Breaking
Ad
Ad
Ad
Category

C’era una volta… il Taranto

Category

10 precedenti tra Taranto e Fidelis Andria, di cui uno disputato in serie B nella stagione 1992-93, 5 in C, 1 in C2 e 3 in D, con un bilancio che vede i rossoblu avanti per 7 vittorie a 1 più 2 pareggi, 19 gol fatti e 10 subiti. Vittorio Insanguine l’unico giocatore ad aver segnato con entrambe le maglie. Aldo Papagni e Gigi Panarelli gli allenatori che si sono seduti su entrambe le panchine. Primo precedente nel campionato di C1 1989-90, con il Taranto che s’impose per 1-0 con una rete di Vittorio Insanguine. Insanguine protagonista a maglie invertite nel campionato di serie B 1992-93, con la rete del decisivo pareggio a pochi minuti dal termine. I rossoblu avanti di 2 reti dopo pochi minuti di gioco, abbandonarono così i sogni di salvezza. Nel 2005, due reti a firma Andrea De Florio e Lele Catania piegano la formazione biancazzurra…

Nel 2001 fu la gara che chiuse il campionato di C2 con uno 0-0 davanti a 25mila paganti in festa per la vittoria del campionato dei rossoblu allenati da Masimo Silva. Fu anche l’ultima gara in carriera per Gianpaolo Spagnulo. 20 precedenti tra Taranto e Catanzaro, di cui 12 disputati in B e 8 in C. 7 vittorie rossoblu, 5 del Catanzaro e 8 pareggi. Sfida che è valsa spesso per l’obiettivo comune, che sia salvezza o promozione, con l’apice del 1978, prima gara casalinga dopo la scomparsa di Iacovone. Primo precedente nel ’46, ultimo nel 2022. Vittoria più larga nel ’52 (3-0), sconfitta peggiore nel ’72 (0-3) e nel ’97 (1-4). Fonte statistiche passionerossoblu.it, di seguito tutti i precedenti con alcuni video tratti da YouTube, in foto home il Taranto 2000-01.22 settembre 1946 serie B Taranto Catanzaro 0-01a giornata. Prima volta tra le due compagini. Al termine della gara…

Sfida relativamente recente tra Monopoli e Taranto che s’incontreranno domenica prossima per l’ottava volta nella loro storia, quinta in serie C. 2 vittorie per parte, 3 i pareggi. 6-5 il conto dei gol. Primo precedente nel campionato di serie C1 del 1985-86, il gol di Silvio Paolucci portò in vantaggio i rossoblu, pareggio di Bartolomeo Di Michele (ex Cavese in serie B) davanti a 6000 spettatori. Taranto e Monopoli al 4º posto in classifica con 14 punti. Due punti avanti il Siena, uno Licata e Messina. Saliranno in B Messina e Taranto. Nel 1989-90, pareggio per 0-0 con espulsione di Luca Brunetti. Taranto primo col Casarano, davanti a Salernitana, Palermo e Giarre. Taranto e Salernitana in B a fine campionato. Il 7 aprile 2013 in gol il difensore Fabio Grieco per lo 0-1 finale. Gara vietata ai tifosi rossoblu. Con Giacomo Pettinicchio allenatore, Taranto 7º in classifica, Monopoli 4º. Ischia…

Muore a 67 anni il mitico portere che “parava coi piedi”, vincitore di 2 scudetti con Hellas Verona e Napoli. Il calcio italiano è in lutto per la morte di un altro grande ex portiere. A soli 67 se n’è andato Claudio Garella, protagonista dello scudetto con la maglia del Verona, nel 1984/85 e fra i pali del Napoli di Maradona nel 1986/87. “Ciao Garellik. Il Verona piange la scomparsa di un’autentica Leggenda della propria storia: ci ha lasciato oggi, a 67 anni, Claudio Garella. Autentico simbolo del primo Verona guidato da Osvaldo Bagnoli, Garella ha vestito i colori gialloblù dal 1981 al 1985 – si legge sul sito ufficiale del club – difendendo la porta dell’Hellas nella trionfale cavalcata culminata con la vittoria dello scudetto”. “Il mondo del calcio piange la scomparsa di Claudio Garella, portiere che ha lasciato un segno indelebile nella storia del Napoli. Garella è stato tra…

Triste notizia per i tifosi rossoblu: con Franco Panizza viene a mancare un protagonista dell’epica squadra di Erasmo Iacovone (con cui giocò anche nel Mantova ad inizio carriera), il più delle volte in campo con la numero 4 (Petrovic, Giovannone, Cimenti, Panizza, Dradi, Nardello, Gori, Fanti, Iacovone, Selvaggi, Caputi. All. Tom Rosati). Ieri aveva compiuto 74 anni. È morto Franco Panizza, mitico mediano rossoblu degli anni in B dal ’77 al ’79. Nato a Marmirolo (MN) il 27 luglio 1948, proprio ieri aveva compiuto 74 anni.Militò in Serie A con le maglie di Mantova e Ternana, con 49 presenze e 4 reti e 236 presenze e 16 reti in Serie B con le maglie di Varese, Mantova, Ternana, Catania e Taranto. Panizza al centro tra Gori e Selvaggi Con il Mantova esordisce in Serie A nella stagione 1966-67, conquistando nell’annata 1970-71 la sua seconda promozione di fila in massima serie (l’anno prima col Varese) e disputando poi il campionato di 1971-72 in cui va a segno…

