Breaking
Ad
Ad
Ad
Category

TARANTO FC

Category

Foggia – Casarano 1-1  (32’st Iadaresta – 40’st Mattera) Fidelis Andria – Grumentum 0-1  (39’st Martinez) Francavilla – Agropoli 5-0  (7’pt Nolè, 39’pt Grandis, 8’st Mancino, 16’st Flordelmundo, 43’st Fanelli) Gladiator – Città Di Fasano 1-0  (10’pt Di Paola) Nardò – Brindisi 2-2  (14’pt D’Ancora, 30’pt Ancora, 13’st Camara, 46’st Stranieri) Sorrento – Audace Cerignola 2-1  (40’pt Rodriguez, 5’st Herrera su rigore, 10’st La Monica) Team Altamura – Nocerina 2-1  (34’pt Cela, 7’st Polidori – 26’st Liurni su rigore) Gelbison – Gravina 0-0 19/10 Bitonto-Taranto 3-0  (23′ pt Biason, 15′ st Patierno su rigore, 48′ st Merkaj) Classifica Bitonto 16 Fasano Foggia Gladiator 15 Brindisi 14 Gelbison 13 F. Andria Taranto Sorrento 12 Gravina Casarano 11 Nocerina T. Altamura 10 Grumentum 9 Agropoli Cerignola 8 Francavilla 5 Nardò 4 Prossimo turno Cerignola Gelbison Brindisi Bitonto Casarano Altamura Fasano Fidelis Andria Gravina Agropoli Grumentum Sorrento Nardò Foggia Nocerina Francavilla Taranto Gladiator

Il Taranto FC 1927 comunica in data odierna l’esonero del responsabile tecnico della prima squadra Nicola Ragno e del suo secondo Giuseppe Alberga. La società ionica tiene fortemente a ringraziare il mister ed il suo vice per l’impegno profuso ed il prezioso contributo di esperienza e competenze esibiti in questo primo scorcio di campionato. Il club augura a Ragno e Alberga un futuro denso di soddisfazioni, sia sotto il profilo umano, che professionale. Si indice, inoltre, per domani lunedì 21 ottobre alle ore 18:00 presso la sala stampa dello stadio “Erasmo Iacovone” una conferenza riservata agli organi di informazione per comunicazioni importanti da parte del sodalizio rossoblù.

Non sappiamo con certezza se Ragno sarà esonerato o se avrà ancora una chance dal presidente Giove. La sconfitta, vergognosa nelle dimensioni, di ieri, toglie definitivamente il velo a tutte le contraddizioni di un progetto nato per stracciare il campionato ma che si ritrova dopo otto gare con una media da salvezza. Il risultato è figlio di una squadra che si è dissolta come neve al sole dopo aver subito il gol dell’1-0. Evidente l’incapacità di reazione di fronte ad episodi sfavorevoli come i gol mancati da Genchi e Matute, prontamente puniti sul capovolgimento di fronte da Biason. È un Taranto che, da inizio stagione, continua a fallire gol in avanti e a combinare disastri dietro, oltre che ad avere difficoltà sul piano atletico e tattico. Ora c’è da correre ai ripari. Può farlo ancora Ragno? Difficile pensarlo. Potrebbe insistere con le sue idee o stravolgere definitivamente squadra e assetto…

Sposito 6,5 Salva la porta in diverse occasioni. Incolpevole sui gol. De Caro 4 Suo il fallo da rigore su Patierno che chiude virtualmente la partita. Ma non è l’unico errore di una gara da incubo. Russo 5 Buttato dentro a forza a causa delle defezioni in difesa. La sua partita è sicuramente condizionata da una preparazione non all’altezza e da compagni che non lo aiutano certamente Benvenga 4 L’ombra del giocatore visto nelle uscite precedenti. Errore grave il suo da cui scaturisce l’azione dell’1-0 di Biason. Guaita 4 Non capiamo se è un problema di modulo o di condizione. Prestazione, ennesima, sottotono per il colpo a sensazione del mercato rossoblu. Matute 6 Alla fine molla pure lui. Ma è l’ultimo a capire che non era cosa, quando si è accorto che rincorreva palloni mentre gli altri passeggiavano in attesa del fischio finale. Manzo S. 6 Non stava demeritando. Lui…

