Breaking
Ad
Ad
Ad
CALCIO A 5

Corim Città di Taranto, con il Cus Cosenza termina in parità

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr


Le ioniche si fanno rimontare le tre reti di vantaggio e riescono ad agguantare il punto dopo essere finite sotto

Tanto rammarico in casa Taranto per aver pareggiato una partita che poteva essere portata tranquillamente a casa. Dopo il vantaggio di tre reti arriva il blackout per le rossoblù, che si fanno rimontare e addirittura superare. In rete per le tarantine: Giliberto, Losurdo e Sommese con quest’ultima autrice di una doppietta. Ha aperto le marcature in casa Taranto un autogol.
LA CRONACA – La contesa parte bene per Taranto, che riesce a sbloccare la partita 40’’ dopo il fischio di inizio: Calendi batte una rimessa laterale, la quale grazie ad una deviazione termina in porta. Le ioniche due minuti più tardi trovano la rete del raddoppio: Giliberto se ne va sull’out di sinistra e con un preciso rasoterra batte Aprile per il due a zero. Taranto continua a spingere e trova la marcatura del tre a zero all’8’: Marangione serve Losurdo in mezzo, la calcettista rossoblù mette in fondo al sacco, per il goal che vale il tre a zero ospite. Da qui arriva il blackout delle ioniche, che si fanno rimontare le tre reti di vantaggio prima del termine della sirena di metà tempo. In un minuto Merante sigla la sua doppietta che riapre la gara, prima al 13’ e successivamente al 14’. La marcatura del pareggio calabrese arriva al 19’: Arcuri sfrutta un errore in disimpegno della retroguardia ionica. La seconda parte di gara vede Taranto spingere alla ricerca della rete che possa farle mettere la testa di nuovo avanti. Il goal arriva al 3’, grazie ad un tap-in vincente di Sommese. Le rossoblù provano ad amministrare la rete del vantaggio, ma vengono punite al 13’ da un preciso diagonale di Merante, che sigla così la sua personale tripletta. Prima di arrivare agli ultimi minuti di gara c’è da raccontare un tiro libero fallito dal Cosenza ed un palo colpito da Marangione per Taranto. Al 18’ arriva la rete del primo vantaggio di casa: Aprile rilancia con le mani, Cordaro si lascia sfilare la sfera sotto le gambe, la rete sarebbe da annullare, ma l’arbitro convalida poiché vede un tocco dell’estremo difensore rossoblù. La stessa viene poi espulsa per eccessive proteste. Taranto reagisce subito e riesce a pareggiarla sul calcio d’inizio seguente: Giliberto imbecca con un pallonetto Sommese, che fredda batte il portiere gialloverde. La contesa dopo questa rete termina in parità, per la gioia delle padrone di casa e il rammarico delle tarantine, che ancora una volta si fanno rimontare un cospicuo vantaggio.
IL TABELLINO:
Rende, “PalaCus”
Domenica 07 Marzo 2021, ore 16:00
Serie A2 girone D 2020/21 – giornata 21
Cus Cosenza – Città di Taranto: 5-5
Reti: Autogol 0’ 39’’1T (T), Giliberto 3’ 10’’ 1T (T), Losurdo 7’ 57’’ 1T (T), Merante 12’ 36’’ 1T, 13’ 44’’ 1T, 12’ 59’’ 2T (C), Arcuri 19’ 04’’ 1T (C), Sommese 3’ 03’’ 2T, 18’ 32’’ 2T (T), Aut. Cordaro 18’ 27’’ (C).
Cus Cosenza: Aprile, De Cesare, Trimarchi, Merante, Cataldo, Galata, Storino, Fragola, Macrì. Allenatore: Giovanna Postorino.
Città di Taranto: Cordaro, Schiavone V., Schiavone A., Marangione, Sommese, Giliberto, De Leonardis, Cacciappaglia, Calendi, Gaudio, Schiavoni, Losurdo. Allenatore: Lorenzo Fabiano (Liotino squalificato).
Espulsa: Cordaro
Cosimo Lenti
Ufficio Stampa e Comunicazione Corim Città di Taranto

Write A Comment