerà chi sbaglierà meno, sarà essere più cinici in area di rigore, quando arriveranno le partite da tre punti.

Potenzialmente, i quattro di sopra possono raggiungere i 50 gol, con Genchi che da solo può portare in dote almeno 20 reti. Sarà la stagione della verità per Favetta, chiamato al decisivo salto di qualità. Giocatore esplosivo e generoso, dotato di una forza fisica a tratti dirompente, pecca ancora nella finalizzazione, sciupando troppi gol per la poca freddezza sotto rete.
Croce resta giocatore affidabile ed unico per caratteristiche in rosa, Ouattara ha mostrato buone qualità tecniche e fisiche, ma è da valutare in partire vere.
In definitiva, resta Genchi il punto di riferimento su cui si basano le speranze maggiori di realizzazioni, Dago permettendo.

Proprio il fantasista genovese ha nelle corde la soluzione decisiva: in tal senso, sarà importante recuperarlo al meglio per il campionato e comprendere se la posizione di esterno sia compatibile con le sue caratteristiche.
Il 3412 potrebbe essere un’ipotesi non da scartare a priori: un modulo che garantisce in campo le due punte ma ritaglia anche un ruolo forse più congeniale alle caratteristiche di D’Agostino: il trequartista dietro le punte. Con una difesa De Caro-Allegrini-Ferrara, Guaita-Matute-Cuccurullo e la sorpresa (ma non troppo) Benvenga a centrocampo, Dago dietro le due punte Genchi e Favetta, potrebbe avere anche compiti di regia. Con Oggiano, Stefano Manzo, Luigi Manzo, Croce e il resto degli under pronti a subentrare, per un Taranto camaleontico, pronto a cambiare immagine in corso d’opera.

Write A Comment