Breaking
Ad
Ad
Ad
Category

INTERNAZIONALE

Category

Calcio in lutto, la SLA uccide anche Fernando Riksen. Il 43enne difensore olandese aveva scoperto di essere malato nel 2013 ma nonsi era arreso. Calcio in lutto, la SLA ha fatto un’altra vittima: è Fernando Riksen, 43enne ex difensore olandese che in carriera aveva vissuto le sue stagioni migliori nei Glasgow Rangers. Aveva scoperto di essere malato nel 2013, ha lottato con coraggio fino ad oggi. Lascia la moglie Veronika e la figlia Isabella, 10 anni. Il decesso questa mattina, annunciato dal club scozzese con il quale Ricksen ha giocato per sei stagioni fino al 2006. Con quella maglia aveva vinto tre volte il titolo di campione di Scozia, per 2 volte la Coppa nazionale e per tre volte la Supercoppa scozzese. Poi aveva scelto l’avventuirta in russa, con la maglia dello  Zenit. Lì aveva vinto l’Europa League nel 2009 (anche se in finale era rimasto in panchina). Con i russi per lui anche…

ITALIA-POLONIA U21 0-1 40′ Bielik ITALIA (4-3-3): Meret; Adjapong (81′ Zaniolo), Mancini, Bastoni, Dimarco; Barella, Mandragora (57′ Tonali), Pellegrini; Orsolini (46′ Kean), Cutrone, Chiesa. Ct Di Biagio POLONIA (5-4-1): Grabara; Fila, Wieteska, Bielik, Bochniewicz, Pestka; Jagiello (55′ Michalak), Zurkowski, Dziczek, Szymanski; Kownacki (76′ Buksa). Ct Michniewicz Ammoniti: Dziczek (P), Kownacki (P), Zaniolo (I), Buksa (P) Una partita dominata ma persa contro la Polonia, sconfitta che mette a serio rischio l’accesso alle semifinali dell’Europeo Under 21. Oltre il 65% di possesso palla e 30 conclusioni verso la porta avversaria, strapotere che tuttavia volta le spalle agli Azzurrini: vincono 1-0 i polacchi trascinati da Bielik, guizzo che complica terribilmente il cammino della Nazionale verso il prossimo turno. Sfortuna, certo, ma dopo il 3-1 rifilato alla Spagna si attendevano conferme al Dall’Ara: nel mirino la semifinale e l’approdo al torneo olimpico di Tokyo 2020, obiettivi a repentaglio poiché le gerarchie premiano le tre vincitrici dei gironi e la migliore seconda.…

Grande esordio dell’Italia Under 21 agli Europei. Al Dall’Ara di Bologna la squadra di Gigi Di Biagio batte 3-1 la Spagna: vantaggio iberico con gol di Ceballos (9′), poi si scatena Chiesa, che pareggia al 36′ con una splendida azione personale e raddoppia al 64′ con un tap-in vincente. Gol della sicurezza su rigore di Pellegrini a 8′ dalla fine. L’Italia è in testa al gruppo A insieme alla Polonia, prossima avversaria nel girone il 19 sempre a Bologna. ITALIA-SPAGNA 3-1 Italia (4-3-3): Meret; Calabresi, Mancini, Bonifazi (43′ st Bastoni), Dimarco; Barella, Mandragora, Pellegrini; Zaniolo (43′ Orsolini), Kean (16′ st Cutrone), Chiesa. A disp.: Audero, Montipò, Pezzella, Tonali, Adjapong, Bonazzoli, Romagna, Locatelli, Murgia. All. Di Biagio Spagna (4-1-4-1): Simon; Aguirregabiria; Jesus Vallejo, Jorge Meré, Aaron Martin; Zubeldia (22′ st Fornals); Soler, Ceballos, Fabian Ruiz (1′ st Merino), Oyarzabal (40′ st Mir); Borja Mayoral. A disp.: Sivera, Martin Fernandez, Nunez, Manu Vallejo, Lirola, Alfonso, Olmo, Junior, Roca. All.De la Fuente. Arbitro: Gozubuyuk (Olanda) Marcatori: 9′ Ceballos (S), 36′, 19′ st…

