Breaking
Ad
Ad
Ad
Category

Estero e Coppe Europee

Category

Rigore, parata, traversa, respinta: l’incredibile ultima azione che ha buttato fuori l’Atletico Madrid dalla Champions League Fonte open.it Dopo il recupero l’arbitro richiama in campo le squadre per un penalty dopo l’intervento del Var. E lì succede l’incredibile L’Atletico Madrid è uscito dalla Champions League ieri in un modo che probabilmente i tifosi del Colchoneros ricorderanno per un po’. La squadra di Diego Simeone affrontava il Bayer Leverkusen. Quando la partita era già finita sul risultato di 2 a 2 il Var ha richiamato l’arbitro Clement Turpin a bordo campo per un fallo di mano nell’ultima azione alla fine del recupero. Rigore assegnato, dal dischetto si presenta Carrasco. Che si fa parare il penalty Hradecky. Ma l’azione non è finita perché la palla finisce tra i piedi di Saul Niguez, che tira in porta e colpisce la traversa. Ancora ribattuta e ci prova Reinildo. Che trova a deviare proprio Carrasco. Palla fuori e Atletico eliminato.

Fonte calciomercato.com La giornata di mercato si è aperta con l’ufficialità di Kalidou Koulibaly al Chelsea. Già venerdì il senegalese aveva salutato il Napoli e i suoi tifosi; al club partenopeo andranno 40 milioni di euro. L’altro grande trasferimento arriva dall’estero, con il Barcellona che ha comunicato di aver trovato l’accordo con il Bayern Monaco per Robert Lewandowski. 

Il fuoriclasse, 37 anni, è vincolato fino al 30 giugno 2023 al Manchester United ma ha già espresso la volontà di cambiare aria Fonte sportmediaset.it Trecento milioni di euro. È questa la cifra che dall’Arabia Saudita sarebbe stata messa sul piatto per Cristiano Ronaldo. Secondo quanto riferisce “TVI”, l’offerta monstre per convincere CR7 ad accettare la destinazione è di 300 milioni totali e in particolare 250 d’ingaggio in due anni (125 a stagione), 30 per il Manchester United e 20 all’agente Mendes. L’attaccante portoghese è intenzionato a lasciare l’Old Trafford dopo la frustrazione per la mancata qualificazione alla Champions League ed è in cerca di una nuova sfida, l’Arabia potrebbe essere un’opzione?  Nelle ultime settimane Bayern Monaco, Chelsea e Napoli sono stati accostati al nome di Ronaldo, ma concretamente non ci sono offerte. Secondo la CNN Portogallo, un club saudita si è fatto avanti con una proposta che porterebbe il 37enne a guadagnare 125 milioni di euro a stagione. Allo United andrebbero 30 milioni, che superano la cifra pagata per strappare CR7 alla Juventus la scorsa estate. Ronaldo – che…

Real Madrid Campione d’Europa per la 14^ volta. A Parigi, il Liverpool fa la partita e nel primo tempo va vicino al vantaggio con una conclusione di Salah e un palo colpito da Mané. Gol annullato a Benzema dopo revisione VAR. Nella ripresa il Real sfrutta un micidiale contropiede per segnare con Vinicius. I Reds si buttano all’attacco ma Courtois chiude la porta ancora a Salah. Il Real resiste e porta a casa la vittoria e la Coppa dei Campioni. Per Carlo Ancelotti è la quarta Champions da allenatore, la seconda col Real dopo la “Decima” delle merengues conquistata nel 2014 e le precedenti due vinte col Milan nel 2003 e nel 2007. È record per il tecnico italiano.

È la Roma la vincitrice della prima edizione della Conference League. A Tirana i giallorossi battono il Feyenoord per 1-0 con rete decisiva di Zaniolo al 32′. Una squadra italiana torna a vincere un trofeo europeo dopo 12 anni. Fu l’Inter l’ultima ad aggiudicarsi una coppa in campo europeo, vincendo la Champions League nel 2010. Ed ora come allora in panchina c’era Josè Mourinho. In foto ansa.it Nicolò Zaniolo

