Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Capuano: “punto importante, quando non puoi vincere…”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Mister Capuano dà la sua lettura sullo 0-0 col Monopoli, risultato che allunga a 5 gare la striscia positiva del Taranto:

“Quando ti accorgi che non puoi vincere, nel calcio non devi mai perdere, per un errore al 91′ puoi perdere la partita come successo col Giugliano. Avevamo delle difficoltà, giocatori che si sono allenati poco, nelle ultime 4 gare abbiamo subito solo 1 gol. È stata una partita sporca, molto tattica, abbiamo avuto due palle gol clamorose, una con Ferrara nel primo tempo, una con Guida nella ripresa, loro non hanno mai tirato in porta, una squadra che domenica scorsa aveva fatto 5 gol fuori casa. Noi abbiamo giocato con 4 under, loro senza. È un risultato importantissimo, siamo al 5º utile consecutivo, dando continuità. Sotto il profilo dell’estetica non è stata una bella partita. Facciamo un altro piccolo passo verso la salvezza.”

Poi spiega la sua lettura tattica della gara:

“Volevo attaccare la linea (difensiva) che mi era sembrata piuttosto lenta, infatti quando abbiamo verticalizzato nei primissimi minuti abbiamo avuto la possibilità di andare in porta. Non volevo dare punti di riferimento ad una difesa con giocatori che non ti avrebbero concesso nulla. Nel secondo tempo ho messo Guida per cercare di aprirli un pochettino, però abbiamo fatto fatica a centrocampo, quindi ho preferito fare una cerniera e portare il punto a casa. Oggi mancava un giocatore forte come Antonini ma Formiconi a 32 anni ha fatto una grande partita giocando da centrale per la prima volta in carriera. Nel primo tempo abbiamo avuto un po’ di difficoltà con Romano che usciva lento ed in ritardo su Bizzotto e allora riuscivano a prenderci alle spalle, così ho chiesto a Evangelisti di staccarsi e non accorciare sull’uomo e non siamo andati più in affanno.”

La salvezza come unico obiettivo:

“Onestamente questa squadra sta meravigliando anche me, nonostante le tante e continue assenze, l’ultimo mese e mezzo abbiamo avuto a disposizione un’unica punta centrale, Tommasini. Ci siamo inventati Mastromonaco interno, Provenzano è appena rientrato, Antonio Romano è mancato un mese, abbiamo perso Raicevic e Panattoni, oltre a Diaby. Al momento abbiamo fatto un autentico capolavoro, ma il girone di ritorno sarà un altro campionato, sarà molto difficile raggiungere la salvezza, dobbiamo fare altri 14-15 punti per essere tranquilli. Sul mercato servono esterni, abbiamo solo Ferrara e Mastromonaco, in avanti siamo pochi.”

Infine, il ritorno del pubblico allo stadio, anche se mancava la Nord:

“È normale, sono contento che stasera ci fossero 2500-3000 persone. Ma io voglio rivedere quella curva e so che ci riusciremo, perché la squadra lo merita. Fra qualche domenica, almeno lo spero, arriveremo a 5000.”

Write A Comment