Breaking
Ad
Ad
Ad
Category

ALTRI SPORT

Category

Fonte Rainews.it Benedetta Pilato è medaglia d’oro nei 100 rana agli Europei di nuoto di Roma. La 17enne tarantina ha toccato in 1’05″97, davanti all’altra azzurra Lisa Angiolini, sorprendente argento in 1’06″34. Bronzo alla lituana Ruta Meilutyte, 1’06″50. “Io l’avevo detto, dopo i maschi noi avremmo fatto uguale. E’ stato bello, il pubblico è spaziale. Sono contenta per Lisa, non se lo aspettava”. Queste le parole di Benedetta Pilato intervistata al termine della gara E’ il sesto oro in corsia per l’Italia.

È il primo successo della Ferrari in Austria dal 2003, terza vittoria stagionale per Leclerc che parte dietro a Verstappen ma finisce davanti. Seconda vittoria consecutiva per la Ferrari dopo Silverstone. Max secondo. Fiamme sulla Ferrari di Sainz costretto al ritiro. Out anche Perez con la Red Bull dopo un contatto al primo giro. Hamilton chiude terzo. Ancora a punti Mick Schumacher, sesto. Il Mondiale torna il 24 luglio in Francia. Fonte sport.sky.it

Fonte gazzetta.it/ Stefano Arcobelli 20 giugno – BUDAPEST La giovanissima stella del nuoto azzurro stupisce in finale: quarta ai 50 metri, batte la tedesca Elendt e l’olimpionica Meylutite Da una meraviglia all’altra: dall’oro con record mondiale di Ceccon al trionfo di Benny Pilato, che nei 100 rana vince dopo aver virato quarta ai 50. Un’impresa nella specialità olimpica dopo il record mondiale nei 50 in questa piscina. Benny batte la tedesca Anna Elendt di 5 centesimi e l’olimpionica di Londra, Ruta Meylutite da 1’06″02, sotto il podio la regina di Rio Lilly King, l’americana che ha sempre stimato la diciassettenne tarantina per il coraggio con cui affronta le gare. Un vero capolavoro. CHE RIVINCITA Un oro per prendersi la madre di tutte le rivincite: quella della delusione olimpica che molti le ricordavano fino a ieri. Un oro per ribadire che non è più solo una cinquantista e che alla prima finale…

Due Ferrari a podio, Leclerc in cima al Mondiale Fonte gazzetta.it Max Verstappen ha vinto il GP Arabia Saudita a Jeddah, seconda prova del Mondiale F1 2022. Sul podio due grandi Ferrari, con Leclerc che ha condotto la corsa fino a due giri dalla fine; terzo Carlos Sainz. Per il monegasco della rossa comunque il punto addizionale per il giro veloce e la testa del campionato. Questo l’ordine d’arrivo del GP d’Arabia:  1. Verstappen (Red Bull) 1h24’19″293 (media 219.481 km/h) 2. Leclerc (Ferrari) a 0″549 3. Sainz (Ferrari) a 8″097 4. Perez (Red Bull) a 10″800 5. Russell (Mercedes) a 32″732 6. Ocon (Alpine) a 56″017 7. Norris (McLaren) a 56″124 8. Gasly (AlphaTauri) a 1’02″946 9. Magnussen (Haas) a 1’04″308 10. Hamilton (Mercedes) a 1’13″948 11. Zhou (Alfa Romeo) a 1’22″215 12. Hulkenberg (Aston Martin) 1’31″742 13. Stroll (Aston Martin) a 1 giro 14. Albon (Williams) rit. 15. Bottas…

Figura chiave del progetto Virtus, Stefano Mineo fa il punto della situazione della stagione sportiva della compagine jonica. Presente e futuro nelle parole del tecnico che non pone limiti al programma di sviluppo della società guidata dal presidente Festinante. “Sono reduce, assieme a Mario Cottignoli, da un incontro con i vertici societari nel quale abbiamo tracciato una sorta di bilancio di questa prima parte di stagione. Possiamo essere oggettivamente soddisfatti del lavoro svolto sino a questo momento e di come i ragazzi reagiscano alle nostre sollecitazioni. Le iscrizioni hanno fatto registrare un incremento importante e di conseguenza i gruppi sono diventati molto vasti, accrescendo numericamente e qualitativamente la base Virtus che già poteva contare su fondamenta solide. La medesima soddisfazione mi sento di esprimerla per ciò che concerne il comparto tecnico, essere seguiti dai ragazzi cela la difficoltà maggiore insita nel nostro ruolo, e riuscire a catturare la loro attenzione…