Il Taranto perde partita e faccia a Bitonto. Un 3-0 che segna forse definitivamente il destino del progetto tecnico di Ragno e di alcuni dei giocatori arrivati in riva allo Jonio questa estate. Eppure la partita era iniziata sotto altri auspici, con i rossoblu che si erano ben disimpegnati soprattutto nella prima mezz’ora del primo tempo. Sono infatti dei rossoblu le occasioni migliori per passare in vantaggio, fallite in ripetizione da Croce al 18′, Genchi e Matute che poco dopo si fanno respingere sulla linea le due conclusioni a portiere battuto. Così, come spesso capita a questa squadra, al primo tiro nello specchio della porta il Taranto prende gol. È Biason a realizzate l’1-0 su assist di Patierno, dopo un errore di Benvenga in disimpegno. La ripresa non ha avuto storia. Il Taranto è entrato in campo mentalmente scarico, senza arrivare quasi mai alla conclusione a rete. È il Bitonto…

Il Taranto per Bitonto potrebbe subire delle variazioni in modulo e uomini, rispetto alla vittoria casalinga contro l’Altamura. Ragno deve valutare alcune situazioni legate alle defezioni in difesa (Manzo, Allegrini e Lanzolla) e alle condizioni fisiche degli uomini a disposizione. In più il Bitonto è avversario di spessore, una delle candidate alla promozione in C. Il che implica un’attenzione massima alle contromisure da attuare contro i loro elementi migliori, guidati dal centravanti Patierno, ex oggetto dei desideri del mercato estivo del Taranto (e non solo). Sarà anche partita a scacchi col tecnico neroverde Taurino che schiera la squadra col 352. Probabile uno schieramento a specchio per il Taranto, che dovrebbe quindi tornare al modulo preferito da Ragno in questo inizio di stagione. Con l’inevitabile scivolamento in panca per D’Agostino. Probabile esordio dal 1′ per Russo al centro della difesa e la riproposizione della coppia Genchi-Croce davanti.

Al termine della rifinitura odierna il tecnico Nicola Ragno ha diramato l’elenco dei convocati in vista dell’anticipo di campionato in trasferta a Bitonto. La gara è in programma sabato 19 ottobre allo stadio “Città Degli Ulivi” alle ore 15:30 ed è valevole per l’ottava giornata del campionato nazionale serie D girone H stagione 2019/2020. Indisponibili i difensori Betti, Lanzolla e Allegrini. PORTIERI: Giappone, Sposito, Pizzaleo; DIFENSORI: Manzo Luigi, Ferrara, Mambella, De Letteriis, De Caro, Riccio, Pelliccia, Russo; CENTROCAMPISTI: Benvenga, Marino, Masi, Cuccurullo, Manzo Stefano, Matute, Galdean; ATTACCANTI: D’Agostino, Guaita, Oggiano, Ouattara, Croce, Favetta, Genchi.

Un solo precedente tra Bitonto e Taranto al “Città Degli Ulivi”, quello giocato lo scorso anno e terminato per 0-1 con gol siglato nel primo tempo da Emiliano Massimo. I rossoblu capitalizzarono al meglio una delle pochissime occasioni della gara, resistendo al ritorno dei padroni di casa nel secondo tempo. Il Taranto si issò temporaneamente al primo posto con 45 punti, col Picerno secondo ma con una gara da recuperare. La notizia più curiosa riguardò un evento che si verificò fuori dal campo: tre tifosi del Bari furono fermati dalla polizia mentre preparavano un agguato ai supporters del Taranto giunti a Bitonto. Ecco il tabellino di quella partita giocata il 30 gennaio come recupero della 1ª di ritorno, rinviata per neve: BITONTO (4-4-2): Figliola; Cappellari (54′ Dellino), D’Angelo (89′ Anaclerio), Montrone, Montanaro; Terrevoli, Biason, Fiorentino (54′ Padulano), Turitto (65′ Falcone); Picci, Patierno. A disposizione:Vitucci, Zaccaria, De Santis, Piarulli, Camporeale. Allenatore: Massimo Pizzulli TARANTO (4-2-3-1): Antonino;…

Il Taranto FC 1927 comunica che è scongiurato il rischio che la gara interna in programma il 27 ottobre contro il Gladiator possa giocarsi lontano dallo stadio Iacovone. La società ionica, infatti, d’intesa con l’Amministrazione Melucci, è a stretto contatto con la ditta incaricata dei lavori di risemina del campo A che garantirà la possibilità di disputare anche la prossima gara casalinga nel proprio stadio dinanzi ai propri tifosi senza ricorrere ad ipotetiche migrazioni su un campo neutro, come ventilato da alcuni organi di informazione. I lavori seguono i tempi prestabiliti ed il Taranto FC 1927 tiene a ringraziare il Comune per la solerte operatività nell’andare incontro alle esigenze del club e dell’intera città.