Breaking
Ad
Ad
Ad
Category

Serie B

Category

Fonte cosmopolismedia.it (Dario Gallitelli) Gli umbri stendono i galletti grazie alla doppietta di Di Serio, attaccante scuola Benevento di origini joniche Black out al San Nicola, dove Antenucci e compagni stoppano la propria rincorsa play off a causa della sconfitta rimediata contro il Perugia di Fabrizio Castori. Uomo copertina Giuseppe Di Serio, nativo di Trento ma nelle cui vene scorre sangue tarantino, come facilmente intuibile dal cognome che ha messo a segno una doppietta con la quale si è guadagnato i galloni di migliore in campo. Cresciuto nelle giovanili del Benevento, Di Serio, figlio di Michele che a metà anni ’90 ha lasciato la Puglia per trasferirsi a Vigo di Ton, è anche transitato per un breve lasso di tempo per la città dei Due Mari, indossando la casacca dell’Hellas Taranto debuttando in Eccellenza giovanissimo, prima di approdare alla corte di Pippo Inzaghi, assaggiando il grande calcio.

Gazzetta.it (Roberto Pinna) Il tecnico è sbarcato oggi in città, accolto da 300 tifosi che sognano di poter puntare sin d’ora alla risalita in Serie A: “30 anni fa dissi che ero un apprendista allenatore, ora torno come allenatore apprendista” Claudio Ranieri travolto dall’entusiasmo del pubblico rossoblù all’aeroporto di Elmas Entusiasmo, follia e una ritrovata speranza. A Cagliari è il Ranieri-day. Il tecnico romano, che subentra al posto dell’esonerato Fabio Liverani, è atterrato verso le 10 all’aeroporto di Elmas con un volo da Roma. Ad attenderlo oltre 300 tifosi con cori, bandiere e striscioni. Tutti a chiedere una sola cosa: il miracolo di un’immediata promozione in Serie A dopo l’ultima retrocessione. La prima conferenza stampa di Claudio Ranieri dopo il suo ritorno in Sardegna EMOZIONI Dopo il bagno di folla al ritorno dopo 31 anni, con sir Claudio che a Cagliari a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta riportò…

La Lega di B approva la sua proposta di riforma, che riguarda l’intero ordinamento dei campionati, con un secco no alle seconde squadre. Ecco cosa si legge nel documento inviato alla Figc: “Dare seguito alla riforma dei campionati presentata nell’estate 2021 dalla Figc e approvata all’unanimità dall’Assemblea della LNPB che rivede l’intero sistema calcio, professionistico e non” Ma cosa prevedeva la riforma del 2021 citata dalla Lega B? Ecco cosa diceva Gabriele Gravina, presidente Figc a settembre 2021: “Il progetto definitivo dal 2024-2025 prevede una fusione fra la Serie B e la Serie C Élite ed una fusione fra la Serie C e la Serie D Élite. Serve una rivoluzione culturale che coinvolga la Serie A, la Serie B, la Lega Pro e i dilettanti, non è più procrastinabile”, Ecco dunque l’idea di far passare le squadre comprese tra il secondo e il quarto livello del calcio italiano attraverso una fase transitoria…

Finisce 2-1: Canotto e un rigore di Hernani, dopo che Menez aveva sbagliato un altro penalty e Aramu aveva pareggiato, regalano una vittoria pesantissima a Inzaghi Fonte gazzetta.it Gli anti Frosinone stavolta sono in due. La Reggina di Pippo Inzaghi rifila due gol al Genoa (2-1), aggancia Blessin a 22 punti e diventa la seconda forza della Serie B proprio insieme ai rossoblù. Fabio Grosso, campione del Mondo insieme a Pippo nel 2006, è lì davanti a +5, reduce dal successo contro il Perugia. EMOZIONI Luigi Canotto apre i giochi dopo un quarto d’ora e chiude i conti con il destino: cresciuto nelle giovanili amaranto sognando di segnare al Granillo, realizza il suo sogno 13 anni dopo l’addio. Il tutto dopo aver girato l’Italia in lungo e in largo. Il secondo gol stagionale è un destro rasoterra sotto la Sud. L’ex Juve Stabia fa tutto da solo: aggancia un pallone…

Il primo turno di serie B ha visto partite piacevoli e risultati non scontati, indice di poca tensione nelle squadre, ancora con i carichi di lavoro del ritiro da smaltire e giocatori liberi da preoccupazioni eccessive legate al risultato. Più in là, quando la classifica comincerà ad avere un certo valore, probabile il ritorno a gare meno scoppiettanti e ad un’attenzione maggiore alla fase difensiva. Buona la prima per Palermo e Cittadella, pari nell’esordio del Bari a Parma ed in extremis del Cagliari a Como. Parma Bari 2-2 (3′ Man, 11′ rig Antenucci (Ba), 35′ Folorunsho (Ba), 45’+2′ Mihaila) Palermo Perugia 2-0 (25′ rig Brunori, 68′ Elia) Cittadella Pisa 4-3 (27′ Masucci (Pi), 38′ e 57′ rig Baldini, 61′ aut Hermannsson, 66′ Asencio, 90′ Sibilli (Pi), 98′ Canestrelli (Pi) Como Cagliari 1-1 (19′ Mancuso, 93′ Pereiro (Ca))

