Breaking
Ad
Ad
Ad
AMARCORD

Gigi Riva, auguri a “Rombo di Tuono”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Oggi il grande Gigi Riva, per tutti Rombo di tuono, compie 75 anni.

Un esempio unico di un calcio che non c’è più. Lombardo trapiantato in Sardegna, porta il Cagliari dalla B allo scudetto nel giro di sei anni.

Storico il titolo di campione d’Italia dei rossoblu sardi del 1969-70, prima società del sud Italia a riuscire nell’impresa.

Con la Nazionale, di cui detiene il record di marcature con 35 gol (in 42 presenze), è campione d’Europa nel 1968 e vice campione del Mondo nel 1970.

Per 3 volte capocannoniere della serie A, ha rifiutato la corte dei grandi club del nord, Juventus su tutte, pur di restare in Sardegna con la maglia del Cagliari, con cui ha chiuso la carriera nel 1976 dopo 315 presenze e 164 gol.

Omaggiamo Gigi Riva riportando il tabellino dell’unica volta in cui ha calcato l’erba del “Salinella”, in una gara di Coppa Italia del 1973-74, partita nella quale il solo nome di Riva portò oltre venticinque mila spettatori nell’impianto del rione omonimo oggi intitolato ad un’altra bandiera rossoblu, stavolta del Taranto: Erasmo Iacovone.

29-8-1973 Coppa Italia
Taranto Cagliari 0-0
Taranto: Boni, Mutti, Stanzial, Romanzini, Campidonico, Reggiani, Alpini, (63′ Morelli), Aristei, Paina, Gagliardelli, Santonico.
A disposizione: Migliorini, Biondi, Lambrugo, Novelli
Allenatore: Invernizzi.
Cagliari: Albertosi; Idini (76′ Valeri), Mancin, Nené, Niccolai, Tomasini, Marchesi (46′ Nobili), Butti, Gori, Brugnera, Riva. 
A disposizione: Copparoni, Roffi, Petta
Allenatore: Chiappella.
Arbitro: Mascano di Desenzano del Garda.
Note: ammoniti Pina, Brugnera ed Alpini; espulsi Santonico e Mancin.
Spettatori 25183 incasso 56’171’000 lire

Inizio gara ore 1730, giornata di sole ma con abbondante pioggia caduta prima della gara. Terreno in perfette condizioni. Prima della gara un migliaio di tifosi sono entrati nello stadio da un varco laterale.

Fonte statistiche: passionerossoblu.it

Write A Comment