Breaking
Ad
Ad
Ad
AMARCORD

Casarano-Taranto e i mitici anni ’80

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Casarano e Taranto tornano ad affrontarsi dopo 20 anni. L’ultima volta accadde nel campionato 1999/00, sempre in serie D, stagione che vide i rossoblu classificarsi al secondo posto per un punto dietro al Campobasso, per poi ottenere il ripescaggio in C2. Fu Mimmo D’Antò a riportare la gara sul pari dopo l’iniziale vantaggio del Casarano.

Sei i precedenti, con cinque pareggi (tre per 0-0) più la vittoria dei padroni di casa per 4-1 nel 1986. In totale per il Taranto solo tre reti all’attivo, siglate da Novellino, D’Ottavio e appunto da D’Antó. Sei i gol per il Casarano.
Una sfida, quella contro i salentini, che ha avuto l’apice negli anni 80, con le due compagini in C1 che lottarono spesso per la promozione in B, con il Taranto che alla fine l’ha sempre spuntata.

Nel campionato di C1 del 1983-84, i rossoblu ebbero la meglio sui rossazzurri salentini per un solo punto in una rocambolesca ultima giornata di campionato. Il Taranto, secondo e forte di due punti di vantaggio sui rivali, giocava a Benevento, dove sarebbe bastato un pareggio per ottenere la matematica promozione in B. I Sanniti erano tranquilli a centro classifica e l’ipotesi “X” sembrava abbastanza prevedibile. Il Casarano invece giocava in casa contro la Civitanovese, squadra impelagata in zona retrocessione e a cui sarebbe servito un miracolo per salvarsi.

Il Taranto, al quale l’anno precedente uno 0-0 a Salerno in una situazione simile costò la promozione in B, perse la partita inopinatamente per 1-0 con gol del centravanti Lunerti. Fu solo grazie al pareggio per 2-2 in rimonta della Civitanovese al “Capozza” che i rossoblu poterono festeggiare, non senza patemi d’animo, il ritorno in B dopo tre anni di purgatorio. L’incredibile finale fu completato dal pareggio della Ternana col Francavilla (a Mare), altra formazione, quest’ultima, che si fermò ad un sol punto dal Taranto del “Cavaliere”, del mitico Giammarinaro in panca e di Vito Chimenti in campo.

Così la classifica finale nei primi posti:
Bari 45 promosso in B
Taranto 42 promosso in B
Virtus Casarano e Francavilla 41
Casertana 37

Nella stagione di C1 del 1989-90, le due compagini tornarono a lottare entrambe per l’obbiettivo promozione in B.
Il Casarano chiuse il girone d’andata al primo posto con Taranto e Salernitana (battuta 3-0 nell’ultimo turno dai rossoblu) a un punto. Nel ritorno il Taranto di Donato Carelli presidente spiccó il volo, ottenendo la promozione con un turno d’anticipo ed il record di punti per il girone B. Il Casarano, battuto 2-0 a Taranto in uno Iacovone spettacolare con oltre 20mila spettatori, lasciò strada anche alla Salernitana, promossa come seconda, mollando nel finale e terminando al sesto posto.

Questa la classifica finale di quell’anno:
Taranto 48 promosso in B
Salernitana 46 promossa in B
Casertana e Giarre 44
Palermo 43
Casarano e Catania 39

Curiosamente nell’unico anno in cui il Taranto subì una sconfitta a Casarano, i salentini non riuscirono ad evitare la retrocessione in C2, mentre il Taranto di Mimmo Renna e Pietro Maiellaro ottenne ancora una promozione in B.

Insomma, torna una sfida con un passato da raccontare, con l’augurio di rigiocarla presto in terza serie, campionato dal quale il Casarano manca dal 1998.

Di seguito tutti i precedenti:

14-2-1982 serie C1
Virtus Casarano Taranto 0-0

28-11-1982 serie C1
Virtus Casarano Taranto 1-1
20′ Novellino, 27′ Cosentino (Ca)

18-12-1983 serie C1
Virtus Casarano Taranto 0-0

23-2-1986 serie C1
Casarano Taranto 4-1
15′ Coletta, 46′ Corsini, 71′ Valori, 78′ D’Ottavio (Ta), 86′ Vento

26-11-1989 serie C1
Casarano Taranto 0-0

14-11-1999 serie D
Casarano Arsenal Taranto 1-1
30′ Tedesco (Ca), 78′ D’Antò

Write A Comment