Breaking
Ad
Ad
Ad
SERIE D

Fasano e Gelbison, la tranquillità in testa

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

È un girone difficile, lo abbiamo sottolineato più volte. Ieri ne abbiamo avuto una nuova dimostrazione, con risultati che hanno messo in testa alla classifica due outsider come Fasano e Gelbison, non certo indicate tra le pretendenti alla vittoria finale.

In particolare è il Fasano a confermare il suo stato di grazia, battendo in casa un Bitonto grandi firme, con qualche polemica arbitrale, tipica di un campionato infernale come la D. La Gelbison vince a Francavilla, restando per la terza partita consecutiva con la rete inviolata. Due squadre con cui si dovrà fare i conti: ambiente simile, società con obiettivi simili, squadre senza pressioni alle quali tutto ciò che arriva in più rispetto ad una tranquilla salvezza è oro colato.

Resisteranno là davanti? Probabilmente no, alle loro spalle ci sono squadre con rose fatte da 25 giocatori con diverse medaglie già appuntate al petto, difficile che il nome della vincitrice del campionato non sia una delle cinque big, Cerignola, Foggia, Andria, Casarano e Taranto, messe in ordine sparso.

Un nuovo caso Picerno? Tutto può succedere, nel calcio. La scorsa stagione il tecnico dei lucani, Giacomarro, dopo lo 0-0 strappato con i denti allo Iacovone, affermò in sala stampa come l’obiettivo della sua società restasse la salvezza, mentre era il Taranto ad avere l’obbligo di vincere.
Proprio quest’ultimo passaggio è il punto a favore di realtà come Fasano o Vallo della Lucania. Sono gli altri che hanno l’obbligo di vincere, loro devono solo salvarsi.

In un’ottica simile, è il Taranto la squadra con maggiori pressioni: otto anni di patimenti consecutivi, un pubblico per nulla indulgente e un’antipatia ancestrale da parte di tre/quarti (e forse più) delle altre piazze.
Il Foggia è in una situazione simile, ma viene da un recente passato decisamente migliore e sfrutta la spinta emotiva della rinascita, che ti permette di non sputare sopra anche al piazzamento in ottica ripescaggio.

A Cerignola, dopo l’assurda estate in bilico tra D e C, si punta alla vittoria sul campo, cercando di imparare dagli errori della scorsa stagione, con una rosa puntellata nelle ultime ore di mercato.
Ma se arrivassero ancora secondi, non crollerebbe l’universo.
Stessa cosa ad Andria e Casarano, con quest’ultimi neopromossi e proiettati verso il ritorno tra i professionisti, prima o poi, e non sarebbe una tragedia giocarsi i playoff alla prima stagione in D.

Insomma tra outsider e presunte big, è il Taranto la favorita principale… nella speciale classifica dello stress.

Fonte foto: salentosport.net





Write A Comment