Breaking
Ad
Ad
Ad
Category

SOCIAL CORNER

Category

Un ragazzo tarantino, esempio tangibile di come lo sport, il cui ruolo non è mai stato così in discussione come in questo assurdo periodo pandemico, sia fondamentale nello sviluppo psicofisico dell’individuo. Il nostro amico Marco D’Aniello, atleta di livello Nazionale, raccontato in un libro che abbiamo il piacere di segnalarvi, già disponibile online ed a breve acquistabile nelle librerie della nostra città. Da bambino speciale a campione di nuoto: nel 2019 ha conquistato il record italiano assoluto nella categoria Juniores 50 metri stile libero ai Campionati Nazionali della FISDIR., Marco D’Aniello si fa spazio nel mondo tra fragilità e forza, difficoltà e conquiste. Grazie all’amore della sua famiglia ha incanalato nello sport quell’energia ridondante che è uno dei sintomi dell’autismo. È salito sul gradino più alto del podio ed è diventato un portatore sano di felicità. Non solo, Marco sogna e scopre che a volte i desideri si realizzano. Che…

Se dopo vent’anni di corse Kimi Raikkonen è ancora uno dei piloti più amati della Formula 1, un motivo ci sarà. Il finlandese, Campione del Mondo 2007 e attuale portacolori di Alfa Romeo Racing, è l’idolo di molti tifosi non solo per il suo talento e per la raffinatezza del suo stile di guida, ma anche per il suo carattere. Schietto e molto poco “politically correct” – i suoi esilaranti team radio sono diventati praticamente leggendari – Kimi è uno che non le manda a dire, e sotto questo profilo ricorda un po’ i piloti di una volta. Questo è Iceman: niente peli sulla lingua e una manifesta insofferenza nell’adempiere a tutte quelle incombenze che spettano ad un pilota del terzo millennio – e che non riguardano strettamente la guida, come le interviste e le conferenze stampa. Ma se il 41enne di Espoo ci ricorda i protagonisti di una F1 che non c’è più…

Lo sfogo del direttore di Radio Deejay sulla decisione del governo di chiudere le discoteche. «Fastidiosa e ipocrita», dice Quale imbecille di politico, governatore, sindaco o questore poteva pensare che si potessero aprire le discoteche e non avere assembramenti?». Inizia così lo sfogo del capo di Radio Deejay Linus, appena appresa la notizia della chiusura delle discoteche. Il governo, dopo un tira e molla durato giorni, ha deciso. I giovani non potranno più divertirsi sulle piste da ballo, in tutta Italia, senza alcuna deroga alle Regioni. Nelle discoteche, come si è visto, non è stato (quasi mai) rispettato il distanziamento sociale consentendo al Coronavirus di “correre” veloce tra i giovani. «A Ibiza, capitale delle discoteche europee, hanno avuto il coraggio di tenerle chiuse, qui ogni zona poteva decidere in funzione dei casi della regione» ha aggiunto Linus. Fonte: fabio giuffrida, open.online, post su Instagram di Linus

Bill Gates sottolinea che sta lavorando alla cura contro il coronavirus, Lewis Hamilton lo attacca su Instagram. Il tema del vaccino anti-Covid in queste ore è discusso in tutto il mondo, e se il proprietario di Windows verso la sua Fondazione, la Bill & Melinda Gates Foundation, ha stanziato 10 milioni di dollari per le ricerche, il pilota F1 ha pubblicato sul proprio profilo Instagram una storia no-vax che ha fatto discutere: riprendendo un video di King Bach (un creatore di contenuti Internet) che immortalava Bill Gates intento a difendere l’utilizzo di vaccini. La scritta del web creator era chiara: “Ricordo quando ho raccontato la mia prima bugia”. Le scuse Poche ore dopo il sei volte campione del mondo ha risposto sempre su Instagram cancellando la storia incriminata: “Voglio essere chiaro – scrive – non sono contro il vaccino e senza dubbio sarà importante nella lotta contro il coronavirus, sperando che il suo sviluppo aiuti a…

Il “Monumento al Marinaio” sulla maglia del Taranto, per la stagione post coronavirus. L’idea di Cosimo Lenti per Linea Taranto:La città di Taranto ha diversi monumenti ed ognuno ha un significato particolare. Noi ci siamo chiesti quali fra questi fosse il più rappresentativo del periodo che stiamo vivendo e di quello che ci vedrà tornare alla normalità.Come per gioco ci siamo ritrovati di fronte a un’ idea al quanto controtendenza. Inserire il “Monumento al marinaio” sulla terza maglia del Taranto della prossima stagione. Controtendenza poiché tale simbolo non è stato mai usato nel merchandising della società rossoblù. Nell’anno del Coronavirus abbiamo avuto a che fare con varie limitazioni, come seguire i colori rossoblù, ricevere un abbraccio dopo un goal e salire su quei gradoni con il solito brivido dietro la schiena. Quale monumento, perciò, rappresenterebbe al meglio la ripartenza dopo questa pandemia se non quello tarantino?Di fatti la scultura raffigura…

Fernanda Colombo è uno dei volti più noti del calcio brasiliano. Classe ’91, ex modella, ex guardalinee della massima serie del Campeonato Brasileiro, in campo fino al 2017, poi il ritiro dopo un grosso errore durante il derby tra Cruzeiro e Atletico Mineiro, e lo start alla carriera come giornalista sportiva, conduttrice e commentatrice. Qualche giorno fa diventa virale un suo video, niente di pornografico, anzi, un normalissimo momento di vita da rettangolo di gioco: la Colombo sta arbitrando una partita amichevole del campionato Estrellas de Ecuador, una sorta di All-star Game sudamericano, e subito dopo un fallo si avvicina minacciosa a Kitu Diaz che milita nel Barcellona Sporting Club, il centrocampista è certo che l’arbitro sia in procinto di ammonirlo, invece Fernanda Colombo tira fuori dalle tasche un fazzoletto per asciugarsi il sudore. Un video di appena dieci secondi, una gag che alleggerisce la tensione così come testimoniato dai sorrisi dei calciatori intorno a…

Nicolò gioca nella Roma ed è il talento più luminoso della sua generazione: si parla di lui come del nuovo Totti. L’avvenente mamma Francesca ha invaso i social e ora sogna un reality. Affari di famiglia, la nuova tendenza del calcio italiano Bello di mamma, lui. La mamma più social del momento è quella del calciatore Nicolò Zaniolo, mezzala della Roma, talento più fulgido della nostra serie A già paragonato a fuoriclasse del calibro di Totti e Kakà e già nel mirino dei più grandi club d’Europa. La mamma più generosa di selfie del momento si chiama Francesca Costa, ha 41 anni e – da quando il figlio (che ne ha 19) si è affermato con giocate da campione – si è presa la scena pure lei, mitragliando di post e foto il web,sempre in posa da diva specchiandosi da qualche parte, ammiccando con la boccuccia arricciata da diva, come da catalogo. La vediamo in…