Breaking
Ad
Ad
Ad
TARANTO FC

Ancora 0-0, punto prezioso ad Andria

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Ancora un pareggio per 0-0, il terzo nelle ultime 4 gare per il Taranto, stavolta al termine di una gara che ha visto entrambe le formazioni cercare la vittoria.

Un punto prezioso in chiave salvezza diretta per i rossoblu, ottenuto in casa di una diretta concorrente.


Il Taranto pareggia ancora per 0-0, ma stavolta è un risultato bugiardo, per le diverse occasioni sciupate su entrambe le sponde. Poteva finire 2-2 o addirittura 3-3, ma almeno ci siamo risparmiati l’altalena di emozioni che non sempre fa bene alle coronarie. Alla fine si resta col dubbio se il punto sia guadagnato o perso, visto l’andamento della gara.

Capuano ha schierato i suoi optando per un under in meno nella formazione iniziale, con Manetta che ha ripreso una maglia da titolare, Mazza preferito a Labriola a centrocampo e Semprini in coppia con Bifulco in avanti.

Sull’altra sponda, gara d’esordio per il neo tecnico Trocini che in settimana ha sostituito Doudou, terzo avvicendamento in stagione per l’Andria.

Dopo un lungo periodo di studio, è il Taranto a portare il primo pericolo alla porta difesa da Vandelli: al 20′ assist su punizione dal limite di Antonio Romano per Provenzano che in girata coglie la parte alta della traversa, complice una deviazione di un difensore. Sul corner seguente, il Taranto rischia di fare harakiri perdendo palla e innescando il contropiede dei padroni di casa che, incredibilmente, sciupano con un indeciso Ekuban servito da Bolsius l’occasione colossale per portarsi in vantaggio, col solo Vannucchi a difesa della porta rossoblu.

Al 24′ è ancora un legno a negare il gol al Taranto: cross insidioso di Mastromonaco che si stampa sulla base del palo, nessun dei rossoblu è pronto a ribadire in rete. Al 34′ arriva anche il terzo palo di giornata, stavolta è Bifulco che si destreggia bene in area e calcia in torsione, Vandelli tocca ma non trattiene il pallone che bacia il palo prima d’essere calciato in angolo da Dalmazzi.

Al 38′ una punizione dai 30 metri di Arrigoni è respinta a pugni uniti da Vannucchi. Si chiude così una prima frazione che solo per caso termina a reti inviolate.

Nella ripresa il primo cambio è del Taranto, fuori Provenzano al 52′, dentro Chapi Romano. È l’Andria a sfiorare il gol col terzino Finizio che calcia alto da buona posizione servito da Ekuban.

Al 54′ su schema da calcio piazzato, la sponda di Antonini attraversa tutto lo specchio della porta senza che nessuno riesca a spingere la palla in rete. Al 58′ il solito Arrigoni sfiora il sette dai 30 metri ancora su punizione.

All’82’ su pregevole assist di Bifulco è Mazza a calciare, ma Vandelli si distende e devia il pallone destinato in rete.

Al 90′ l’Andria ha l’occasionissima: è Orfei che in mischia calcia a rete a 3 metri dalla porta, un Vannucchi miracoloso devia in angolo.

È l’ultima azione degna di nota, termina 0-0 un po’ per caso una partita che ha visto diverse occasioni per parte per sbloccare il risultato. Un punto che alla fine può essere accolto con favore soprattutto dal Taranto che tiene a distanza la zona playout.

FIDELIS ANDRIA-TARANTO 0-0

FIDELIS ANDRIA 352: Vandelli; Delvino, De Franco, Dalmazzi; Finizio, Paolini (56’ Djibril), Arrigoni, Candellori, Ciotti; Ekuban (56’ Ventola), Bolsius (86’ Orfei). Panchina: Savini, Mariani, Urso, Mercurio, Borg, Zenelaj, Pavone, Alba, Milillo, Tulli, Mario. All. Trocini.

TARANTO 352: Vannucchi; Manetta, Antonini, Formiconi; Mastromonaco, Mazza, Provenzano (52’ Chapi Romano), Antonio Romano, Ferrara (84’ Diaby); Semprini (62’ Rossetti), Bifulco (84’ La Monica). Panchina: Loliva, Caputo, Labriola, Canalicchio. All. Capuano.

ARBITRO: Kevin Bonacina di Bergamo. Assistenti: Marco Cerilli di Latina e Stefano Franco di Padova. IV: Abdoulaye Diop di Treviglio.

AMMONITI: Ferrara, Antonini, La Monica (T); Djibril, Bolsius (FA).

Recuperi 1’/4’.
Angoli 4-3
Spettatori 1200 di cui una ventina di supporters del Taranto sistemati in curva ospiti

Write A Comment