Breaking
Ad
Ad
Ad
Author

Redazione

Browsing

Il mese di settembre per il Taranto è stato sicuramente fallimentare. La squadra rossoblù dopo una discutibile campagna acquisti ha subito tastato con mano le difficoltà di questo campionato. La prima delusione del mese è stata inflitta proprio dall’ex tecnico del Taranto Giuseppe Laterza. L’ allenatore del Monopoli vince a mani basse per 4-1 con un Taranto apparso fin da subito con dei limiti tecnici importanti. Nella seconda giornata di campionato allo Iacovone arriva il Catanzaro che asfalta senza alcun problema la squadra ionica per 3 reti a 0. Dopo l’umiliazone casalinga, la società del Taranto boccia un progetto durato quasi 3 mesi. Esonerati il direttore sportivo Nicola Dionisio e l’allenatore Nello Di Costanzo, la squadra rossoblù viene affidata a Luca Evangelisti e Ezio Capuano. Cambio che da nuove motivazione al Taranto che perde dignitosamente nella terza giornata di campionato contro la Turris in trasferta per 2-1. Nella quarta giornata…

Ultra giro no-stop di 1000 km, per tutta la Puglia in 3 giorni. Un progetto sociale-sportivo a scopo benefico che nasce per supportare il reparto di oncoematologia pediatrico “Nadia Toffa” dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto. Partirà da San Vito (Ta) il 14 Ottobre 2022 la manifestazione di Ultra-ciclismo “iopedaleròperte” e vedrà protagonista l’amatore Pasquale Marinelli che dopo aver compiuto un percorso per le strade della Puglia di oltre 1000 Chilometri con 7100 metri di dislivello complessivo in sella alla sua bici da corsa, tornerà sempre a San Vito il 16 Ottobre. Ad accompagnare Pasquale in questa avventura ci saranno l’amico ciclista Giuseppe Grottola insieme ai tecnici Francesco Corrente, Alessandro Cascone e Tony Ancona a che seguiranno il duo, pedalata dopo pedalata, a bordo di un furgone. Questa iniziativa, è letteralmente una di quelle storie che fanno bene al cuore, e nasce nella fattispecie da un sogno fatto nella scorsa estate…

È un Capuano che non usa giri di parole quello che analizza la gara a termine partita: “Siamo stati indecorosi, abbiamo fatto errori individuali incredibili e di questo me ne assumo le responsabilità. Si può perdere anche 4 o 5 a 0, ma oggi non abbiamo avuto quella voglia e tenacia che si è visto nelle precedenti partite. Avevamo comunque fatto un discreto primo tempo, ma nella ripresa non abbiamo giocato. ” Sulla formazione schierata, in particolare con un centrocampo di brevilinei: “E chi mettevo? Non avevo più centrocampisti, Diaby stava in panchina ma non era disponibile, Brandi infortunato, c’erano solo Mazza e Labriola. A parte questo, è l’atteggiamento che non mi è piaciuto, qualcuno non ha capito il peso di questa maglia che indossano. Dobbiamo fare qualcosa urgentemente per rinforzare l’organico. Quando ho accettato Taranto non ho guardato chi c’era in squadra, l’ho già detto, lo sapeva la società.…

Ancora una sconfitta, la quarta in cinque gare di campionato, per i rossoblu di mister Capuano che a termine di una gara giocata in modo scialbo e svogliato lasciano meritatamente i tre punti ai padroni di casa della Gelbison sul green del Marcello Torre di Pagani. 3-0 il risultato finale con i gol di Cargnelutti nel primo tempo e Faella e Fornito nella ripresa. Il Taranto scende in campo con il canonico 3-5-2 con Vannucchi tra i pali, Antonini, Vona e Manetta in difesa, Ferrara e Mastromonaco sulle fasce, cerniera di centrocampo composta da Labriola, Mazza e Romano con Guida e Infantino a comporre il reparto offensivo. Modulo tattico speculare per gli uomini di mister De Sanzo subentrato in settimana all’esonerato Esposito, mister della storica promozione della Gelbison in terza serie. Primo quarto d’ora di studio con un Taranto leggermente più brillante e più propenso al pressing nella metà campo…

Il tecnico rossoblu non si fida della Gelbison e dovrà fare a meno di Diaby, Brandi e La Monica. Nonostante le assenze, si aspetta conferme dai suoi Ezio Capuano in conferenza stampa pre trasferta di Pagani, dove domenica il Taranto incontrerà la Gelbison. Il tecnico rossoblu illustra le insidie della gara, ma si aspetta un passo avanti della sua squadra: “La Gelbison ha giocatori di categoria, l’anno scorso hanno vinto un campionato, nelle precedenti partite non hanno mai subito, fatta eccezione forse per la gara interna persa contro la Juve Stabia. A Francavilla hanno preso gol dopo 10 secondi, con il Potenza vincevano fino al 95′, ad Avellino hanno pareggiato. In C non ci sono partite semplici, si gioca sul filo dell’equilibrio, gli episodi fanno la differenza, noi dobbiamo sfruttare quelli a nostro favore. In più c’è stato il cambio dell’allenatore, quindi non sappiamo come giocheranno.” I convocati: “Non avremo…