Il 3-1 alla Germania Ovest consegnò il terzo mondiale alla Nazionale azzurra dopo un torneo incredibile come la trama di un romanzo. Ci sono eventi che passano alla storia perché sono fatti eccezionali, che spostano gli equilibri, cambiano le persone, la società. C’è un prima ed un dopo, in certi casi: se oggi pensi al 1982, inevitabilmente ti viene in mente il Mundial… Quell’11 luglio del 1982, con la vittoriosa finale del Santiago Bernabeu dell’Italia di Enzo Bearzot contro la Germania Ovest di Kalle Rummenigge, si ebbe una svolta decisiva per il calcio italiano, con la serie A che, anche per quel successo, diventerà presto “il campionato più bello del mondo”. La prima pagina della gazzetta dello sport del giorno dopo Tutti i più forti giocatori del globo arriveranno prima o poi in Italia, spesso neanche in clubs di prima fascia, oltre a una vagonata di meteore se non proprio…

Ci sono partite che avrebbero potuto (o dovuto) cambiare l’inerzia del percorso sportivo del calcio rossoblu. La gara contro la Lazio del 27 giugno 1987 è una di queste. 27 giugno 1987 stadio San Paolo di Napoli, Lazio-Taranto 0-1, gara 1 di spareggio per la permanenza in serie B. Quel Lazio-Taranto resta un ricordo indelebile nei tifosi rossoblu, come del resto l’intera stagione 1986-87, con una salvezza miracolosa ottenuta dopo una cavalcata incredibile nel girone di ritorno. Si è detto già tutto a più riprese su quella partita, dell’esodo dei 15 mila tifosi rossoblu, del gol di De Vitis in fuorigioco, anche se meno netto di quanto potesse apparire in prima battuta, della rivalità che esisteva all’epoca tra le due tifoserie per una partita che si è giocata spesso tra gli anni ’70 e ’80. Il Taranto, orfano del suo giocatore più talentuoso, Pietro Maiellaro, squalificato, ma con uno Stefano…

Anno 1992 serie B Erano appena trascorse due giornate di campionato dalla trasferta sul campo della Casertana, finita in modo infausto, 3-0 senza appelli, doppietta di Campilongo  (sì, proprio lui) e gol di Cerbone. Il Taranto sembrava inesorabilmente scivolare in serie C1, la domenica precedente aveva impattato 0-0 in casa contro il Pisa di Spagnulo (migliore in campo), una partita da vincere a tutti i costi. In zona retrocessione c’erano in pochi punti 12 squadre, ed il Taranto, ormai penultimo, aveva pochissime chances di salvare la categoria. Non solo bisognava battere il Pescara (già promosso in serie A) in casa e a domicilio il Piacenza, squadra che arriverà già tranquilla all’ultima di campionato, ma c’era anche bisogno di una combinazione favorevole di risultati nelle altre gare che vedevano impegnate le dirette concorrenti. Questa era la classifica a due gare dalla fine nella zone calda: Piacenza Bologna 35 Modena Padova Cesena…

Dopo 29 anni torna il derby tra Taranto e Bari allo Iacovone, più volte sfiorato ma sempre saltato per le vicende sportive negative dei rossoblu ma anche per la decisione della FIGC di non inserire il Bari nel girone H di serie D nel 2018-19. 21 i precedenti a Taranto tra le due compagini, dei quali 17 disputati in serie B e 4 in C, con un bilancio che vede i rossoblu vittoriosi in 10 occasioni. 11 i pareggi e nessuna vittoria per il Bari. 22 a 8 il conto dei gol. Tre i precedenti in Coppa Italia, con una vittoria per parte ed un pareggio. Stadi sempre pieni, a volte anche oltre il limite di capienza e sfide spesso segnate da incidenti dentro e fuori dal campo. È il derby di Erasmo Iacovone, la cui prodezza il 20 novembre 1978 segnò forse il punto più alto nella storia rossoblu,…

6 precedenti tra Taranto e Monopoli allo Iacovone, 3 disputati in C e 3 in D, con i rossoblu in vantaggio per 3 vittorie ad 1 più 2 pareggi. 6-3 il conto dei gol. Ultima vittoria Taranto nel 2013, unica sconfitta nell’ultimo precedente, giocato nel 2017. Peppe Genchi unico giocatore ad aver giocato e segnato con entrambe le maglie. Di Hernan Molinari l’unica doppietta nel 2-1 del 2013 20 aprile 1986 serie C1 Taranto Monopoli 1-0 83′ Paolucci 12a di ritorno. Un gol di Silvio Paolucci nel finale risolve la gara a favore dei rossoblu. La contemporanea sconfitta del Messina a Cava regala il primo posto in solitaria agli uomini di Renna a 5 giornate dalla fine. Sugli spalti 12mila spettatori. 5 novembre 1989 serie C1 Taranto Monopoli 2-0 28′ Brunetti, 76′ Coppola 8ª giornata d’andata. Un Taranto ancora imbattuto piega il Monopoli con un 2-0 firmato Luca Brunetti e…