Stasera a Bologna l’italia U21 di Luigi Di Biagio inizia l’avventura contro i pari età della Spagna. Un avvio difficile che però, in caso di vittoria, metterebbe quasi in cassaforte il passaggio del turno per gli azzurri. Infatti passano solo le prime dei tre gironi più la migliore seconda. Formazione quasi scontata con i reduci della nazionale A tutti in campo, a cominciare da Barella e Kean, già in gol con l’Italia dei “grandi”. ITALIA (4-3-3): Meret; Calabresi, Mancini, Bastoni, Dimarco; Pellegrini, Mandragora, Barella; Zaniolo, Kean, Chiesa. Ct. Di Biagio SPAGNA (4-2-3-1): Simòn; Aguirregabiria, Meré, Vallejo, Martin A.; Fabian Ruiz, Merino; Soler, Ceballos, Oyarzabal; Mayoral. Ct. De La Fuente ARBITRO: Gozubuyuk (Ola) TV: Rai1

UCRAINA-COREA DEL SUD 3-1 5′ rig. Lee Kang-In (C), 34′ e 53′ Supriaha (U), 89′ Tsitaishvili (U) UCRAINA U20 (5-4-1): Lunin; Konoplia, Safronov, Bondar, Beskorovainyi, Korniienko; Tsitaishvili, Khakhlov (57′ Chekh), Dryshlyuk, Buletsa (89′ Kashchuk); Supriaha (63′ Sikan). Ct. Petrakov COREA DEL SUD U20 (5-3-2): Lee Gwang-Yeon; Hwang, Lee Ji-Sol, Kim Hyun-woo, Lee Jaeik, Choi Jun (81′ Lee Kyu-Hyuk); Jungmin Kim, Kim Se-Yun (46′ Won-Sang), Yeong-uk Jo (63′ Se-Jin Jeon); Lee Kang-in, Sehun Oh. Ct. J. Chung Ammoniti: Kim Hyun-woo (C), Jaeik Lee (C), Sehun Oh (C), Konoplia (U) Trionfo dell’Ucraina nel mondiale U20. I ragazzi di Petrakov vincono per 3-1 la finale contro la sorpresa Corea del Sud. Eppure sono stati proprio gli asiatici a passare per primi con un rigore concesso dopo due minuti di gioco tramite la Var. In una partita sostanzialmente equilibrata, il maggiore tasso tecnico dell’Ucraina ha avuto la meglio alla distanza. Eroi di giornata il centravanti Supriaha, autore della doppietta che ribalta il risultato e Tsitaishvili, che…

Una vera e propria beffa. L’Italia Under 20 è stata eliminata in semifinale dall’Ucraina e non giocherà la prima finale della sua storia al Mondiale di categoria. Dopo un buon inizio secondo tempo, con tante occasioni, hanno subito un gol al 65’ da Buletsa. Nel finale, però, succede di tutto: prima Capone sfiora va vicinissimo all’1-1. Poi, al 92′ Scamacca riesce a segnare il gol del pari che avrebbe portato la sfida ai supplementari. Nel prendere posizione, però, allarga un po’ il gomito, Bondar crolla a terra. L’arbitro del match in un primo momento sembra titubante, poi convalida. Sollecitato probabilmente dal Var, decide di andare a rivedere l’occasione e annulla il gol. Tra le proteste degli azzurrini. Rivedendo l’azione però non si riesce a capire dove sia il grave errore del direttore di gara, presupposto di ogni intervento del Var. L’intervento di Scamacca giudicato irregolare Fonte: Sport.Sky.it