“Momento durissimo, ma prima la salute” Fonte gazzetta.it Il Kun decide di ritirarsi dopo il problema al cuore riscontrato il 30 ottobre: “Felice per la decisione che ho preso” Il ‘Kun’ non riesce a parlare, respira a fatica, dal microfono che gli hanno messo al collo si attraversano i singhiozzi e la ricerca dell’aria si amplifica verso il mondo all’ascolto di tutto il suo disagio, il suo dolore, la sua difficoltà. Si siede sullo sgabello ma non alza la testa che resta bassa, pesante. In mano ha un fazzoletto per un naso che non smette di colare, così come le lacrime non smettono di scendere. La commozione è enorme. TUTTO STORTO Per salutarlo quelli del Barcellona hanno montato un palco sul prato del Camp Nou, lì dov’era stato presentato il 31 maggio scorso. Sei mesi e mezzo dopo, Sergio Aguero ha salutato non solo il Barça, ma il calcio. Fermato da…

“È al top della carriera”Fonte tmw.com Alan Shearer non ha dubbi: se gli chiedessero di comprare un giocatore, preferirebbe Momo Salah a Cristiano Ronaldo e Lionel Messi. L’ex attaccante inglese ha ha scritto per il The Athletic: “Settimana dopo settimana, anno dopo anno, Salah continua a fare magie. C’è un’ossessione per Lionel Messi. e Cristiano Ronaldo, comprensibile visto quanto sono stati dominanti negli ultimi anni. Ma oggi, se mi venisse data la possibilità di scegliere un giocatore per la mia squadra, direi Salah. Sta definendo nuovi standard. Capisco che giochi in una squadra fortissima, con giocatori magnifici, ma è veloce, energico, fresco. Non ho dubbi che, a 29 anni, sia al top, nel momento più bello della sua carriera” .

Merengues nella leggenda: sono 1000 i gol in Champions. Staccatissime le altre big d’Europa, Juventus prima italiana Fonte calcioefinanza.it Con il gol di Karim Benzema contro lo Shakthar Donetsk, il Real Madrid scrive la storia: la rete del francese è la numero 1.000 dei Blancos nella massima competizione europea, tra Coppa dei Campioni e Champions League, diventando la prima squadra a raggiungere tale traguardo. Benzema completa quindi quanto iniziato da Miguel Muñoz, ex centrocampista delle Merengues, che l’8 settembre 1955 siglava il primo gol del Real nella prima storica edizione della Coppa dei Campioni, trofeo che poi le Merengues avrebbero vinto. A seguire il club madrileno in questa classifica è il Bayern Monaco, con 768 gol, mentre il podio è chiuso dal Barcellona con 655. Prima italiana la Juventus, che occupa la quinta posizione europea con 468 gol.

Fonte sportmediaset.it L’idea era nata a luglio, subito dopo il rigore di Saka parato da Donnarumma che aveva incoronato l’Italia campione d’Europa: perché non organizzare una sfida contro l’Argentina (che due giorni prima aveva vinto la Copa America) in ricordo di Diego Armando Maradona? L’idea era piaciuta alla Fifa ma anche ad Uefa e Conmebol che hanno annunciato l’istituzione di una nuova competizione che, appunto, vedrà scontrarsi la nazionale campione d’Europa contro quella campione del Sudamerica. La prima delle tre edizioni con cui si partirà è prevista a giugno 2022, data precisa e sede ancora da confermare: il fatto che il Mondiale sia spostato in inverno, regala agli azzurri e alla selezione albiceleste una finestra estiva che, in caso contrario, sarebbe stata quasi impossibile da individuare. Questa sorta di “coppa intercontinentale per nazionali” rientra nell’ottica dell’ampliamento della collaborazione tra Uefa, il ‘governo’ del calcio europeo e Conmebol, omologo per quanto riguarda il Sudamerica. L’Argentina campione in carica del Sudamerica

Nella conferenza stampa di oggi, il numero 10 argentino ha voluto salutare compagni e tifosi cercando di spiegare i motivi di questa separazione. Per lui pronto un ingaggio col PSG. (Fonte articolo originale gazzetta.it) Era nell’aria da un anno, ora è ufficiale, Messi lascia il Barcellona e passa, molto probabilmente, al Paris SG. Una storia lunga 21 anni (da quando a 13 anni firmò il primo contratto con i blaugrana) e 35 trofei: “Non sono pronto a questo. Ho pensato a cosa dire, ma non mi è venuto in mente nulla. Non me lo aspettavo, un anno fa sapevo cosa fare, mentre ora ero convinto di restare. E’ questo il momento più complicato della mia carriera. Ne ho avuti tanti, ho perso tante partite. Ma ho sempre avuto la possibilità di ricominciare per rialzarmi. Qui si chiude una storia e se ne apre un’altra.” I motivi della separazione:”Dopo le elezioni…