Fonte Francesco Manno per areanapoli.it Clamoroso colpo di scena per quello che concerne il campionato italiano: Cesc Fabregas è pronto a giocare nel nostro Paese. La sessione estiva di calciomercato sta per regalare a tutti i tifosi una grande sorpresa, almeno per quello che concerne il campionato italiano. A sorpresa il Como piazza il grande colpo di calciomercato: è in arrivo Cesc Fabregas per rinforzare la mediana di Giacomo Gattuso. Il centrocampista ex di Monaco, Chelsea, Arsenal e Barcellona. Il giocatore, come riporta Gianluca Di Marzio sul suo sito, aveva diverse offerte e alla fine ha preferito il Como, convinto anche da Dennis Wise, direttore sportivo. Fabregas ha scelto il Como e l’accordo è a un passo. Il centrocampista voleva andare in Italia e nonostante le diverse opzioni di contratto, ha preferito andare al Como. Una decisione presa anche in virtù della sua volontà di iniziare ad allenare un giorno. Ora non è ancora…

Fonte calcioefinanza.it/Stefano Vivaldi La Lega Serie B, fin dall’approvazione del progetto delle seconde squadre nella stagione 2018/19, si è sempre detta fermamente contraria ritenendolo nocivo per la mission sportiva della Serie B, quale trampolino di lancio dei giovani, sperequativo dal punto di vista economico-finanziario e certamente lesivo del regolare svolgimento del torneo cadetto, non avendo le seconde squadre in caso di partecipazione alla Serie B, per espressa previsione del C.U. istitutivo, alcun interesse di alta classifica e di promozione. Una contrarietà ribadita anche nell’ultimo Consiglio federale nel quale la Lega B ha rimarcato come il progetto non sia né decollato né sia stato funzionale alla crescita dei giovani, peculiarità che invece la B garantisce come dimostrano i recenti esordi di Esposito, Gatti e Zerbin in Nazionale maggiore, la presenza di 18 giocatori nell’ultimo stage voluto da Mancini e gli undici convocati da Nicolato nelle qualificazioni europee dell’Under 21. Di fronte…

Alla base della clamorosa decisione ci sarebbe la contestazione al presidente con manifesti e uno striscione affissi in città. Il sindaco Mastella: “Gli chiedo di restare al suo posto, solidarietà per il gesto di imbecillità di pochi pseudo-tifosi” Fonte gazzetta.it Con un annuncio a sorpresa sul sito internet del club, il presidente Oreste Vigorito ha annunciato che lascerà il Benevento, consegnerà il titolo sportivo nelle mani del sindaco e non iscriverà la squadra al prossimo campionato di B. IL COMUNICATO “Il presidente Oreste Vigorito comunica alla città, alla tifoseria, alle Istituzioni e a tutti quelli che in questi anni di meravigliosa esperienza lo hanno accompagnato che nei prossimi giorni chiederà un incontro con il sindaco della città, Clemente Mastella, al fine di consegnare nelle mani dello stesso il titolo sportivo del Benevento non avendo la volontà di iscrivere il club al prossimo campionato. Nulla potrà cancellare gli anni vissuti, il…

Fonte tuttosport.com Nella serata di martedì (in occasione di una festa patronale) alcuni calciatori del Crotone sono stati aggrediti da alcuni pseudo-tifosi, che non hanno evidentemente “gradito” l’atteggiamento festoso dei giocatori dopo la retrocessione in serie C. “Il Presidente Gianni Vrenna e tutto il Football Club Crotone, a seguito dell’episodio sgradevole di cui sono state vittime alcuni tesserati nella serata di martedì, esprimono la più ferma condanna verso la violenza in tutte le sue declinazioni e la piena solidarietà verso i ragazzi coinvolti”, scrive in una nota ufficiale la società pitagorica. Ad unirsi alla condanna dell’accaduto è il sindaco della città calabrese: “Esprimo ferma condanna per l’aggressione subita da alcuni giocatori del Crotone Calcio – afferma il primo cittadino Vincenzo Voce  – Si tratta di un episodio riprovevole. Piena solidarietà e vicinanza ai giocatori, alle loro famiglie, alla società . Conoscono l’affetto che la città  ha nei loro confronti, che non può essere messo in discussione dalla inciviltà di pochi”. Il Crotone…