Con una rete di Gonzalo Guedes al 60′, il Portogallo si laurea campione nella prima edizione della Nations League nella finale di Oporto contro l’Olanda. Per i lusitani quindi ancora un successo dopo quello ottenuto nel 2016 all’Europeo in Francia. Continua il momento d’oro della nazionale del tecnico Santos e del capitano Cristiano Ronaldo, ormai realtà assoluta del calcio mondiale. Per l’Olanda invece ancora una sconfitta in una finale, dopo quelle nei mondiali del ’74, ’78 e 2010. PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio; Semedo, Fonte, Ruben Dias, Raphael Guerreiro; Danilo, William Carvalho (93′ Ruben Neves), Bruno Fernandes (81′ Joao Moutinho); Bernardo Silva, Cristiano Ronaldo, Gonçalo Guedes (75′ Rafa Silva). All. Santos OLANDA (4-3-3): Cillessen; Dumfries, de Ligt, van Dijk, Blind; de Roon (81′ de Jong L.), Wijnaldum, de Jong F.; Bergwijn, Depay, Babel (46′ Promes). All. Koeman Marcatore: Guedes al 60′ Ammoniti: Dumfries, van Dijk Nella finale per il terzo posto a Guimaraes, l’Inghilterra ha…

GRECIA-ITALIA 0-3 23′ Barella, 30′ Insigne, 33′ Bonucci GRECIA (4-3-3): Barkas; Zeca, Manolas, Papastathopoulos, Stafylidis; Samaris (77′ Bakasetas), Siovas, Kourbelis (46′ Siopis); Masouras, Kolovos (46′ Mavrias), Fortounis. Ct Anastasiadis ITALIA (4-3-3): Sirigu; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Emerson (68′ De Sciglio); Barella, Jorginho, Verratti (81′ Pellegrini); Chiesa, Belotti (84′ Bernardeschi), Insigne. Ct Mancini Ammoniti: Samaris (G), Verratti (I), Masouras (G) Con tre reti siglate nella prima mezz’ora di gara, l’Italia di Roberto Mancini regola agevolmente la Grecia, rivelatasi formazione in difficoltà tecnica e fisica al cospetto degli azzurri. Ora l’Italia guida il girone a punteggio pieno, con nove punti dopo tre gare. Nelle altre partite, da segnalare la sconfitta un po’ a sorpresa della Bosnia in Finlandia per 2-0.

ITALIA (3-5-2): Plizzari; Gabbia, Del Prato, Ranieri; Bellanova, Frattesi, Esposito (68′ Bettella), Pellegrini, Tripaldelli; Scamacca, Pinamonti (88′ Olivieri). Allenatore: Nicolato MALI (5-3-2): Koita Y.; Fofana (91′ Traorè M.), Camara, Diaby, Kanouté, Konan; Dramé (85′ Konté), Sissoko, Diakité; Koita S., Koné (70′ Traoré B.). Allenatore: Mamoutou Kane Marcatori: 2′ aut. Koné (I), 38′ Koita (M), 60′ Pinamonti (I), 79′ Camara (M), 83′ rig. Pinamonti (I), 84′ Frattesi (I) Ammoniti: Sissoko Espulsi: Diakité al 21′ per rosso diretto Note: Plizzari para il rigore a Koita al 96′ Grande impresa dell’Italia U20 che batte 4-2 il Mali e vola in semifinale nel Mondiale di categoria. Gli azzurrini giocano con un uomo in più per tre quarti di match, ma si fanno recuperare due volte da un Mali mai disposto ad arrendersi e protagonista di un gioco corale davvero interessante. L’uscita sbagliata del loro portiere e i guizzi di Pinamonti permettono, però, alla Nazionale di Nicolato di mettere il sorpasso e…

La riforma della Champions League dal 2024 e a cascata delle altre due competizioni europee se la vedrà con la resistenza delle principali leghe europee, ancora perplesse sul nuovo format. Le squadre della Premier League, anzitutto. Quello inglese è il campionato più ricco del mondo basti pensare che per i diritti TV 2018-19 l’Huddersfield, ultimo classificato, ha incassato 96 milioni di sterline. Il Tottenham, finalista di Champions ha guadagnato 104 milioni dalla UEFA mentre dalla Premier ben 145. Più partite internazionali significherebbe meno partite nazionali e un girone di Champions da 8 squadre sarebbe visto come un intralcio al ricco campionato casalingo. Scetticismo anche in Bundesliga, dove persino il Bayern si è schierato con gli altri club tedeschi. Il numero di partite e il sistema di qualificazione alla Champions che andrebbe a svalutare il piazzamento in campionato non piace. La Liga è passata addirittura a una lettera indirizzata al segretario generale Michele…