Vannucchi 7 Incolpevole sul gol subito, salva il risultato nei minuti di recupero su Sipos. Manetta 6.5 Sempre attento nelle chiusure, badando sempre al sodo Antonini 6 Migliora l’intesa con i compagni di reparto, molto mestiere nelle marcature Vona 6 Capuano l’ha promosso titolare affidandosi ai più esperti in rosa. Scelta pagante, gioca senza timori di sorta, esce perché ammonito Evangelisti 5.5 Meglio da terzino, anche se non è il suo ruolo. Nella ripresa gioca da centrale destro, lui e Mastromonaco non chiudono su Candellori in occasione del vantaggio andriese. Romano 6 Sempre nel vivo dell’azione, si propone in area di rigore avversaria, sfiorando il gol in un paio di occasioni. Su di lui anche un rigore non segnalato Labriola 6 Meglio delle precedenti uscite, ma può e deve fare molto di più. Alterna spunti importanti a momenti di sufficienza Brandi 6.5 Mezzo voto in più perché nasce difensore. Buon…

Nella giornata della contestazione del tifo organizzato contro la società, il Taranto di Capuano ottiene i primi tre punti stagionali al termine di una partita di carattere, in rimonta e scoprendo definitivamente la classe di un giocatore: Michele Guida. Bella vittoria del Taranto nel derby contro la Fidelis Andria. I rossoblu, alla prima in casa del tecnico Capuano che, squalificato, ha visto la gara dalla tribuna, hanno vinto in rimonta dopo il vantaggio degli ospiti giunto con un gol di Candellori al 58′. Capuano ripresenta gli undici di Torre del Greco, anche se nel riscaldamento ha dovuto rinunciare a Ferrara, riportando a sinistra De Maria. Primo tempo bloccato con le due squadre che cercano di non dare il fianco all’avversario. Dopo un solo giro di lancette è Infantino a girare fuori di testa. Risposta dell’Andria con Sipos al 7′, palla fuori anche per il cantravanti che in estate sembrava essere…

Domani allo Iacovone arriva l’Andria. Per Capuano un esordio a metà, dato che non sarà in panchina per squalifica. Il tecnico rossoblu chiama a raccolta il pubblico: “la nostra è una squadra giovane, bisogna aiutarla”. Conferenza stampa pre gara contro la Fidelis Andria. Dopo essersi soffermato ancora sull’espulsione che gli è costato la squalifica e per la quale non sarà in panchina domani, mister Capuano ha elogiato i ragazzi scesi in campo a Torre del Greco. Ora però c’è l’esordio in casa: “Avrei voluto essere in panchina per riappropriarmi di questa piazza dopo 20 anni, penso che abbiamo preparato benissimo la partita e sono convinto che domani faremo una grandissima prestazione, inutile girarci intorno, servono i tre punti, al cospetto di una squadra importante, di categoria allenata da un tecnico emergente e bravo, sperando di assere più fortunati, anche nella direzione arbitrale.” Poi si sofferma sul pubblico: “Speriamo di avere…

10 precedenti tra Taranto e Fidelis Andria, di cui uno disputato in serie B nella stagione 1992-93, 5 in C, 1 in C2 e 3 in D, con un bilancio che vede i rossoblu avanti per 7 vittorie a 1 più 2 pareggi, 19 gol fatti e 10 subiti. Vittorio Insanguine l’unico giocatore ad aver segnato con entrambe le maglie. Aldo Papagni e Gigi Panarelli gli allenatori che si sono seduti su entrambe le panchine. Primo precedente nel campionato di C1 1989-90, con il Taranto che s’impose per 1-0 con una rete di Vittorio Insanguine. Insanguine protagonista a maglie invertite nel campionato di serie B 1992-93, con la rete del decisivo pareggio a pochi minuti dal termine. I rossoblu avanti di 2 reti dopo pochi minuti di gioco, abbandonarono così i sogni di salvezza. Nel 2005, due reti a firma Andrea De Florio e Lele Catania piegano la formazione biancazzurra…

La curva nord: “domenica corteo pacifico, protestiamo contro questa dirigenza, stanchi di non avere un progetto serio” Domenica ore 16 presso il piazzale antistante la pizzeria “IL GHIRIBIZZO”, i tifosi del Taranto chiamano a raccolta tutta la cittadinanza tarantina, tutte quelle persone che amano e hanno a cuore la nostra maglia, la nostra squadra, i nostri colori e la passione per la nostra città.Si procederà con un corteo pacifico sino ad arrivare davanti al parcheggio della curva nord per protestare contro questa dirigenza. Ormai stanchi della loro permanenza, stanchi della presa per i fondelli, stanchi di vedere sempre gli stessi personaggi non graditi a Taranto, stanchi di non avere un progetto serio, grideremo a gran voce il nostro dissenso verso questi personaggi. Andate via da Taranto non vi vogliamo più anzi non vi abbiamo mai voluto dopo tutto quello che ci avete fatto in questi anni!!! Accorrete numerosi il Taranto…