Breaking
Ad
Ad
Ad
AMARCORD

Gino Cossaro e quell’unico gol… nella porta sbagliata

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Oggi compie gli anni un ex rossoblu a cavallo tra gli anni ’80 e ’90: Gino Cossaro, terzino marcatore classe 1962, al Taranto per 2 stagioni tra l’89 ed il ’91.

Cossaro, proveniente dal Barletta in B nel novembre del 1989, vinse un campionato di C1 col Taranto dei record di mister Clagluna e giocò l’anno seguente in cadetteria con i rossoblu. Marcatore arcigno, non certo elegante e particolarmente dotato tecnicamente, si fece apprezzare da pubblico tarantino proprio per la foga agonistica con cui interpretava le sue partite. Era uno che sudava la maglia, occupandosi della marcatura della seconda punta avversaria o in alternativa dell’ala esterna mancina. Esordì col Taranto in Taranto-Monopoli 2-0 del 5 novembre 1989, appena giunto dal mercato di riparazione, subentrato all’80’ in sostituzione di Evangelisti.
Una sola rete all’attivo ma… nella porta sbagliata: in un accesissimo derby Taranto-Foggia 0-2 del 30 dicembre 1990, pressato dal centravanti foggiano Ciccio Baiano, decise per l’appoggio all’indietro verso Spagnulo. Purtroppo ne uscì una parabola al veleno che sorprese “Il giaguaro” fuori dai pali, con una traiettoria a pallonetto che si insaccò sotto la traversa per lo 0-1 dei satanelli di Zeman.

L’espulsione di Zaffaroni per fallo da ultimo uomo (regola appena partorita dalla FIFA) spianò la strada alla vittoria del Foggia, non senza polemiche finali per un rigore non concesso su Turrini sullo 0-1 che scatenò le proteste del folto pubblico (circa 20mila spettatori): nel fitto lancio di oggetti in campo susseguente al rigore negato, proprio Turrini fu ferito al capo probabilmente colpito da un sasso.
Per la cronaca lo Iacovone fu squalificato per 3 gare, poi ridotte a 2.

Cossaro giocò la sua ultima partita col Taranto in Taranto-Verona 1-0 del 16 giugno 1991, gol di Zannoni al 9′, risultato che permise la permanenza in B per i rossoblu. Lasciò il Taranto dopo 52 presenze per trasferirsi alla Triestina, dove terminò la carriera nel ’94.

Il servizio dell’epoca di Rai3 e Videolevante tratto da YouTube- Taranto history

Write A Comment