Fonte gazzetta.it Prima gara della stagione e trionfo del Cavallino col monegasco che precede il compagno di squadra spagnolo. Terzo Hamilton. Ritirato Verstappen Finalmente Ferrari, finalmente la rossa è tornata! E come nelle favole è stato un principino a rompere un incantesimo che durava dal 2019: Charles Leclerc ha vinto il GP del Bahrain e interrotto il digiuno che durava da Singapore 2019, quando Sebastian Vettel conquistò l’ultima vittoria del Cavallino. Una festa clamorosa perché al secondo posto si è piazzata l’altra rossa di Carlos Sainz, per una fantastica doppietta. E’ un trionfo che spazza via due anni di buio tecnico, di sofferenze, di critiche, di battute e anche di caricature in tv. “Due anni di in cui abbiamo lavorato come dei matti” aveva detto oggi prima della gara Leclerc. Ma all’alba della nuova era tecnica, con monoposto totalmente rivoluzionate, la Ferrari si è fatta trovare pronta: trionfo alla prima…

C’è voglia di continuare a viaggiare spediti nelle parole di coach Palagiano che alla vigilia dell’ostica sfida contro Brindisi, analizza il percorso delle sue ragazze, provando ad alzare ancora l’asticella verso quelli che sono i piani più alti della graduatoria. “Affrontiamo una partita complicata che non dobbiamo assolutamente sottovalutare. Sappiamo com’è andata la sfida di andata, che siamo riusciti a portare a casa abbastanza agevolmente anche grazie all’assenza di alcune senior nelle loro fila. Se guardo indietro non posso non sottolineare come in quella gara loro si presentarono a Taranto con sole sette giocatrici a referto, questo è un indicatore importante che deve costringerci a tenere alta la guardia. Mi aspetto una squadra differente domani, composta da un asse Play – Pivot, formato da Nobile e Fontana, che sono due atlete che conosco bene per averle incontrate quando allenavo Ad Maiora, ed apprezzo a tal punto da aver provato a…

Impresa straordinaria della squadra di Brunello. Decisivi i due piazzati di Teneggi Fonte onrugby.it , Ph. Ettore Grifoni Italia ed Inghilterra si sfidano a Monigo nella seconda giornata del 6 Nazioni Under 20. La partita inizia subito con un’Italia arrembante. Gli uomini di Brunello si installano nei ventidue avversari a suon di drive avanzanti e multifase ben orchestrati in zona rossa, seppur privi del guizzo vincente. La difesa inglese si dimostra indisciplinata: arriva la chance di sbloccare la sfida, Teneggi al piede non sbaglia e fa 3-0. L’Inghilterra colpita a freddo vuole reagire. Intorno al quarto d’ora i britannici alzano il ritmo provando a mettere alla frusta gli azzurrini, ma quando la palla arriva al largo per Bailey, pronto a tuffarsi per andare oltre, ecco arrivare un velo offensivo che, ravvisato dall’arbitra, consente a Ferrari e soci di respirare e tornare ad allontanarsi dai propri ventidue. Si scollina il ventesimo.…

VIBO VALENTIA SI IMPONE PER 3-1 A distanza di una settimana, la Gioiella Prisma Taranto torna in campo nella gara del PalaMaiata. In terra calabrese, la Tonno Callipo Vibo Valentia si impone per 3-1 (25-15, 22-25, 25-20, 25-22) sulla compagine tarantina nel recupero della 1^ giornata di ritorno del campionato di SuperLega Credem Banca. IL MATCH. Coach Di Pinto deve fare a meno del palleggiatore titolare Falaschi, risultato positivo al Covid-19 nelle ore antecedenti all’incontro. Il tecnico rossoblù schiera la diagonale Dosanjh-Stefani, gli schiacciatori Joao Rafael e Randazzo, i centrali Alletti e Di Martino con Pochini libero. Vibo Valentia risponde con Saitta in palleggio, Nishida opposto, Fromm e Borges schiacciatori, Candellaro e Resende centrali con Rizzo libero. Il primo punto del set è di marca ionica, con l’invasione a muro di Nishida; pareggia subito Fromm. Nishida sbaglia il primo servizio dell’incontro, poi si fa murare da Randazzo (1-3). Resende accorcia con…

PERUGIA VINCE IN TRE SET Nonostante una grandissima prova di carattere, la Gioiella Prisma Taranto è costretta ad arrendersi alla Sir Safety Conad Perugia. Nel recupero della 4^ giornata di ritorno del campionato di SuperLega Credem Banca, la squadra di coach Di Pinto si arrende per 3-0 alla quotata formazione umbra (25-17, 25-23, 25-23). Troppo forte la Sir Safety per Taranto che non è stata comunque a guardare: gli ionici escono sconfitti in tre set, non senza aver impensierito la capolista, soprattutto nelle ultime due frazioni di gioco. IL MATCH. Coach Di Pinto cambia lo starting-six. Contro la capolista, il tecnico schiera la diagonale Falaschi-Sabbi, gli schiacciatori Joao Rafael e Gironi, i centrali Alletti e Di Martino con Pochini libero. Perugia risponde con Giannelli in palleggio, Rychlicki opposto, Leon e Anderson schiacciatori, Solè e Mengozzi centrali con Piccinelli libero. Il primo punto del match è di marca perugina, con Falaschi che…