Breaking
Ad
Ad
Ad
CALCIO

I campionati termineranno o no?

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

I vertici di Leghe e Federazione cominciano a ragionare sull’ipotesi di conclusione anticipata dei campionati.
Le squadre sono tutte ferme. Non solo non si gioca, molte hanno smesso anche di allenarsi, soprattutto nelle categorie dalla C in giù.

Gli obiettivi stagionali sono ancora tutti in ballo, ma la situazione attuale non consente previsioni sulla ripresa delle competizioni e così sarà fin quando la curva dei contagi da Coronavirus non scenderà praticamente a zero.

In A si studia l’ipotesi playoff scudetto e playout per la retrocessione, da disputarsi ad emergenza superata, ma resta in piedi l’ipotesi di assegnazione di titoli e salvezza con l’attuale classifica. Quindi Juventus campione oppure spareggio a 4 con Lazio, Inter e Atalanta.

La Coppa Italia potrebbe slittare ad estate inoltrata, con una final-four stile basket, da giocarsi con le rose delle semifinaliste ridotte al minimo, per la contemporanea disputa di Euro 2020.
Sempre che gli stessi Europei non vengano rinviati.

Dalla B in giù, se l’potesi di ripresa dopo il 3 aprile venisse rispettata, le gare si disputaranno ogni mercoledì e domenica. Ma anche in questo caso si potrebbe congelare la classifica attuale, rifacendosi alla serie A, con eventuale disputa dei soli playoff e playout una volta ritornati alla normalità. Oppure si potrebbe optare per la ripresa del campionato ma cancellare l’appendice degli spareggi.

In D, difficile la possibilità di disputa di playoff: se il campionato dovesse riprendere, potrebbe anche terminare il 21 giugno. Diversamente, le prime attuali di ogni girone sarebbero promosse, le ultime due retrocesse. Da valutare la terza e ultima retrocessione che avviene da regolamento tramite playout.

Write A Comment