Breaking
Ad
Ad
Ad
SERIE C

Ghirelli: “Riforma bloccata da Serie A e Serie D”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Fonte Tmw.com


Sul futuro della Lega Pro si è espresso il presidente della terza serie del calcio italiano Francesco Ghirelli ospite dei microfoni di Rai Gr Parlamento: “Tutti i progetti che dobbiamo mettere in campo e la nostra credibilità passano attraverso una riforma di sistema. La riforma dei campionati però è difficile da raggiungere perché nonostante gli sforzi fatti dal presidente federale Gabriele Gravina, abbiamo una situazione della Lega Nazionali Dilettanti commissariata e una di Lega Serie A molto complicata. Noi siamo gli unici che hanno fatto una riforma tagliando da 90 a 60 club e non abbiamo risolto niente qualche anno fa. Bisogna coinvolgere tutti, investendo sui giovani e sulle infrastrutture. Il calcio deve smettere di guardare nel buco della serratura: bisogna sedersi attorno a un tavolo e ragionare”.

Il numero uno della Serie C ha poi parlato del possibile sbarco del VAR anche nel proprio campionato: “Il VAR serve per evitare errori e per preparare tutti verso le serie maggiori, oltre a formare meglio i giovani arbitri. Ci stiamo pensando, ma è un problema di soldi. Se ci sarà per il prossimo campionato? Non lo so, è complicato perché si dovrebbe agire rapidamente”.

Spazio, infine, al tema della gestione della pandemia negli stadi della terza serie: “Togliere le mascherine e ritornare negli stadi sarebbe un segnale importante e sintomo che il Paese sta meglio. Non se ne può più, eppure dobbiamo mantenere ancora il distanziamento sociale in queste settimane e indossare le mascherine. La Serie C sta andando bene dal punto di vista dello spettacolo, ma abbiamo sempre una particolare attenzione riguardo la pandemia”.


Write A Comment